L’Holi festival in India

In India è una delle feste più attese dell’anno. L’Holi Festival celebra l’inizio della primavera e coinvolge migliaia di persone. La manifestazione è una ricorrenza annuale molto antica e ha inizio con lo spargimento di polvere colorata, canti e balli. E’ una festa collettiva che coinvolge tutta la popolazione. Tutti si abbracciano, si baciano, cantano, ballano e suonano per far trionfare l’amore. Infatti, questa è la festa dell’amore, della passione, della gioia, della fratellanza e del colore.

(GUARDA LE FOTO DELL’HOLI FESTIVAL)

Durante l’Holi Festival, celebrato soprattutto nel Jaisalmer, parte dell’India a ovest del Rajasthan, le persone si buttano addosso secchi di vernice colorata, trasformandosi in veri e propri arcobaleni e girano per le città e i villaggi con i volti dipinti. All’evento, all’insegna della gioia di vivere e del trionfo del bene sul male, partecipano non solo i bambini e gli adulti ma anche gli anziani. Il termine Holi significa “brucia” e lo spirito del male viene simbolicamente bruciato in un falò. Altro che il Carnevale. E voi cosa ne pensate?

10 siti archeologici a rischio

Se lo sapesse Indiana Jones si metterebbe le mani nei capelli. Nel mondo sono centinaia i siti archeologici che stanno scomparendo. I motivi sono i più vari: dall’incuria alle guerre alla povertà. In India, in Ucraina, ad Haiti, in Kenya, ci sono monumenti costruiti dai nostri avi che stanno letteralmente perdendo i pezzi. Bisogna fare subito qualcosa per salvarli. L’allarme è stato lanciato dal Global Heritage Fund che ha fatto l’elenco dei siti da salvare urgentemente (GUARDA LE FOTO). La città di Ani, per esempio, al confine tra Turchia e Armenia, nell’XI secolo ero uno splendore. Ora né i turchi né gli armeni se ne curano. Ninive, in Iraq, sulla riva sinistra del Tigri vicino a Mossul, era la capitale del regno assiro. Pensate che il primo documento in cui si parla di questo luogo risale al 2280 a.C. e oggi è ridotto davvero molto male. Mahasthangarh è il centro abitato più antico del Bangladesh (III secolo a.C.), ma è stato scoperto solo nel 1931. Di questo posto si parla pochissimo nelle guide di viaggio.

E pensare che, se questi siti fossero restaurati, i turisti giungerebbero da ogni parte del mondo apposta per visitarli e anche l’economia di questi Paesi ne trarrebbe un enorme vantaggio. Non siete d’accordo?

Sul treno dei Maharaja

Se non siete mai stati in India, ecco un modo unico e indimenticabile per visitare alcuni dei luoghi più suggestivi del Paese: a bordo di un treno superlusso, il Maharajas’ Express (GUARDA LE FOTO). Sono quattro gli itinerari che percorrono le perle del Rajasthan, Agra (dove si trova il Taj Mahal), Jaipur, Jodhpur – la città blu -, Udaipur, Khajuraho (patrimonio Unesco) e che durano una settimana: l’India dei Principi, l’India Reale, l’India Classica e l’India Celestiale. Anche i prezzi sono di lusso! Ma volete mettere dormire in una suite reale tra sete e velluti, cenare con piatti di porcellana fine e bicchieri di cristallo e avere un sacco di personale – con tanto di turbante sulla testa – sempre a vostra disposizione?

Per chi vuole provare l’ebbrezza di vivere come un vero Maharaja, contenendo però i costi, ecco una buona notizia: l’anno prossimo ci saranno anche due mini-itinerari di 3 o 4 giorni, Jewel of India e Splendor of India, per una toccata-e-fuga tra le località più affascinanti dell’India e per respirare il fascino di una volta, sentendosi re e regine per una notte. L’idea mi alletta moltissimo, a voi no?

In Asia per l’eclissi del secolo

002-eclissi-asia.jpg

Questa notte, quando da noi erano le 3, mezza Asia è rimasta al buio per circa 6 minuti per l’eclissi più lunga del secolo. E’ stata percepita dall’India al Giappone alla Cina per circa 250 km. Miliardi di persone, tra cui tantissimi turisti accorsi in Oriente solo per l’occasione, hanno assistito all’evento eccezionale.

001-eclissi-asia.jpg

In India hanno fatto riti propiziatori, in Giappone hanno fatto indossare gli occhiali da sole persino agli animali degli zoo. Ma pare siano state tantissime le persone che, per scaramanzia, si sono chiuse in casa per tutta la durata dell’evento.

003-eclissi-asia.jpg

Tra l’altro, manco a farlo apposta, l’eclissi è avvenuta proprio in occasione dei festeggiamenti per  il 40° anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna! Peccato, però, che in alcune città l’eclissi sia stata rovinata dal brutto tempo e dalle nuvole, come a Shanghai. Per assistere a un’eclissi lunare di tale portata bisognerà aspettare 120 anni. Consoliamoci guardando l’eclissi di questa notte!

Street casting: turisti star di Bollywood

street-casting.jpg
Ho letto una notizia molto divertente che interessa tutti coloro che, come me, amano viaggiare e non vedono l’ora di avere i loro cinque minuti di gloria. A Mumbai, in India, tra i turisti va di moda lo street casting. In pratica, alcuni talent scout vanno a caccia di volti occidentali da inserire come comparse nei cast dei film di Bollywood e fanno selezioni improvvisate per le strade. Hanno fatto la stessa cosa per reclutare molti attori del film che ha appena vinto ben otto Oscar a Hollywood, The Millionaire. I figuranti vengono caricati su un pulmino e portati negli studi cinematografici per il trucco e parrucco. Per una giornata si diventa protagonisti di un film. E si viene pure ricompensati: 500 rupie, circa 9 euro. Un bel souvenir da portare a casa! No?

Dopo l’India, l’illuminazione

elefante nell'India del Nord

Barba mi ha mandato queste riflessioni metafisiche sul ritorno da un viaggio in India…
Sì, Barba, succede anche a me.
P.S. Vi inserisco un “click indiano” del mio ultimo viaggio, namastè!

Ciao Penelope,
al rientro da un viaggio in India, ogni volta:
1- tutto ti sembra che costi un’assurdità
2- il cibo qui in Italia non sa di nulla, manca quel “pizzico” di peperoncino rosso che ustiona l’esofago
3- ogni magliettina, camicia o pantalone indiano che incontri per concerti o feste, ti fa salire la carogna, come minimo arriva sui 25 euro… Lì alla fine riuscivi a portarlo a casa con un euro, sono scema?!
4-  tutti gli autubus, treni o tram ti sembrano “sprecatamente” vuoti
5- anche la tua casa a modi “casba” (da settimane non vede lo straccio) ti sembra esageratamente pulita e ordinata
Succede anche a voi?
Ciao,
Barba