Solstizio a Manhattan

Accade due volte l’anno ed è un vero spettacolo. Il sole si allinea tra i grattacieli di Manhattan proprio come avviene tra i monoliti presistorici di Stonehenge e attira centinaia di persone che vogliono assistere all’evento. Il fenomeno è chiamato Manhattanhenge o solstizio di Manhattan ed è possibile ammirarlo al tramonto se ci si posiziona lungo le strade nella direzione est-ovest di New York City, guardando verso il New Jersey.

(GUARDA LE FOTO DI MANHATTANHENGE)

Quest’anno il fenomeno si è svolto il 31 maggio e il 12 e 13 luglio alle 20.25. Invece, il solstizio d’inverno lo si può ammirare tra l’inizio di dicembre e l’inizio di gennaio. New York non è l’unica città in cui si può osservare il fenomeno. Anche a Chicago esiste un Chicagohendge che si svolge a settembre. Così come in Canada nelle città di Toronto (Torontohenge) e di Montreal (Montrealhenge). Certo, in Gran Bretagna il fenomento ha tutt’altro richiamo: ogni anno sono circa 20mila le persone, tra cui santoni e druidi, che si radunano intorno alle antiche pietre aspettando il sorgere del sole.

New York: i 10 set più famosi

Empire-State-Building-470.jpg

New York City è la città più gettonata per i set cinematografici. Sono migliaia i film, telefilm, fiction, soap e programmi televisivi ambientati nella Grande Mela. Se visitate New York per la prima volta, ogni angolo di strada vi sarà familiare. Il sito ugo.com ha stilato la classifica delle dieci location più famose viste al cinema o in Tv. Il primo posto in assoluto va all’Empire State Building. Da King Kong che si arrampicava sulla punta stringendo nella mano la povera Fay Wray al mancato appuntamento di Un amore splendido con Deborah Kerr e Cary Grant (e del remake Insonnia d’amore con Meg Ryan e Tom Hanks). Vista e stravista è la pista di pattinaggio sotto il Rockefeller Center. Luogo di incontri, di flirt e di tragedie umane, è tra i set preferiti dai registi che girano d’inverno. Avete mai visto un attore che non facesse jogging a Central Park? Impensabile! Il parco cittadino è decisamente una location che si adatta a ogni tipo di pellicola. Come dimenticare la storia strappalacrime di Autumn in New York? Ma anche scorrazzate in carrozza, gite in barca o pestaggi tra bande rivali.

(SFOGLIA LA GALLERY DEI 10 SET PIÙ GETTONATI)

Nella top ten compaiono anche Wall Street (set degli omonimi film con Michael Douglas), la Public Library (sommersa nella neve in The day after Tomorrow), il negozio di giocattoli Fao Schwarz nei film/telefilm sul Natale, il dipartimento di polizia di New York (la lista di pellicole qui sarebbe infinita) e persino la casa di Carrie, eroina di Sex and the City. Io inizierei da quest’aultima. E voi?

New York invasa da pianoforti

Se siete in partenza per New York City, ecco una delle nuove attrazioni che troverete in città: 60 pianoforti lungo le strade principali e più frequentate, da Times Square a Brooklyn a Battery Park, ma anche alle fermate degli autobus e nelle stazioni ferroviarie. Chiunque passi davanti a un piano, dalle 9 alle 22, può sedersi e mettersi a suonare (GUARDA LE FOTO). E’ tutto gratis! Businessmen, ragazze in giro a fare shopping, mamme con bambini, turisti, tutti possono divertirsi e, se sono bravi pianisti, anche divertire il pubblico che si ferma ad ascoltare.

L’iniziativa si sta svolgendo anche a Londra (per la seconda volta). Sì perché l’idea, chiamata ‘Play Me, I’m Yours’, è venuta a un artista inglese, Luke Jerram, che aveva già sperimentato gli street piano con grande successo a Londra, Barcellona, Bath e Bristol lo scorso anno. E prima di allora l’happening si era svolto a Sydney e a San Paolo. I possimi appuntamenti sono a Belfast, Pécs (Capitale europea della cultura 2010) e San José (California). I pianoforti resteranno per le strade della Grande Mela fino al 5 luglio, poi saranno donati ad alcune scuole newyorchesi. Guardate e performance in questo video.

Tutti in mutande in metrò

no-pants-subway-ride-470.jpg

Ieri a New York City e a Londra erano tutti in metropolitana in mutande! La corsa più pazza del mondo, che negli Stati Uniti si chiama No pants subway ride e in Gran Bretagna No trousers on the tube day (GUARDA LE FOTO), è stata una piacevole scorrazzata per la metropolitana (GUARDA IL VIDEO), nonostante il freddo. Aperta a tutti, la corsa ha preso il via da diversi punti delle città. Bastava avere il biglietto della metrò e uno zainetto dove riporre i vestiti una volta saliti sul vagone. Durante la corsa, che si svolge ogni anno, si scende alle varie fermate, sempre in mutande, e si prende il treno successivo, sotto gli sguardi incuriositi degli altri passeggeri.

Questo happening ha avuto talmente tanto successo negli anni che, oltre a Londra e New York, viene organizzato in altre città del mondo, da Adelaide ad Amsterdam a Buenos Aires. In Italia non ci ha ancora pensato nessuno. E se la organizzassimo noi?

NYC: itinerario della ‘line 7’

Ho una dritta da dare a tutti coloro che intendono andare a New York. Se prendete la linea 7 della metropolitana cha va da Times Square al Queens (o viceversa) potrete godere di un panorama mozzafiato sullo skyline di Manhattan (GUARDA LE FOTO). Si tratta di una linea che viaggia in esterno per quasi tutto il percorso. Attraversa alcuni quartieri etnici come quello dei latinos (i sudamericani che vivono negli Stati Uniti), quello asiatico, quello italiano (allo ‘Spaghetti Park’ troverete gli emigrati italiani che giocano a bocce) ecc.

Per questo dai newyorchesi viene comunemente chiamata International Express ed è considerata un National Heritage Trail, un percorso storico. Infatti, comprende alcune delle strade percorse dai pionieri americani diretti verso il selvaggio West. Dal finestrino del vagone della metro si può godere di una vista impagabile (GUARDA LE FOTO). E’ un itinerario fuori dal comune che vi consiglio assolutamente di provare! Costa solo 2,25 dollari.

Indovina chi viene a casa

 

Per chi sta cercando un alloggio a: New York, Boston, Chicago e Toronto, ho scovato questo “social rental” dove poter affittare case, loft, monolocali e stanze per un breve periodo, solitamente arredati e vuoti (i padroni di casa dovrebbero essere assenti!).
E’ un servizio davvero originale, veloce e funzionale. E ci sono un sacco di proposte convenienti.
Il sito si chiama Roomorama.