Lamentele in aereo: la top 10

aereo-noia.jpg

E’ uscita una classifica originale di cui vi voglio parlare: quella delle lamente più frequenti dei passeggeri che viaggiano in aereo. Al primo posto tra i fastidi c’è quello di chi siete dietro al nostro sedile e che continua a spingere con le ginocchia contro lo schienale. Al secondo c’è quello che “si allarga”, allungando gambe e braccia invadendo il nostro posto. Al terzo i passeggeri che lasciano che i figli siano molesti. Ma ci sono anche quelli che russano, che si lamentano per tutto il volo, che chiacchierano ad alta voce, per non parlare di chi, durante il pasto a bordo, abbassa improvvisamente lo schienale facendoci rovesciare il contenuto del vassoio sulle ginocchia. E poi, quelli che ascoltano la musica con le cuffiette ma a volume troppo alto o che fanno rumore con la bocca mentre mangiano. Molto fastidiosi sono anche quelli aspettano il momento del decollo per spegnere il telefonino (nonostante i continui annunci delle hostess!) e che lo riaccendono nel momento stesso dell’atterraggio. E lo fanno soprattutto gli italiani. Devo dire che molti di questi comportamenti danno noia anche a me, ma ce n’è uno che non è presente nella top 10 e che per me è davvero insopportabile ovvero quando il vicino di poltrona tiene accesa la luce di cortesia mentre tutte le luci dell’aereo sono spente e si vuole dormire. Non siete d’accordo? A voi cosa da’ fastidio? Comunque, se volete sapere quali sono i posti migliori in aereo leggete qui