Aurora boreale: dove vederla

aurora-boreale-470.jpg

L’aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più straordinari che esistano sulla faccia della Terra. Secondo gli esperti, quest’anno siamo nella fase del suo 11° ciclo, uno dei momenti più spettacolari per assistere a questo fenomeno che durerà per i prossimi tre anni. Il sito del Guardian consiglia i luoghi migliori dove è possibile vedere questo spettacolo della natura: Canada, Alaska, Islanda, Svezia, Norvegia, Finlandia, Groenlandia, Scozia e Australia (dove si chiama aurora australe).

(GUARDA LA GALLERY DELLE AURORE BOREALI NEL MONDO)

Fin dalle antichità, l’uomo ha fantasticato sul significato di queste luci rosse e verdi che appaiono nel buio della notte in certe aree del mondo. Gli Inuit, un popolo eschimese, si tramandano parecchie leggende sugli spiriti degli antenati che ritornano. Scienza o fantascienza che sia, fatto sta che vale la pena vederne una almeno una volta nella vita, non credete? Date un’occhiata al video.

Stoccolma: sex toys in hotel

Sta facendo molto discutere a Stoccolma, in Svezia, un hotel che ha deciso di offrire ai propri clienti, oltre a saponi profumati, accappatoio e pantofoline, anche i sex toys. Manette, paperelle che vibrano, maschere, bondage e chi più ne ha più ne metta (GUARDA LE FOTO). Secondo la direzione dell’hotel, questo escamotage servirebbe a incentivare le prenotazioni e a sfruttare di più la camera. Del resto, l’hotel vanta ben 4 stelle e offre bellissime suite, due ristoranti e una sala da ballo in stile Rococò che risale al 1863, pertanto sarebbe un peccato usare la stanza solo per dormire… Per smorzare le polemiche, dall’hotel hanno promesso comunque che, in caso di prenotazioni da parte di famiglie con bambini, i sex toys saranno rimossi dalle stanze.

I sex toys sono sempre più di moda oggi, tanto che sono addirittura le donne ad acquistarli senza problemi. Come va molto anche il burlesque, una sorta di stiptease semi-serio lanciato dalla bellissima Dita Von Teese. Il fornitore ufficiale dei gadget dell’hotel, infatti, è proprio un famoso negozio di burlesque della città. Nel caso mancasse qualcosa in camera, si può sempre andare a fare shopping. No?

Micro hotel sull’albero

treehotel-camera-470.jpg

Una volta era la casetta sull’albero che i bambini americani si facevano costruire nel giardino di casa. Quando li guardavo in Tv da piccola provavo una grande invidia, devo ammetterlo! E forse è stato così anche per gli architetti che oggi, cresciuti, si sono portati dietro questa reminiscenza infantile e hanno inventato degli hotel incastrati tra i rami degli alberi (GUARDA LE FOTO). Micro hotel che misurano 4×4×4 metri con micro camere per due persone, ma, all’interno, dotati di ogni comfort. Oltre alla zona notte, hanno anche il bagno, la cucina, il salottino e persino un terrazzo. Le camere sono tutte diverse l’una dall’altra: una è addirittura triangolare e un’altra a forma di UFO. La Mirror House, per esempio, ha l’esterno fatto di vetro a specchio, così da potersi camuffare tra gli alberi, mentre dall’interno si ha una meravigliosa vista panoramica del bosco.

Altre sono dei cubi, arredati in stile minimal tipo Ikea. Per accedere alle stanze ci si arrampica su di una scala fatta di corda. In comune per gli ospiti c’è anche la sauna, sempre su un albero. I treehotel si trovano ad Harads, nel nord della Svezia, dove gli alberi non mancano di certo e dove la cultura del legno fa parte del loro Dna. L’idea degli hotel green è molto bella, non trovate? L’unica cosa è che bisogna sborsare 190 euro per una camera singola e 360 per la doppia. A questo punto mi domando: perché le cose migliori sono sempre le più costose?

Stoccolma, la città dell’amore

Per due settimane, fino al 19 giugno, Stoccolma diventa la città dell’amore. L’occasione è il matrimonio della principessa Victoria con Daniel Westling, ex personal trainer, e, come inno all’amore, tutta la città è invitata a rendere omaggio a questo sentimento. Per Love Stockholm sono previsti tantissimi eventi (GUARDA LE FOTO) sia in città sia nei dintorni: concerti, mostre d’arte e design, sagre in centro, in particolare a Kungsträdgården e a Skeppsbron, ma anche gite in barca alla scoperta dei luoghi più romantici della città. Il tema è sempre l’amore e l’intera città sarà incredibilmente decorata.

Se non siete mai stati a Stoccolma, è giunto il momento di prenotare subito un volo e un hotel (io l’ho già fatto), non ve ne pentirete. Affrettatevi, perché pare che sia già tutto pieno! Pensate che la città è stata eletta dalla Commissione europea capitale verde d’Europa 2010 e proprio in questi giorni ha vinto il premio come migliore municipalità della Svezia.

A Stoccolma apre lo SkyView

Sarà inaugurato domani 5 febbraio a Stoccolma, in Svezia, lo SkyView dell’Ericsson Globe, un ascensore panoramico dalla forma sferica che offrirà una vista mozzafiato sulla città (GUARDA LE FOTO). A 130 metri d’altezza i 16 visitatori potranno godersi lo skyline. Si potrà anche entrare nel Globe, l’edificio sferico più grande del mondo, che solitamente ospita concerti ed eventi, e ammirare il panorama dalle sue ampie vetrate.

Per realizzare lo SkyView sono stati assoldati esperti scalatori svedesi ed è stata rinforzata la struttura dell’edificio, il tutto con un occhio all’ecologia. Sì, perché quest’anno Stoccolma si è aggiudicata il premio come prima Capitale verde d’Europa e deve mantenere la sua fama a tutti i costi! Guarda il video del nuovo SkyView.

Jumbo Hostel, l’aereo-ostello

jumbo_hostel.jpg

Un vecchio Boeing 747 ormai in disuso è stato trasformato in un originale ostello (guarda il video). Il Jumbo Hostel è stato parcheggiato su una pista dell’aeroporto Arlanda di Stoccolma, in Svezia, e sarà aperto a tutti a partire dal 15 gennaio. Le prenotazioni online sono già partite! Cosa aspettate a prenotare? Il jumbo ha 25 camere e addirittura una suite, ricavata nella cabina di pilotaggio dell’aereo, con tanto di vista panoramica. Le stanze sono da due-tre posti e i servizi sono in comune nel corridoio, ma per 30 euro a notte va più che bene. Attenzione, però, la suite costa un po’ di più: fino a 300 euro, a seconda della stagione! Certo che di hotel strani ce ne sono, eh? Guardali qui!