Il check-point del futuro

singapore-470.jpg

A Singapore si è da poco concluso il 67° meeting annuale della Iata, l’associazione dei vettori aerei, che ha presentato un sistema di controllo dei passeggeri rivoluzionario. Il nuovo check-point permette il transito dei viaggiatori in cinque secondi, senza che questi debbano togliersi giacche, cinture, scarpe, orologi o collane. I futuri body scanner si baseranno su livelli di rischio verificati a priori grazie ai dati biometrici contenuti nei passaporti e controllati prima dell’ingresso.

(GUARDA LE FOTO DEL CHECK-POINT DEL FUTURO)

passeggeri, grazie a tecnologie differenziate, saranno divisi in tre categorie e incanalati in altrettante corsie. Il tunnel del check-point è lungo 6 metri e mezzo e il transito avviene in tempi rapidissimi. Questo servirà a eliminare le antipatiche code. La Iata sperimenterà il sistema entro 18 mesi e l’installazione nei grandi hub di traffico mondiale potrebbe avvenire nei prossimi cinque anni. Trovo che questo sistema sia migliore del body scanner con cui ti vedono anche le mutande, no?