10 siti archeologici a rischio

Se lo sapesse Indiana Jones si metterebbe le mani nei capelli. Nel mondo sono centinaia i siti archeologici che stanno scomparendo. I motivi sono i più vari: dall’incuria alle guerre alla povertà. In India, in Ucraina, ad Haiti, in Kenya, ci sono monumenti costruiti dai nostri avi che stanno letteralmente perdendo i pezzi. Bisogna fare subito qualcosa per salvarli. L’allarme è stato lanciato dal Global Heritage Fund che ha fatto l’elenco dei siti da salvare urgentemente (GUARDA LE FOTO). La città di Ani, per esempio, al confine tra Turchia e Armenia, nell’XI secolo ero uno splendore. Ora né i turchi né gli armeni se ne curano. Ninive, in Iraq, sulla riva sinistra del Tigri vicino a Mossul, era la capitale del regno assiro. Pensate che il primo documento in cui si parla di questo luogo risale al 2280 a.C. e oggi è ridotto davvero molto male. Mahasthangarh è il centro abitato più antico del Bangladesh (III secolo a.C.), ma è stato scoperto solo nel 1931. Di questo posto si parla pochissimo nelle guide di viaggio.

E pensare che, se questi siti fossero restaurati, i turisti giungerebbero da ogni parte del mondo apposta per visitarli e anche l’economia di questi Paesi ne trarrebbe un enorme vantaggio. Non siete d’accordo?

Turchia: 1° hotel per nudisti

hotel-nudisti-turchia.jpg

E’ proprio il caso di dire: “Non c’è più religione”, visto che anche nella integralista Turchia sta per aprire il primo hotel per nudisti. Solo stranieri, però. Sarà inaugurato il 1° maggio vicino a Datca, una bellissima località turistica affacciata sul Mare Egeo. L’hotel per il momento ha poche stanze, ma ha una grandissima spiaggia privata, lontana da occhi indiscreti. Del resto, anche gli amanti del naturismo hanno tutti i diritti di andare in vacanza.

In Europa esistono molte spiagge (GUARDA LE FOTO) riservate a questo tipo di turismo, specialmente sulla costa meridionale della Francia, tra Costa Azzurra e Provenza (la più famosa è quella di Cap d’Agde), ma anche in Grecia, Spagna, Croazia, Danimarca e persino Gran Bretagna. Persino in Italia ce ne sono tante: Chiavari, Marina di Bibbona, Isola d’Elba ecc. I veri cultori del nudismo sposano questa filosofia al cento per cento. Pensate che hanno creato persino una compagnia aerea per nudisti oltre alle crociere, agli hotel e alle spiagge.

L’uomo più alto del mondo

uomo-piu-alto-mondo.jpg

Se in questi giorni andate a Londra troverete un’attrazione in più. Per le strade della città si aggira un uomo altissimo, che fa quasi paura. E’ l’uomo più alto del mondo (GUARDA LE FOTO), che si trova lì per l’uscita del libro dei Guinness dei primati del 2010. Sultan Kosen, turco di 26 anni, ha raggiunto il nuovo record di altezza: 2,46 metri! Ha battuto Bao Xishun, alto 2,36 metri, che l’anno scorso ha incontrato l’uomo più basso del mondo, He Pingping, solo 73 centimetri. Kosen ha anche le mani e i piedi più grandi del mondo: rispettivamente 27,5cm e 36,5cm. Aspettiamo di sapere chi sarà l’uomo più basso del mondo a vincere il Guinness dei primati nel 2010. Continuate a seguirmi…