27 marzo: Earth Hour 2010

golden-gate-470.jpg

Sabato 27 marzo spegniamo tutte le luci, almeno per un’ora, e aderiamo tutti alla Earth Hour, l’ora della Terra, che si celebra in tutto il mondo. L’happening, organizzato dal WWF, riscuote un enorme successo già da qualche anno, dall’Australia alla Cina, dalla Francia agli Stati Uniti fino all’Italia, per un totale di oltre 4000 città in 120 Paesi. Per un’ora, dalle 20.30 al 21.30, i principali monumenti simbolo delle capitali mondiali resteranno spenti (GUARDA LE FOTO PRIMA E DOPO) per contribuire in modo significativo a ridurre i gas serra e i loro effetti sul clima. Dal Golden Gate Bridge a San Francisco alla CN Tower di Toronto. Anche il Castello Sforzesco a Milano, la fontana di Trevi a Roma e tanti altri edifici si spegneranno.

Ogni Paese ha anche il proprio testimonial d’eccezione. Per l’Italia è sceso in campo per il secondo anno consecutivo Francesco Totti. Nel video promozionale qui sotto non sono riusciti a fargli pronunciare ‘Earth Hour’, ma tant’è. L’importante è che ci creda! Io spegnerò sicuramente le luci di casa almeno per un’ora, e voi?

Earth Hour: luci spente il 28 marzo

erath-day-2009.jpg
Il 28 marzo dalle 20.30 alle 21.30 siamo tutti invitati a spegnere le luci per l’evento mondiale Earth Hour, l’ora della Terra. Hanno risposto all’appello del WWF anche personaggi del mondo dello sport, come il nostro simpaticissimo Francesco Totti, e dello spettacolo. L’idea è nata in Australia nel 2007. Quell’anno a Sydney oltre 2 milioni di persone hanno spento le luci di casa e dell’ufficio. L’evento ha avuto talmente tanta risonanza che nel 2008 hanno aderito 370 città in 35 Paesi per un totale di 50 milioni di persone. Per quest’anno l’obiettivo è di un miliardo di persone in 83 Paesi! Io sarò una di quelle. E tu?