Le 15 strade più panoramiche

atlantic-road-norvegia-470.jpg

Se amate i viaggi on the road, ecco alcuni itinerari imperdibili pubblicati dal sito di Repubblica. Strade che attraversano paesaggi incredibili e che vi obbligano ogni cinque minuti a fermarvi per ammirarli e per scattare qualche foto-ricordo. In Islanda c’è il Ring, un anello che va da Reykjavik a Egilsstaoir, praticamente l’unica strada importante dell’isola e che tocca le principali attrazioni. In Australia c’è la Great Ocean Road, che solo il nome è tutto un programma. Costeggia la parte meridionale del continente che è un monumento unico. In Canada, tra laghi e ghiacciai, c’è la Icefields Parkway, tra Jasper e Banff, che attraversa i parchi nazionali.

(GUARDA LE FOTO DELLE STRADE PANORAMICHE PIÙ BELLE DEL MONDO)

In Irlanda del Nord c’è la Causeway Coast Road (che ho percorso e che vi consiglio vivamente!) che passa attraverso villaggi di pescatori, castelli normanni e che tocca le famossissime Giants Causeway, formazioni rocciose particolarissime divenute Patrimonio Unesco. Tra le 15 strade più belle ce n’è anche una italiana: la Costiera Amalfitana, 40 km di strada statale a picco sul mare, anch’essa Patrimonio dell’umanità. Se avete in programma un viaggio negli States, non perdetevi la mitica Red Rock Scenic Byway che collega il Grand Canyon a Las Vegas. Anche qui sono stata ed è un vero spettacolo!

Aurora boreale: dove vederla

aurora-boreale-470.jpg

L’aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più straordinari che esistano sulla faccia della Terra. Secondo gli esperti, quest’anno siamo nella fase del suo 11° ciclo, uno dei momenti più spettacolari per assistere a questo fenomeno che durerà per i prossimi tre anni. Il sito del Guardian consiglia i luoghi migliori dove è possibile vedere questo spettacolo della natura: Canada, Alaska, Islanda, Svezia, Norvegia, Finlandia, Groenlandia, Scozia e Australia (dove si chiama aurora australe).

(GUARDA LA GALLERY DELLE AURORE BOREALI NEL MONDO)

Fin dalle antichità, l’uomo ha fantasticato sul significato di queste luci rosse e verdi che appaiono nel buio della notte in certe aree del mondo. Gli Inuit, un popolo eschimese, si tramandano parecchie leggende sugli spiriti degli antenati che ritornano. Scienza o fantascienza che sia, fatto sta che vale la pena vederne una almeno una volta nella vita, non credete? Date un’occhiata al video.

Le coste più belle del mondo

coste.jpg

Quali sono le coste più belle del mondo? Se lo sono chiesti al National Geographic e, per giungere a un risultato oggettivo, hanno indetto un sondaggio tra 340 esperti di viaggi e di turismo sostenibile. Alla fine hanno stilato una classifica dei 99 tratti di costa più belli al mondo e nella Top 10 rientrano anche le italianissime Cinque Terre. Al primo posto si è classificata la Penisola di Avalon in Canada, mentre il podio viene completato dal Galles con il Pembrokeshire e dalla Nuova Zelanda con la Costa Tutukaka. (GUARDA LA CLASSIFICA)

La classifica delle prime dieci viene completata dai fiordi cileni, dall’isola di Kauai (Hawaii), da Batinah in Oman, da Broome in Australia e da altri due litorali canadesi: le coste delle Gulf Island in British Columbia e la Costa Sud della Nuova Scozia. E voi che ne pensate? Quali sono secondo voi i litorali più belli al mondo?

Ottawa, la città del fitness

ottawa.jpg

Quest’estate ho avuto modo di osservare un sacco di cose interessanti e una delle più curiose l’ho notata a Ottawa, la capitale del Canada. Verso la una del pomeriggio, mi è capitato di arrivare a Parliament Hill, la collina che sovrasta la città e dove ha sede il parlamento canadese, vicinissima al Financial District. Ho visto sbucare dai grattacieli e dalle strade decine e decine di ragazze che, con un tappettino sottobraccio, si dirigevano in un’unica direzione.

Una volta ai piedi della Peace Tower, ho svelato l’arcano. Ogni giorno nei mesi estivi, durante la pausa pranzo, queste ragazze si riuniscono tutte nel prato antistante il Parlamento per una bella lezione di aerobica, rigorosamente gratuita. Mi sembra una bella abitudine, no? Voi che ne pensate? Vi piacerebbe farlo anche qui da noi?