I ponti più green del mondo

Chi ha detto che un ponte high tech e ultramoderno non possa anche rispettare l’ambiente? Sembra proprio che l’ecocompatibilità sia il problema più pressante degli ultimi anni. Le ultime strutture realizzate nel mondo tengono conto sia dell’aspetto estetico sia del fattore ‘green’. A Brisbane, in Australia, per esempio, hanno costruito un bellissimo ponte, il Kurilpa Bridge, illuminato con energia solare. E’ il ponte pedonale più lungo nel suo genere e utilizza luci Led alimentate da 84 pannelli solari. Un altro ponte solare è stato realizzato a Copenhagen, in Danimarca. E’ formato da due torri fotovoltaiche riscaldate (o raffreddate, a seconda della stagione) da energia idroelettrica.

(GUARDA LA GALLERY DEI PONTI)

Sono praticamente immersi nella foresta e si integrano perfettamente con l’ambiente i ponti di Singapore e dell’isola di Langkawi, in Malesia. Il primo, che attraversa il parco Telok Blangah Hill, permette al visitatore di toccare letteralmente con mano le foglie degli alberi. Il secondo, lo SkyBridge, è una meraviglia dell’ingegneria moderna, fatto di curve e di un deck panoramico da cui ammirare l’arcipelago di 99 isole. Spettacolare sarà, infine, il ponte sul Tamigi che è in fase di costruzione a Londra: qui le piante rampicanti faranno parte della struttura e sarà raccolta l’acqua piovana da ridistribuire all’intera città. Non è meraviglioso?

Salviamo le barriere coralline!

E’ scattato l’allarme per difendere le barriere coralline del Triangolo dei coralli, al largo delle coste di 6 Paesi del sud-est asiatico: Timor Est, Isole Salomone, Filippine, Malesia, Papua Nuova Guinea e Indonesia (GUARDA LE FOTO). Le barriere coralline, infatti, potrebbero sparire entro la fine del secolo a causa del surriscaldamento della Terra e dell’aumento della temperatura degli oceani che farebbe innalzare il livello dell’acqua. Alle Maldive qualche settimana fa il governo ha organizzato un summit sott’acqua per attirare l’attenzione sul gravissimo problema.

Calpevoli di di questo scempio non sono solo i ‘grandi della Terra’ ma anche noi, fan (sempre più numerosi) dello snorkeling e delle immersioni che, ogni giorno, invadiamo questi paradisi sommersi e che spesso portiamo a casa un souvenir corallino… Ragazzi, non fate scempio dei nostri mari e contribuite a salvare il pianeta. Io lo faccio già!