Le spiagge più pulite d’Europa

E’ appena uscito il rapporto annuale sulle acque più pulite d’Europa e ne è risultato che il Paese con l’acqua migliore è Cipro. Seguono il mare della Croazia e quello dell’isola di Malta. L’Italia è fuori dalla top 10 e si posiziona solo 16esima.

(GUARDA LE FOTO DELLE SPIAGGE PIÙ PULITE D’EUROPA)

Il rapporto viene redatto ogni anno dall’Agenzia Europea dell’Ambiente. La classifica segue con la Grecia, l’Irlanda (anche se il mare qui è un po’ troppo freddo per fare il bagno!), la Bulgaria, il Portogallo, la Finlandia, la Gran Bretagna e la Lettonia. Prima dell’Italia vengono anche Danimarca, Germania, Spagna, Svezia e Slovenia. Se la maggior parte di questi mari è poco appetibile per trascorrere le vacanze, dobbiamo però temere la concorrenza di alcuni di questi Paesi. Ci consoliamo sapendo che peggio di noi stanno il Montenegro, la Romania e, udite udite, la Francia!

10 siti archeologici a rischio

Se lo sapesse Indiana Jones si metterebbe le mani nei capelli. Nel mondo sono centinaia i siti archeologici che stanno scomparendo. I motivi sono i più vari: dall’incuria alle guerre alla povertà. In India, in Ucraina, ad Haiti, in Kenya, ci sono monumenti costruiti dai nostri avi che stanno letteralmente perdendo i pezzi. Bisogna fare subito qualcosa per salvarli. L’allarme è stato lanciato dal Global Heritage Fund che ha fatto l’elenco dei siti da salvare urgentemente (GUARDA LE FOTO). La città di Ani, per esempio, al confine tra Turchia e Armenia, nell’XI secolo ero uno splendore. Ora né i turchi né gli armeni se ne curano. Ninive, in Iraq, sulla riva sinistra del Tigri vicino a Mossul, era la capitale del regno assiro. Pensate che il primo documento in cui si parla di questo luogo risale al 2280 a.C. e oggi è ridotto davvero molto male. Mahasthangarh è il centro abitato più antico del Bangladesh (III secolo a.C.), ma è stato scoperto solo nel 1931. Di questo posto si parla pochissimo nelle guide di viaggio.

E pensare che, se questi siti fossero restaurati, i turisti giungerebbero da ogni parte del mondo apposta per visitarli e anche l’economia di questi Paesi ne trarrebbe un enorme vantaggio. Non siete d’accordo?