Solstizio a Manhattan

Accade due volte l’anno ed è un vero spettacolo. Il sole si allinea tra i grattacieli di Manhattan proprio come avviene tra i monoliti presistorici di Stonehenge e attira centinaia di persone che vogliono assistere all’evento. Il fenomeno è chiamato Manhattanhenge o solstizio di Manhattan ed è possibile ammirarlo al tramonto se ci si posiziona lungo le strade nella direzione est-ovest di New York City, guardando verso il New Jersey.

(GUARDA LE FOTO DI MANHATTANHENGE)

Quest’anno il fenomeno si è svolto il 31 maggio e il 12 e 13 luglio alle 20.25. Invece, il solstizio d’inverno lo si può ammirare tra l’inizio di dicembre e l’inizio di gennaio. New York non è l’unica città in cui si può osservare il fenomeno. Anche a Chicago esiste un Chicagohendge che si svolge a settembre. Così come in Canada nelle città di Toronto (Torontohenge) e di Montreal (Montrealhenge). Certo, in Gran Bretagna il fenomento ha tutt’altro richiamo: ogni anno sono circa 20mila le persone, tra cui santoni e druidi, che si radunano intorno alle antiche pietre aspettando il sorgere del sole.

I 5 luoghi più misteriosi della Terra

stonehenge.jpg

Sul nostro pianeta ci sono dei luoghi pieni di mistero, resti di civiltà antiche che celano enigmi ancora oggi irrisolti. Cinque in particolare suscitano l’interesse degli scienziati e dei semplici viaggiatori, luoghi mistici che sorprendono sempre. Per esempio, Stonehenge, in Inghilterra, con i suoi dolmen che formano un cerchio perfetto, allineati con l’orizzonte durante i solstizi e gli equinozi. Oppure, come spiegare le linee di Nazca, in Perù? Oltre 300 figure scolpite nel terreno e visibili nella loro completezza solo dal cielo.

(GUARDA LA FOTOGALLERY CON I PERCHE’ DEI MISTERI)

E che dire dei Moai, le gigantesche statue dell’Isola di Pasqua? Tutte rivolte verso l’entroterra, scolpite nella lava, alte 22 metri e pesanti anche 165 tonnellate. Da chi e come sono state costruite, cosa simboleggiano? Domande ancora senza risposta, come quelle relative alle Piramidi di Giza. Come hanno fatto gli Egizi a costruirle con proporzioni perfette, senza nessun errore matematico? Come hanno fatto a trasportare i 13 milioni di blocchi di pietra da 5 tonnellate l’uno? Ultima della lista, ma non per questo meno affascinante, è Teotihuacan, la “Città degli Dei” del Messico. Intorno al 600 d.C. era una delle sei città più grandi del mondo, più di qualunque altra città europea, ed era la capitale di una civiltà avanzata. In poco più di 100 anni venne abbandonata e la civiltà scomparve senza lasciare tracce, metodi di scrittura o sistemi di comunicazione. Io a questo elenco aggiungerei anche l’Isola di Lost, mai visto un posto così pieno di misteri… peccato solo che non sia reale…

Scoperta nuova Stonehenge di legno

A Stonehenge hanno fatto una nuova scoperta che rivoluzionerà le teorie fatte dagli storici finora. A poche centinaia di metri dal famoso sito archeologico è stata trovata una replica più piccola e fatta di pali di legno (GUARDA LE FOTO). Secondo le prime analisi, risalirebbe allo stesso periodo, cioè 4500 anni fa. Non è fenomenale? Del resto, gli archeologi inglesi si aspettavano di trovare qualcos’altro nella piana di Salisbury in Gran Bretagna, visto che intorno ai cerchi di pietra, oltre a un altro sito che si chiama Woodhenge, dove i cerchi sono delimitati da alberi pietrificati, non c’è nulla se non prati, colline e pecore per decine di chilometri.

Se non siete mai stai a Stonehenge vi consiglio vivamente di farci un salto, magari quest’estate. Lo sapevate che la zona dei Cotswolds, a un centinaio di chilometri da Londra, è molto di moda in questo momento? Ci vanno tutti i vip, da Kate Moss ai reali d’Inghilterra. Mancate solo voi!

Solstizio d’estate a Stonehenge

stonehenge-470.jpg

Come ogni anno, per il solstizio d’estate del 21 giugno, il giorno più lungo dell’anno, migliaia di persone si danno appuntamento a Stonehenge, a Salisbury Plain, il sito preistorico più famoso del mondo che si trova in Inghilterra, a un’ottantina di chilometri da Londra. Santoni, druidi, adepti della New Age, neo-pagani e ogni sorta di pseudo-religiosi trascorrono la notte precedente sul prato tra i famosi monoliti (GUARDA LE FOTO) cantando, ballando e festeggiando, in attesa del sorgere del sole per dare il benvenuto all’estate. Quest’anno, ad attendere l’alba alle 4.52, c’erano almeno 20mila persone (l’anno scoso erano in 36mila)!

Non so se abbiate mai avuto l’occasione di andare a Stonehenge (se non ci siete mai stati trovate una scusa per vederlo almeno una volta nella vita!), ma vi assicuro che il sito non è così grande da ospitare tutte queste persone! Sarebbe un peccato se qualcuno lo rovinasse, no? Secondo gli esperti, i megaliti e i cerchi di pietra si trovano lì più o meno dal 3.000 a.C., il sito attira all’incirca 750.000 visitatori l’anno ed è la prima attrazione turistica della Gran Bretagna, nonché tra i luoghi più visitati al mondo. Non pensate che dovrebbe essere protetta dalle orde di hippie?

I 5 luoghi mistici della Terra

isola-di-pasqua-470.jpg

Se avete girato il mondo vi sarete imbattuti certamente in alcuni luoghi che hanno lasciato qualche dubbio in voi. Mi riferisco alla piramidi d’Egitto o ai monoliti di Stonehenge, in Gran Bretagna, per esempio. Ebbene, secondo wachyowl.com sulla Terra esistono almeno cinque siti definiti ‘mistici’ (GUARDA LE FOTO), di cui non si sa nulla di certo e che ancora oggi fanno arrovelare il cervello degli scienziati di tutto il mondo. Il luogo più mistico del mondo sarebbe l’Isola di Pasqua, in Cile, con le sue statue ‘moai’. Costruite dalla popolazione Rapa Nui, di questa non si sa nulla, né da dove venisse e neppure dove sia finita.

Un altro mistero è quello dei cerchi di pietra a Castlerigg, in Inghilterra. Non si sa chi li abbia posizionati, ma la loro composizione riprende il profilo delle colline circostanti. Infine, molti di coloro che sono stati in Messico si saranno domandati come si sono formati i ‘cenote’, quei buchi pieni d’acqua profondi anche centinaia di metri. Nessuno ha saputo dare una risposta, ma, se l’avete, tutto il mondo ve ne sarà grato!

Solstizio d’estate a Stonehenge

stonehenge1.jpg

A Stonehenge, vicino alla città di Amesbury e a circa 80 km da Londra, in Gran Bretagna, il 21 giugno circa 36.000 persone hanno atteso il sorgere del sole per festeggiare il solstizio d’estate, il giorno più lungo dell’anno.

stonehenge2.jpg

Secondo i media britannici quest’anno c’è stato un record di presenze, tra ecologisti, new age e neo-hippy, che alle ore 04.58 si sono radunati intorno al monumento neolitico (guardatelo dal satellite!) eretto tra il 3.000 e 1.600 a.C., aspettando l’alba. Molti hanno dormito addirittura sotto le stelle, protetti dagli antichi megaliti sistemati in circolo.

stonehenge3.jpg

Le pietre di Stonehenge sono allineate con un significato particolare ai punti di solstizio ed equinozio. Alcuni sostengono che rappresenti un antico osservatorio astronomico, anche se il suo uso è tuttora poco chiaro anche agli esperti. Comunque, peccato non esserci stata, credo sarebbe stata una bella esperienza. Me lo devo segnare sul calendario per l’anno prossimo!