Paese che vai divieto che trovi

Visto che state per partire per le vacanze, volevo ricordarvi che in alcuni Paesi esistono dei divieti che dovrete rispettare. Fatelo, se non volete rovinarvi l’estate. Senza andare troppo lontano, anche in Italia vigono alcune regole, certe un po’ bizzarre. Per esempio, forse non sapete che a Capri non si possono indossare scarpe troppo rumorose per non disturbare la quiete. Qualcuno è stato pure arrestato! Non scherzo! Sulla spiaggia di Eraclea, nel Veneto, è vietato costruire castelli di sabbia. Poveri bambini… A Eboli, vicino a Napoli, non ci si può baciare in auto, soprattutto se è accesa e sta andando. Non è una barzelletta: esiste una legge che lo vieta e una multa di 500 euro se si sgarra. Una legge strana vige anche ad Amsterdam: nei coffee shop non si possono fumare sigarette. E fin qui… Però si può fumare la cannabis…

(SFOGLIA LA GALLERY DEI DIVIETI PIÙ BIZZARRI)

In alcuni casi, se non rispetatte i divieti, quindi, vi verrà semplicemente appioppata una multa. Ma in altri, la pena potrebbe essere molto più severa. Che a Singapore non si possa gettare nulla per terra lo sanno anche i sassi (ma ve lo ricordo lo stesso, nel caso passaste da quelle parti). Ma forse non tutti sanno che, dal 1992, sono severamente vietati i chewing-gum, in tutte le forme e di tutti i colori! A Dubai, addirittura, è illegale baciarsi (o fare effusioni) in pubblico. Potreste finire nelle patrie galere che sono tutt’altro che lussuose… Detto questo, vi auguro delle felici vacanze!