Le 10 attrazioni turistiche italiane

Tripadvisor ha stilato una classifica delle migliori attrazioni turistiche gratuite d’Italia. Per un Paese ricco di storia e monumenti come il nostro, non è facile scegliere, ma l’opera architettonica italiana che colpisce di più in assoluto è la Basilica di San Pietro di Roma, seguita dal Duomo di Milano e dal Pantheon romano. Seguono il piazzale Michelangelo a Firenze e il Canal Grande di Venezia.

(GUARDA LE FOTO DELLE 10 ATTRAZIONI TURISTICHE ITALIANE)

In sesta posizione la Basilica di San Francesco, Assisi, in settima piazza San Marco a Venezia e in ottava i Trulli di Alberobello in provincia di Bari. Ultime classificate, ma non per questo meno belle e suggestive, piazza del Campo a Siena e la Basilica di Santo StefanoBologna. E voi siete d’accordo con questa classifica?

10 curiosità su 10 monumenti

Durante i miei viaggi, navigando in rete o leggendo le guide di viaggio ho scoperto alcune curiosità sui dieci monumenti più famosi del mondo (GUARDA LA GALLERY). Ho trovato anche delle cose interessanti sui nostri monumenti, come la Torre di Pisa (che è curva, lo sapevate?) e il Colosseo (che cambia le luci se una sentenza di morte viene cancellata), ma anche sulla muraglia cinese (per esempio, che non è vero che si vede a occhio nudo dalla Luna!), sulla piramide di Giza (che per ben 43 secoli è stata la costruzione più alta della Terra), sul Taj Mahal (che è la tomba di una principessa), sul Grand Canyon, sulla Statua della Libertà, sulla Torre Eiffel (il monumento turistico a pagamento più visitato al mondo) o sul Monte Rushmore, quello con i busti dei Presidenti americani.

Ma la curiosità più ‘curiosa’ è questa: tra i 10 monumenti più famosi al mondo c’è anche il Colosso di Rodi, che nessuno ha mai visto né visitato. Infatti, si inabissò nel mare durante un terremoto che colpì Rodi nel lontano 226 a.C., ma resta comunque una delle sette meraviglie del mondo antico e tra i monumenti più famosi del mondo.

10 siti archeologici a rischio

Se lo sapesse Indiana Jones si metterebbe le mani nei capelli. Nel mondo sono centinaia i siti archeologici che stanno scomparendo. I motivi sono i più vari: dall’incuria alle guerre alla povertà. In India, in Ucraina, ad Haiti, in Kenya, ci sono monumenti costruiti dai nostri avi che stanno letteralmente perdendo i pezzi. Bisogna fare subito qualcosa per salvarli. L’allarme è stato lanciato dal Global Heritage Fund che ha fatto l’elenco dei siti da salvare urgentemente (GUARDA LE FOTO). La città di Ani, per esempio, al confine tra Turchia e Armenia, nell’XI secolo ero uno splendore. Ora né i turchi né gli armeni se ne curano. Ninive, in Iraq, sulla riva sinistra del Tigri vicino a Mossul, era la capitale del regno assiro. Pensate che il primo documento in cui si parla di questo luogo risale al 2280 a.C. e oggi è ridotto davvero molto male. Mahasthangarh è il centro abitato più antico del Bangladesh (III secolo a.C.), ma è stato scoperto solo nel 1931. Di questo posto si parla pochissimo nelle guide di viaggio.

E pensare che, se questi siti fossero restaurati, i turisti giungerebbero da ogni parte del mondo apposta per visitarli e anche l’economia di questi Paesi ne trarrebbe un enorme vantaggio. Non siete d’accordo?

Giornate europee del patrimonio

Sabato 25 e domenica 26 settembre ricorrono le Giornate europee del patrimonio 2010. Tanti i monumenti e i musei gratuiti (o a ingresso ridotto) da visitare in Italia. Vi consiglio di approfittarne per organizzare un weekend last minute a Roma o a Firenze, dove hanno aderito la maggior parte dei luoghi turistici più interessanti. Ma ci sono anche delle chicche che, se potete, non dovete assolutamente perdervi (GUARDA LA GALLERY DEI 10 MONUMENTI IMPERDIBILI). Per esempio, se siete dalle parti di Andria, in Puglia, andate a Castel del Monte, costruito Federico II, una fortezza unica al mondo che è divenuta Patrimonio Unesco.

Se vi trovate dalle parti di Mantova per una delle tante sagre della zucca, non mancate una visita a Palazzo Ducale, le cui pareti sono affrescate in modo eccelso. Se, invece, vi trovate nel centro-Italia, allora approfittatene per ammirare i mosaici della Basilica di Sant’Apollinare in Classe a Ravenna e magari anche il Mausoleo di Teoderico. Le Giornate del patrimonio si festeggiano in 49 Paesi europei fin dal 1991 e sono 30.000 i luoghi e i monumenti coinvolti. Io andrò sicuramente a visitarne qualcuno, e voi?

Il turismo uccide i paradisi

pericolo-turismo-470.jpg

Viaggiare è la cosa più bella del mondo e, ormai, tutti si muovono e vanno ovunque. Anche nei luoghi più reconditi della Terra. A questo punto, però, sorge un problema: molti monumenti e luoghi incontaminati stanno per essere distrutti dal turismo di massa. Il sito GreenMe ha stilato la classifica delle località maggiormente rovinate dai turisti. Mi è bastato leggere le prime dieci (SFOGLIA LA TOP 10) perché mi tremassero le vene ai polsi. L’area più in pericolo al mondo è il Machu Picchu, sulle Ande, in Perù, Patrimonio dell’Umanità. Da quando è stata scoperta (1911), ci sono passati milioni di visitatori ogni anno. Al secondo posto si trova la Grande Barriera Corallina, in Australia, formata da miliardi di organismi viventi e, talmente vasta, da essere visibile dallo spazio! Le terze a trovarsi in pericolo per via del turismo sono le Isole Galapagos, Ecuador, tanto che il governo aveva pensato di ‘chiuderle’ definitivamente. Per ora il pericolo è scampato, ma non è detto…

Oltre ai paesaggi naturali, però, ci sono antichi monumenti che stanno subendo un serio deterioramento. Come il sito archeologico di Teotihuacan, in Messico, le rovine di Angkor Wat, in Cambogia, Stonehenge, in Gran Bretagna (dove, solo lo scorso 21 giugno, si sono radunate 20mila persone!), il Taj Mahal, in India. Guardate quanta gente sta viaggiando su questo treno, per esempio. Non vi sembra esagerato?

Monumenti più visitati: top 10

monumenti-piu-amati-470.jpg

Sapevate che il monumento più amato dai turisti di tutto il mondo è la Tour Eiffel? Forse lo immaginavate già. Ma non sapevate che subito dopo viene la Basilica di San Pietro seguita dal Taj Mahal, nel Rajasthan, in India E’ una classifica dei dieci monumenti turistici più amati dai viaggiatori (GUARDA LE FOTO) uscita di recente in base a un sondaggio. Su dieci, tre si trovano negli Stati Uniti (Golden Gate 4°, Empire State Building 5° e Statua della Libertà 6°).

Gli altri sono l’Opera House di Sydney (7° posto), la Sagrada Familia a Barcellona (8° posto), l’Acropoli di Atene (9° posto) e la statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro (10°). Stranamente non c’è il Big Ben di Londra (che però si trova subito all’11° posto, seguito dalla ruota panoramica London Eye). Ma di monumenti italiani non ce n’è nessuno? Ragazzi, protestiamo!

Monumenti sotto la neve

stonehenge-470.jpg

Se vi capita di viaggiare in questo periodo, le città che visiterete vi appariranno sotto un altro aspetto. La neve che cade copiosa ovunque ha ricoperto tutti i monumenti di bianco (GUARDA LE FOTO). Le città e le strade sono ovattate, le luci dei lampioni soffuse, le stalattiti che scendono dai tetti e dai balconi rinfrangendo la luce creano effetti multicolore. Un vero spettacolo. Luoghi già meravigliosi, molto amati dai turisti, come Stonehenge, Praga, Berlino, Parigi sono ancora più suggestivi. Sui canali di Amsterdam, per esempio, si pattina (GUARDA IL VIDEO QUI SOTTO)!

Vi consiglio di approfittare delle tante offerte low cost di questo periodo per andare a vedere questi posti in inverno. Magari fa un po’ più freddo per fare turismo, ma ne vale assolutamente la pena!