In Asia per l’eclissi del secolo

002-eclissi-asia.jpg

Questa notte, quando da noi erano le 3, mezza Asia è rimasta al buio per circa 6 minuti per l’eclissi più lunga del secolo. E’ stata percepita dall’India al Giappone alla Cina per circa 250 km. Miliardi di persone, tra cui tantissimi turisti accorsi in Oriente solo per l’occasione, hanno assistito all’evento eccezionale.

001-eclissi-asia.jpg

In India hanno fatto riti propiziatori, in Giappone hanno fatto indossare gli occhiali da sole persino agli animali degli zoo. Ma pare siano state tantissime le persone che, per scaramanzia, si sono chiuse in casa per tutta la durata dell’evento.

003-eclissi-asia.jpg

Tra l’altro, manco a farlo apposta, l’eclissi è avvenuta proprio in occasione dei festeggiamenti per  il 40° anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna! Peccato, però, che in alcune città l’eclissi sia stata rovinata dal brutto tempo e dalle nuvole, come a Shanghai. Per assistere a un’eclissi lunare di tale portata bisognerà aspettare 120 anni. Consoliamoci guardando l’eclissi di questa notte!

Diventiamo tutti astronauti!

gravita-0.jpg

Il 20 luglio 1969, Neil Armstrong, astronauta dell’Apollo 11, poggiò piede sulla Luna. A 40 anni di distanza anche noi possiamo diventare astronauti come lui. O quasi. Nel senso che possiamo fare viaggi ai confini dello spazio. Nella Città delle Stelle, vicino a Mosca, per esempio, si possono trascorrere 3 giorni al Gagarin Cosmonaut Training Center e provare l’effetto ‘centrifuga’ dei cosmonauti (gli astronauti russi si chiamano così) e vivere le sensazioni di una passeggiata nello spazio perfettamente simulata.

MIG-29.jpg

Sempre in Russia, si può volare ai confini dello spazio a bordo di un MIG 31. Negli Stati Uniti, invece, a Cape Canaveral, Florida, al Kennedy Space Center, Nevada, e a San José, California, da dove partono tutti i voli spaziali della Nasa, si può provare cosa significa assenza di gravità sulla Luna e addirittura su Marte.

StarCity.jpg

Se le simulazioni, però, non vi soddisfano abbastanza, potete prenotare un posto sullo SpaceShipTwo della Virgin Galactic che vi consentirà di osservare la Terra da oltre 100.000 m d’altezza!