Ostelli a 5 stelle

Non ci sono più gli ostelli di una volta, con camerate, bagni in comune, sporcizia e rumore. Oggi anche gli ostelli si sono rifatti il look. Pur mantenendo il concetto della stanza in comune, molti offrono anche camere singole e doppie con tanto di toilette. Insomma, nessuna differenza tra un ostello e un albergo, se non per il costo che rimane sempre piuttosto basso (intorno ai 20 euro a notte). Belli, di design, con ogni tipo di comfort, il sito di Hostelsclub.com ha selezionato i 10 migliori ostelli in giro per il mondo: ce n’è uno anche a Sorrento, con tanto di centro wellness.

(GUARDA LE FOTO DEI 10 OSTELLI PIÙ BELLI DEL MONDO)

Se avete in programma un viaggio a Londra, per esempio, non perdetevi il Piccadilly Backpackers Hostel dove ogni stanza è stata decorata da un writer. Un ostello votato all’arte è l’Art Hostel di Sofia, dove vengono anche organizzate mostre. Si rivive l’atmosfera tipica della DDR tra il mito della grafica e il design industriale della Germania dell’est nell’ostello di Berlino, il Das DDR-Hostel. Vi è venuta voglia di partire subito?

Estate: disagi per chi viaggia

myair.jpg

Con l’arrivo dell’estate iniziano anche i disagi per chi viaggia. La compagnia low cost MyAir, che rischia il fallimento, ha lasciato a terra migliaia di passeggeri negli ultimi giorni. E, come se non bastasse, per il suo comportamento scorretto ha avuto lo stop dall’Enac (l’ente nazionale dell’aviazione civile) che ha sospeso la licenza alla compagnia aerea che, quindi, non può più volare fino a nuovo ordine. Tantissimi i passeggeri che hanno pagato il biglietto e che hanno scoperto della cancellazione del loro volo solo una volta arrivati all’aeroporto. Da Torino a Venezia a Bari a Palermo, tutti giù a dormire nell’aeroporto. Addio Parigi, addio Madrid, addio Casablanca… L’alternativa: comprarsi un nuovo biglietto aereo per le vacanze. L’Alitalia si deve essere detta: “Piatto ricco mi ci ficco!” e ha attivato immediatamente tariffe agevolate per i passeggeri sedotti a abbandonati. Davvero sconcertante… non trovate? Intanto, telefonoblu.it sta raccogliendo le denuncie dei passeggeri. Continuerò a seguire da vicino la vicenda perché mi metto nei panni di questi poveretti. Voi no?