Arriva la tassa di soggiorno

Da oggi a Venezia entra in vigore la tassa di soggiorno per i turisti. Per una notte si può sborsare fino a 5 euro. Le tariffe cambiano in base alla zona della città lagunare, ai servizi e all’età. Se si soggiorna per più di 5 giorni, però, non si paga nulla. Nessuna tassa per chi alloggia negli ostelli. I Comuni italiani stanno attraversando una crisi economica e l’introduzione della tassa di soggiorno, che dovrebbe entrare in vigore in tutte le località turistiche del Paese dal 2012, poterà alle casse ingenti somme di denaro. La tassa di soggiorno è già stata introdotta a Roma, Milano e Firenze.

(GUARDA LE CITTÀ D’ITALIA IN CUI SI PAGA LA TASSA DI SOGGIORNO)

Anche alle isole Eolie c’è la possibilità che venga istituita una tassa di soggiorno per combattere il turismo mordi-e-fuggi, ma le associazioni degli albergatori non sono d’accordo e preferiscono chiedere un ticket ai turisti che sbarcano sulle isole della Sicilia. Ci sta pensando anche il comune di Matera, la città più turistica della Basilicata nonché Patrimonio dell’Unesco così come la costiera sorrentina. Siete d’accordo con l’introduzione della tassa di soggiorno in Italia?

Malpensa, il museo del volo

A due passi dall’aeroporto di Malpensa, alle porte di Milano, si trova Volandia, un parco tematico con tanto di museo dedicato al volo. In questi giorni è stato inaugurato un padiglione dedicato ai viaggi spaziali. All’interno, infatti, è stata ricostruita la ISS (Stazione spaziale internazionale) su cui si possono rivivere le sensazioni provate dai nostri astronauti Paolo Nespoli e Roberto Vittori. Compresa la sensazione di trovarsi a ben 400 km d’altezza! Si può anche simulare una passeggiata sul suolo della Luna e di Marte, guardare le stelle attraverso il telescopio Hubble e viaggiare tra le galassie in 3D.

(GUARDA LE FOTO DEL MUSEO DEL VOLO)

Nelle sue cinque aree tematiche suddivise in 60mila metri quadri, Volandia ripercorre la storia del volo con 40 velivoli e 16 postazioni di volo simulato. Una sala è anche dedicata al primo volo fatto all’aeroporto di Malpensa, con un biplano Caproni Ca.1 il 27 maggio del 1910. All’esterno, si può provare l’ebbrezza di un volo in mongolfiera.

Turismo, le 10 città più care

luanda-angola-470.jpg

E’ appena uscita la classifica annuale delle città turistiche più care del mondo stilata da Mercer. Se finora la più costosa era Tokyo, quest’anno è stata scalzata dalla capitale dell’Angola, Luanda. Non è proprio una città affollata di turisti, ma se si decide di andare a fare un viaggio da quelle parti, è importante sapere che non è assolutamente a buon mercato. La metropoli giapponese passa comunque al secondo posto, seguita da un’altra città africana, N’djamena, nel Ciad (neppure questa molto gettonata dai turisti). La top 10 prosegue con Mosca (4° posto), Ginevra (5°), Osaka (6°), Libreville, nel Gabon (7°), Zurigo (8°), Hong Kong (9°) per finire con Copenhagen, in Danimarca. La classifica arriva fino al 50° posto.

Le nostre Milano e Roma si trovano rispettivamente al 15° e al 26° posto. La Capitale è persino più cara di New York, che si colloca alla 27^ posizione. Agli ultimi posti (50°) a pari merito si trovano Francoforte e Abu Dhabi. Penultima Barcellona e terzultima Praga. Se siete in procinto di organizzare un viaggio, ecco allora le mete da scegliere. 

I viaggi ora si barattano

swap-vacanze.jpg

In tempo di crisi, l’ultima tendenza è il baratto. Dai libri agli abiti e, adesso, anche le vacanze, gli swapper impazzano! A Milano, sui Navigli, da oggi fino a domenica 12 giugno, si tiene la prima kermesse dedicata al nuovo fenomeno: Swap Vacanze. Io andrò sicuramente a dare un’occhiata perché adoro il turismo eco-sostenibile! Si possono barattare splendide ville su spiagge da sogno, mega-yacht altrimenti inavvicinabili, ma anche il gommone, la roulotte, il semplice bikini o gli occhiali da sole. Basta portare una fotografia di ciò che si vuole barattare.

Le vacanze swap sono anche l’occasione, visto il periodo, per conoscere le nuove tendenze di viaggio, come lo scambio-casa, il couchsurfing (per dormire sul divano altrui) e il car-sharing che sta già avendo parecchio successo nelle città. Se avete qualcosa da scambiare, fate un salto anche voi oppure cercate gli annunci online.

Per corti e cascine

cascina-470.jpg

Se non sapete cosa fare domenica 16 maggio, andate ‘Per corti e cascine‘. In tutta la Lombardia si svolge la 13esima edizione di una rassegna molto amata. Da Mantova a Como, da Milano a Brescia, da Lecco a Sondrio e nelle campagne circostanti le fattorie e gli agriturismi, almeno un centinaio in tutta al regione, aprono le porte ai turisti. Ci sono degustazioni di ogni sorta, ma si può anche provare a vivere da contadini: mungere le mucche, nutrire i vitellini, raccogliere le uova e strigliare i cavalli. Non è divertente?

Chi lo desidera può anche acquistare i prodotti freschi e ‘bio’ e portarseli a casa. L’iniziativa è promossa dalla Confederazione italiana agricoltori e da Turismo verde della Lombardia. Già che ci siete, guardate se c’è anche qualche bella sagra!

Giornata mondiale della lentezza

giornata-lentezza-2010-milano470.jpg

Il 15 marzo si celebra la Giornata mondiale della lentezza. L’idea (stupenda!) è venuta quattro anni fa all’associazione onlus l’Arte di vivere con lentezza e ha lo scopo di ricordarci che dobbiamo riappropriarci del nostro tempo. Sono previste diverse iniziative, tra cui giochi, spettacoli e maratone della lentezza, nelle principali piazze. A Milano e a Genova, per esempio, funzionerà il “passovelox” (GUARDA LE FOTO) e verrà data una multa a chi trasgredisce alle regole della lentezza.

La giornata è ‘sentita’ anche all’estero. Tra le città più coinvolte ci sono New York, Amsterdam, Tokyo e Shanghai (in Cina dura addirittura fino al 19 marzo!). Allora, ragazzi, almeno oggi, stiamo calmi. Ok?

Tutte le Statue della Libertà

statua-liberta.jpg

Ho letto che tra le statue del Duomo di Milano c’è anche una Statua della Libertà. Non l’avevo mai notata, ma la prossima volta che passerò davanti alzerò lo sguardo per guardarla. La statua, molto più piccola di quella di New York, risale al 1810 ed è opera dello scultore Camil­lo Pacetti. Potrebbe essere stata usata come modello da Frédéric Auguste Bartholdi per costruire ‘Miss Liberty’. Sapevate che nel mondo esistono tantissime repliche (GUARDA LE FOTO) della Statua della Libertà?

Campionato di barbecue

griglie-roventi.jpg

Puntuale come l’estate arriva il momento del barbecue. E in Italia quattro anni fa è nata una originalissima gara che si chiama Griglie Roventi. Il campionato del mondo richiama ogni anno esperti della grigliata dai cinque continenti. I campioni in carica, che vengono dal Marocco, dovranno difendersi da 129 coppie sfidanti pronte a sfoderare ogni trucco, sia culinario sia coreografico, per conquistare la giuria e aggiudicarsi il trofeo. Il primo appuntamento è per il 21 giugno a Belluno. Poi sarà la volta di Milano (28 giugno). L’11 luglio la gara si sposterà a Villach, in Carinzia (Austria), mentre la sfida finale si terrà a Caorle il 23 luglio. Io sarò di sicuro a Milano, ma mi viene voglia di seguire l’intero itinerario culinario! Non solo per assistere all’avvincente competizione, ma per mangiarmi dei veri hamburger alla griglia! Ne vado matta… Anzi, se volete cucinare bene dei veri hamburger americani, vi suggerisco questo video (è in inglese, ma tanto da veri viaggiatori lo sapete, no?)

Se scappi ti sposo…

wedding-run.jpg

La mia amica che era in centro a Milano ieri mi ha raccontato di aver visto due spose sfrecciarle davanti correndo come fossero possedute. Scappavano dal promesso sposo perché avevano cambiato idea? Cosa le ha spaventate così tanto? Io, che ho girato il mondo e so che esistono tanti modi per sposarsi, le ho dovuto raccontare che si trattava semplicemente della wedding run, una nuova moda scoppiata negli Stati Uniti e ora giunta anche da noi. E’ una sorta di addio al nubilato. Le future spose si mettono d’accordo sui vari social network e si danno appuntamento per una corsa liberatoria prima di farsi incatenare ai fornelli. Ieri è stata a Milano. La prossima wedding run sarà a Roma. Se siete interessate (solo per le donne), restate connesse che vi terrò aggiornate!

Il fenomeno ‘frozen’ anche in Italia

frozen.jpg

Avete sentito parlare del nuovo fenomeno chiamato frozen’ che, dopo avere invaso tutto il mondo, è sbarcato anche da noi? E’ successo a Roma, a Milano, a Messina e in tante altre città d’Italia ed è troppo divertente. Le persone che camminano per le strade e nelle piazze improvvisamente si immobilizzano e restano ferme nelle posizioni più assurde per alcuni secondi. Naturalmente loro sono tutti d’accordo, infatti si danno appuntamento sul web e concordano giorno, ora e luogo. Ma chi è ignaro dell’evento, come è accaduto a me, resta di stucco. E’ una sorta di gioco, ma anche una moda, una tendenza e sono ormai migliaia le persone che lo fanno, da New York a Londra, da Madrid a Parigi. E tu, l’hai mai fatto?