26/03/11 l’ora della Terra

san-francisco-470.jpg

Anche quest’anno ci sarà Earth Hour, l’ora della Terra, il più grande evento globale che riunisce i cittadini di tutto il mondo per la sostenibilità del Pianeta nella lotta contro i cambiamenti climatici. L’iniziativa è in programma per sabato 26 marzo, con lo spegnimento delle luci dalle 20.30 alle 21.30. L’obiettivo di Earth Hour 2011 è coinvolgere i cittadini, le istituzioni e le aziende ad andare “Oltre i 60 minuti”, impegnandosi non solo a spegnere le luci durante l’Earth Hour, ma anche rispettando il Pianeta attraverso piccoli gesti quotidiani. Da qui il logo Earth Hour con la scritta “60 +” per l’edizione di quest’anno.

(GUARDA IL PRIMA E DOPO)

Earth Hour è partita da Sydney nel 2007 coinvolgendo 2,2 milioni di abitanti e in quattro anni è diventata un movimento globale in grado di unire centinaia di milioni di persone. Dall’Australia alla Cina, dalla Francia agli Stati Uniti fino all’Italia, per un totale di 128 Paesi e oltre 4600 città. Il fine è l’unica cosa che abbiamo in comune: il Pianeta. E voi cosa farete, spegnerete la luce almeno per un’ora?

 

Earth Hour: luci spente il 28 marzo

erath-day-2009.jpg
Il 28 marzo dalle 20.30 alle 21.30 siamo tutti invitati a spegnere le luci per l’evento mondiale Earth Hour, l’ora della Terra. Hanno risposto all’appello del WWF anche personaggi del mondo dello sport, come il nostro simpaticissimo Francesco Totti, e dello spettacolo. L’idea è nata in Australia nel 2007. Quell’anno a Sydney oltre 2 milioni di persone hanno spento le luci di casa e dell’ufficio. L’evento ha avuto talmente tanta risonanza che nel 2008 hanno aderito 370 città in 35 Paesi per un totale di 50 milioni di persone. Per quest’anno l’obiettivo è di un miliardo di persone in 83 Paesi! Io sarò una di quelle. E tu?