Festival gotico di Lipsia

festival gotico,lipsia,germania,wave gotik treffen,piercing

A Lipsia oltre 20mila persone hanno partecipato al Wave Gotik Treffen, il più grande festival del mondo dedicato alla musica goth e alla cultura dark, che si tiene ogni anno in occasione della Pentecoste. Lipsia per quattro giorni diventa il centro del mondo gotico che torna a vivere nelle strade della città tedesca, tra tatuaggi, piercing, creste e travestimenti.

(GUARDA LE FOTO DEL FESTIVAL GOTICO)

Centinaia di concerti di artisti e band di vari generi sono le attrazioni principali del festival e, oltre alle esibizioni, ci sono eventi cinematografici, serate danzanti e happening. Poi nelle tre aree mercato, l’Agra, il Villaggio Pagano e il Moritzbastei, è possibile trovare dischi, libri, abiti, oggettistica, e gadget legati alla cultura goth.

 

L’aeroporto in miniatura

Se lo si guarda a una certa distanza, sembra un aeroporto come tanti altri. Invece, quello che hanno ricreato al parco Miniatur Wunderland di Amburgo, in Germania, è un aeroporto in miniatura. Aerei, sale d’attesa, passeggeri, piste di decollo e atterraggio, torre di controllo, ma anche vetture di servizio e nastri trasportatori. Non manca proprio nulla. Il Knuffingen Airport che è appena stato inaugurato è una replica miniaturizzata e controllata tramite computer di un vero e proprio scalo aeroportuale.

(GUARDA LE FOTO DELL’AEROPORTO IN MINIATURA)

La flotta, composta da 40 aerei, decolla e atterra veramente! Si contano all’incirca 360 movimenti ogni giorno. L’aeroporto misura 150 metri quadrati e la sua costruzione è iniziata nel 2004. Per realizzarlo ci sono volute 150.000 ore lavorative e sono stati spesi 3,5 milioni di euro. L’aeroporto può essere visitato da chiunque decida di entrare in uno dei parchi a tema più belli d’Europa. L’ingresso costa 15 euro (12 i bambini). Non ne vale la pena secondo voi? Guardate il video.

Monaco: il museo della birra

museo-birra-470.jpg

Per molti Monaco di Baviera è sinonimo di Oktoberfest e, quindi, di birra. Ecco perché ad Abensberg, una cittdina di 12mila abitanti a circa 90 km da Monaco, hanno aperto il museo della birra, il Bierwelt (letteralmente, il mondo della birra). In realtà si tratta di un parco a tema, sorto in un villaggio da sempre legato alla birra. Il parco ha un’architettura davvero divertente: ci sono torri rotonde, finestre danzanti, pavimenti ondeggianti, che ricordano un po’ lo stile di Gaudì a Barcellona. All’interno il tour comprende la visita della distilleria, del museo e del negozio, dove si possono acquistare boccali di ogni forma e misura. Naturalmente, non manca il momento della degustazione. Il percorso è facile: basta seguire il sentiero fatto di tappi di birra sul pavimento.

(GUARDA LE FOTO DEL MUSEO DELLA BIRRA)

La zona in cui si trova Abensberg è la più estesa per la coltivazione del malto. Inoltre, è negli oltre 600 birrifici della città che vengono prodotte alcune delle birre tedesche più famose. Il museo della birra comprende un tour della storia, della letteratura, della filosofia e dell’arte legate a questa bevanda. Il tour culmina con l’ascesa alla Torre Hunterwasser, ma prima di arrivare in cima, bisogna assaggiare sei diversi tipi di birra, da quella analcolica alla birra bianca. Che sacrificio!

Due leoncini bianchi in Germania

niza-nero-470.jpg

Nel periodo delle feste è bello parlare di cuccioli. Vi presento Niza e Nero, due leoncini bianchi che sono nati lo scorso 2 dicembre ad Hannover, in Germania, ma che solo ora hanno mostrato il loro bel musino al pubblico. Queste sono le prime foto dei cuccioli che resteranno in Germania per essere accuditi fino a primavera, quando saranno traferiti al Serengeti National Park, in Tanzania.

(GUARDA LE FOTO DEI DUE LEONCINI BIANCHI)

Lì potranno essere visti dai turisti che decideranno di trascorrere una vacanza in Tanzania per un indimenticabile safari o per godere delle splendide spiagge di Zanzibar. Niza e Nero sono così teneri che quasi quasi cerco un volo in offerta e prenoto subito un viaggio anch’io. Venite con me?

Cabina-libreria e carcere-hotel

Girando per il mondo come faccio io se ne vedono di tutti i colori. In Gran Bretagna, per esempio, le vecchie cabine del telefono – meglio conosciute come phone booths – ormai in disuso vengono impiegate nei modi più strani. I cittadini del villaggio di Westbury se ne sono comprati una per la modica cifra di una sterlina e l’hanno trasformata in libreria (GUARDA LE FOTO). Chiunque può portare i propri libri nel ‘book exchange’ e prenderne altri gratuitamente purché li restituisca una volta letti.

Nella città di Kaiserslautern, in Germania, invece, un ex carcere è stato trasformato in hotel (GUARDA LE FOTO). Si chiama Alcatraz (il nome è tutto un programma) e ha mantenuto la struttura di una prigione: dal portone di metallo al filo spinato intorno alle mura. Le stanze sono ricavate dalle ex celle con tanto di sbarre alle finestre, sportello passa-vivande, wc e lavandino in camera. Durante i vostri viaggi avete visto anche voi cose strane? Mandatemi le foto che le metto online!

Germania: candela da guinness

La piccola cittadina tedesca di Schlitz è illuminata dalla luce della candela più grande del mondo (GUARDA LE FOTO). Con i suoi 42 metri di altezza, la candelona sovrasta tutte le case del paese (GUARDA IL VIDEO QUI SOTTO). La candela in realtà è una torretta di pietra decorata alta 36 metri che fa parte del castello della città. Sopra sono state messe tante lampadine a fomare una fiamma alta 6 m.

Pensate che si può anche salire sulla candela. Un ascensore porta fino alla fiamma. Da lì si domina l’intero villaggio. Mi piacerebbe andare a respirare l’atmosfera natalizia in Germania. A voi no? Quasi quasi parto, ci sono anche i mercatini

Il sentiero più alto del mondo

ponte-alberi.jpg

A Neuschoenau, in Germania, che si trova a circa 200 km da Monaco di Baviera, è stato appena inaugurato il ponte sopra gli alberi più alto del mondo (GUARDA LE FOTO). Interamente costuito con il legno, per integrarsi con la natura circostante, la passeggiata è lunga 1300 metri e va da un’altezza minima di 8 metri fino a 25! Attraversa gran parte di un bosco bavarese.

Via gli abiti dall’hotel

hotel.jpg

‘I gentili ospiti sono pregati di lasciare i loro abiti alla reception’. Certo che il messaggio di benvenuto di un hotel della Germania è davvero originale. A Freudenstadt (letteralmente ‘Città della gioia’), un paesino tedesco nel bel mezzo della Foresta Nera, l’albergo Rosengarten ha deciso di aprire le porte solo a clienti che girano per i corridoi e le aree comuni completamente biotti. L’unico capo ammesso è l’asciugamano, che dovrà essere accuratamente posizionato sotto le natiche prima di sedersi su una sedia. Chi non obbedirà all’unica regola imposta dalla direzione dovrà subire la peggiore delle punizioni: vestirsi! Che ne pensate? A me diverte molto…