Londra vista dall’elicottero

Se siete appassionati di città d’arte, qualsiasi capitale decidiate di visitare quest’estate, non perdetevi un tour panoramico in elicottero. Il più famoso è il giro sopra i grattacieli di Manhattan. Ma oggi sono molte le città che organizzano visite dall’alto, a prezzi tutto sommato abbastanza abbordabili. Il tour di Londra in elicottero, per esempio, costa intorno ai 130 euro, ma ne vale assolutamente la pena.

(GUARDA LE FOTO DI LONDRA VISTA DALL’ELICOTTERO)

Si sorvolano gli edifici vittoriani, i viali, le piazze e i monumenti storici. Da Trafalgar Square, con la colonna di Nelson e la National Gallery, alla ruota panoramica, il London Eye sulle rive del Tamigi, dall’osservatorio di Greenwich al futuristico grattacielo di Renzo Piano, lo Shard of Glass, che sarà pronto per le Olimpiadi del 2012. Se non soffrite di vertigini ve lo consiglio vivamente!

New York: grattacielo orizzontale

A Manhattan pare sia rimasto poco spazio anche per costruire nuovi grattacieli. Ecco allora che l’architetto Chris Precht ha presentato il progretto del primo grattacielo orizzontale, il NYbillboard. Un enorme edificio di cristallo che collegherebbe Brooklyn, Liberty Island e Staten Island. Il grattacielo sarebbe, oltre che rivoluzionario, soprattutto ecosostenibile.

(GUARDA LE FOTO DEL GRATTACIELO ORIZZONTALE)

Il 20% della facciata, infatti, servirebbe per coltivare alghe biologiche. Ci sarebbero pannelli solari e fotovoltaici sul tetto e su buona parte dell’edificio. All’interno ospiterebbe appartamenti, uffici, un hotel, un teatro, un ostello, una piscina, un ristorante, una biblioteca, un museo, un garage per il car sharing, il supermercato e molti spazi comuni. Non si sa ancora se sarà realizzato davvero, ma si sa già che, nel caso, diverrebbe una delle principali attrazioni di New York. Siete d’accordo?

Nuovo grattacielo a New York

A Manhattan è spuntato un nuovo grattacielo. E che grattacielo! Firmato Frank O’Gehry, lo stesso del Guggenheim di Bilbao, della Casa danzante di Praga e di tanti altri edifici dallo stile inconfondibile, il New York by Gehry è un edificio alto 265 metri ed è attualmente il grattacielo residenziale più alto dell’emisfero occidentale. Interamente fatto d’acciaio inossidabile, cambia colore con la luce del sole e, per via delle forme morbide, sembra si muova spostato dal vento che soffia sempre a New York City. Avete presente?

(GUARDA LE FOTO DEL NUOVO GRATTACIELO DI NEW YORK CITY)

I 76 piani del grattacielo ospitano appartamenti di lusso e molte sale comuni, come la biblioteca, la palestra, la piscina, la sala giochi e il terrazzo per i barbecue (molto ‘American’!). Inoltre, sono caratterizzati da ampie vetrate che permettono di godere di un panorama mozzafiato su Manhattan. Da una parte si vede il Woolworth Building dall’altra l’Hudson River con tutti i ponti per finire con lo skyline dell’Empire State Building, del Chrysler e di Central Park. Come mi piacerebbe avere uno di questi appartamenti. A voi no?

Le città più visitate dai turisti

L’organizzazione Euromonitor International ha rilasciato una classifica delle dieci città più visitate del mondo. Sul podio si posizionano le tre città immortali: Londra, al primo posto, seguita da Bangkok, capitale e più grande città della Thailandia, e Singapore. In quarta posizione Kuala Lumpur, la più grande città della Malesia, seguita da Antalya, città sulla costa mediterranea della Turchia.

(GUARDA LE FOTO DELLE CITTA’ PIU’ VISITATE DEL MONDO)

Nella top ten non potevano certo mancare New York, che occupa il sesto posto, e Dubai, uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti, al settimo. La romantica Parigi, tra le tre metropoli più importanti e influenti al mondo, occupa l’ottavo posto e Istanbul, principale centro industriale e culturale della Turchia, il nono. Infine troviamo Hong Kong, che fa parte della Repubblica Popolare Cinese. Roma si classifica in dodicesima posizione e Milano in 63esima. Siete d’accordo con la classifica?

Nevicate record negli Stati Uniti

sciare-central-park-nyc470.jpg

Non è un bel momento per chi è in partenza per gli States. Negli utilimi giorni (come un mese fa), la costa nord-est degli Stati Uniti è stata colpita da nevicate record, che hanno messo in ginoccho città come New York, Boston, Washington e Chicago. Solo nella Grande Mela nel mese di gennaio, il più nevoso della storia, sono caduti ben 92 cm di neve, battendo il record del 1925. A farne le spese, il traffico autostradale, ma anche quello aereo. Negli scali newyorkesi di JFK e Newark sono stati annullati centinaia di voli. Ma per noi che siamo rimasti a casa, al calduccio, lo spettacolo è mozzafiato.

(GUARDA LE FOTO DELLE NEVICATE RECORD NEGLI STATI UNITI)

A New York c’è gente che scia tranquillamente a Central Park. A Boston c’è chi fa sci di fondo per le strade del centro città. Tutto è ricoperto di bianco, tutto è pulito e c’è molta tranquillità, per via dell’assenza di auto lungo le strade. Immaginiamo queste città, solitamente trafficatissime, avvolte dal silenzio. C’è qualcosa di bello anche nel disagio, no? Guardate il video girato da un newyorchese.

Stati Uniti: festa per il Thanksgiving

tacchino.jpg

Gli Stati Uniti festeggiano il Thanksgiving Day, il Giorno del ringraziamento. Come ogni anno, il quarto giovedì di novembre, tutti gli americani si mobilitano per questa festa popolare in ricordo della fine del raccolto. A New York si festeggia con una grande parata per le vie del centro e con enormi palloni gonfiati a forma di cartoons per la gioia dei bambini. A Washington è famosa la grazia che il Presidente degli Stati Uniti, dai tempi di Kennedy, concede a due tacchini (nota come National Thanksgiving Turkey Presentation) i quali, anziché essere cotti nel forno per il tradizionale pranzo di famiglia, vengono risparmiati e fatti mangiare a volontà. Tutti i cittadini americani possono dare un nome ai tacchini fortunati sul sito della Casa Bianca.

La cosa divertente è che uno dei tacchini graziati apre la parata sulla Main Street di Disneyland, volando da Washington a Los Angeles in Prima classe! Il giorno successivo al Thanksgiving è, nella tradizione americana, il Black Friday ovvero il venerdì che da’ inizio, in tutti gli States, alla stagione dello shopping natalizio. Evviva!

New York, i 5 migliori skyline

Se volete godere al massimo di una vista indimenticabile su New York City, non c’è niente di meglio che salire sul tetto di un grattacielo e scrutare Manhattan dall’alto. Il punto panoramico più gettonato è senz’altro l’osservatorio dell’Empire State Building, il più alto grattacielo di New York (almeno, per ora). Si trova a 320 metri d’altezza e si raggiunge con un velocissimo ascensore che porta fino all’86° piano. Molti di voi, come me, ci saranno stati. Ma forse non tutti sanno che di osservatori la Grande Mela è piena. Per esempio, se salite sul Top of the Rock, al 70° piano del Rockefeller Center, potete guardare dritto ‘negli occhi’ proprio l’Empire!

(GUARDA I 5 MIGLIORI SKYLINE DI NEW YORK)

Un po’ meno turistici sono, invece, gli ultimi piani di due ristoranti all’interno di due grandi hotel: The View Restaurant, nel Marriott Hotel, un ristorante girevole – nonché l’unico nel suo genere in tutta New York – e la terrazza esterna del Le Parker Meridien, con vista su Central Park. Se ciò non bastasse, il modo migliore per guardare i tetti di tutti i grattacieli è con l’elicottero. Si sorvola non soltanto Manhattan, ma anche la Statua della Libertà e i cinque distretti di New York. Un’esperienza unica al mondo!

Nuovo grattacielo a New York

Nel 2014 lo skyline di New York sarà diverso. E non solo per lavori di Ground Zero. Se oggi, su tutti i grattacieli di Manhattan, svetta l’Empire State Building, l’edificio più alto della città, il suo primato sarà minacciato dal nuovo 15 Penn Plaza (o Vornado Tower, dal nome del costruttore). Una torre di cristallo alta 363 metri che ospiterà uffici, propio a due passi dall’Empire. L’annuncio sta facendo discutere i newyorchesi, che sono convinti che il nuovo grattacielo farà ombra a quello che oggi è il simbolo della Grande Mela (dopo il crollo delle Torri Gemelle).

(GUARDA LE FOTO DEL 15 PENN PLAZA)

L’Empire State Building risale al 1931 e, ai tempi, era l’edificio più alto del mondo, sorpassando il Chrysler Building (319 m). Oggi, poverino, è solo 15°. Il primato va al Burj Khalifa, alto ben 826 metri, inaugurato lo scorso mese di gennaio a Dubai. Per soddisfare la vostra curiosità, ecco quali sono gli altri grattacieli più alti del mondo: Taipei 101 (2° edificio più alto del mondo, 508 m), Shanghai World Financial Center (3°grattacielo più alto del mondo, 492 m), International Commerce CentreHong Kong (4° con i suoi 484 metri) e Petronas Towers di Kuala Lumpur (5° con 452 metri ciascuno). Ecco un omaggio a New York City.

Un vascello del ‘700 spunta da Ground Zero

vascello.jpg

Incredibile scoperta ieri a New York; durante i lavori per la costruzione di un parcheggio sotterraneo che sorgerà nel sottosuolo del nuovo World Trade Center. A circa 20 metri di profondità sotto Ground Zero, gli operai hanno ritrovato nel fango un vascello del settecento, precisamente una parte dello scafo lunga 10 metri. Dalle prime ricostruzioni pare che la nave sia stata usata per trasportare il materiale di riporto servito per ‘allungare’ la punta di Manhattan, l’odierno Battery Park. (GUARDA LE FOTO)

Ora sono al lavoro squadre di tecnici e di archeologi per cercare di salvare i resti in legno del vascello che, non appena esposto all’aria, ha cominciato rapidamente a deteriorarsi e sgretolarsi. Per fortuna la pioggia caduta nelle stesse ore ha contribuito a preservare il relitto. Le assi rinvenute, perfettamente regolari e puntellate di gusci di ostriche, hanno fugato subito ogni dubbio circa la provenienza, mentre nei pressi è stata trovata anche un’ancora di ferro del peso di 50 chili. Incredibilmente quest’area non era stata toccata durante gli scavi per la costruzione delle torri gemelle negli anni settanta, mentre in un’altra zona di Manhattan, lungo Water Street, nel 1982 venne portato alla luce un mercantile. Se vi interessano i ritrovamenti degli antichi relitti, leggete anche del leggendario Victory.

New York, un bar come Wall Street

bar-stock-exchange-ny470.jpg

Se siete in partenza per New York City, non perdetevi questo indirizzo: The Exchange Bar & Grill, nella zona di Grammercy Park, vicino a Wall Street. Vi sentirete come Gordon Gekko quando dovrete controllare sul tabellone dietro il bancone le quotazioni del vostro drink. A seconda della richiesta del momento, infatti, il prezzo delle ordinazioni oscilla, proprio come accade in una qualsiasi Borsa (GUARDA LE FOTO). Una birra può costare 3 dollari un minuto prima e 4 subito dopo, se è la birra più richiesta del momento.

I clienti si danno un gran daffare proprio come se fossero dentro il New York Stock Exchange, specialmente dopo l’orario di lavoro. Non sono solo le bevande a subire le fluttuazioni del mercato: anche i piatti del menu, dalle ali di pollo alla Caesar’s Salad, variano di 25 centesimi ogni volta che vengono ordinati. E’ davvero divertente assistere alle contrattazioni. Non potendo entrare a Wall Street, ci si può accontentare di questo locale che rende l’idea di ciò che accade all’interno del tempio dell’economia americana.