Tour operator sparito…

todomondo.jpg

Hanno (giustamente) protestato davanti alla sede del tour operator Todomondo a Gallarate, Varese, centinaia di turisti che non potranno partire per le vacanze già pagate perché il tour operator non esiste più. Via il citofono, via la targhetta sulla porta, via gli uffici… sparito! Sono oltre 5.000 i clienti coinvolti in tutta Italia e molti sono addirittura già partiti e non riescono a tornare indietro. Una situazione davvero tragica! Un buco di milioni di euro, infatti, ha portato al fallimento del gruppo, insospettabile fino a qualche mese fa. Per dare una mano a tutte le persone che hanno perso i loro soldini, oltre alle vacanze, si stanno muovendo in tanti: il Codacons ha presentato un esposto alla Procura, il Codici invita tutti a rivolgersi all’associazione per chiedere il rimborso delle somme dovute. Virgilio ci da’ ulteriori dritte. Un ennesimo disagio – dopo quello della compagnia aerea low cost MyAir – dovuto alla crisi economica per tanti che erano pronti a partire e che, forse, trascorreranno l’estate a casa. Vi posso dare un paio di consigli: 1) di informarvi su quali sono i diritti dei turisti; 2) condividete le vostre esperienze sul Forum. Qualcuno, già due anni fa, parlava di Todomondo… Il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla ha attivato il Fondo nazionale di garanzia che ha il compito di intervenire in caso di insolvenza o fallimento del venditore o dell’organizzatore di pacchetti turistici, provvedendo al rimborso delle somme versate per l’acquisto dei pacchetti di viaggio. In bocca al lupo a tutti e raccontatemi come vanno le vostre vacanze!