Le 15 strade più panoramiche

atlantic-road-norvegia-470.jpg

Se amate i viaggi on the road, ecco alcuni itinerari imperdibili pubblicati dal sito di Repubblica. Strade che attraversano paesaggi incredibili e che vi obbligano ogni cinque minuti a fermarvi per ammirarli e per scattare qualche foto-ricordo. In Islanda c’è il Ring, un anello che va da Reykjavik a Egilsstaoir, praticamente l’unica strada importante dell’isola e che tocca le principali attrazioni. In Australia c’è la Great Ocean Road, che solo il nome è tutto un programma. Costeggia la parte meridionale del continente che è un monumento unico. In Canada, tra laghi e ghiacciai, c’è la Icefields Parkway, tra Jasper e Banff, che attraversa i parchi nazionali.

(GUARDA LE FOTO DELLE STRADE PANORAMICHE PIÙ BELLE DEL MONDO)

In Irlanda del Nord c’è la Causeway Coast Road (che ho percorso e che vi consiglio vivamente!) che passa attraverso villaggi di pescatori, castelli normanni e che tocca le famossissime Giants Causeway, formazioni rocciose particolarissime divenute Patrimonio Unesco. Tra le 15 strade più belle ce n’è anche una italiana: la Costiera Amalfitana, 40 km di strada statale a picco sul mare, anch’essa Patrimonio dell’umanità. Se avete in programma un viaggio negli States, non perdetevi la mitica Red Rock Scenic Byway che collega il Grand Canyon a Las Vegas. Anche qui sono stata ed è un vero spettacolo!

Resort ai piedi di Ayers Rock

Se siete alla ricerca di un’esperienza di viaggio indimenticabile, vi consiglio un resort davvero unico al mondo: Longitude 131°, un eco-resort di lusso ai piedi di Uluru, meglio conosciuta come Ayers Rock, in Australia. Il campo tendato all’interno dell’Uluru-Kata Tjuta National Park minimizza l’impatto sull’ambiente circostante che è stato iscritto tra i Patrimoni dell’umanità fin dal 1987 ed è stato approvato anche dalle comunità di aborigeni che vivono da questa parti e per le quali questo è un luogo sacro. Il panorama che si gode dal villaggio è a dir poco spettacolare. Da ognuno dei 15 bungalow è garantita la vista su Ayers Rock. Emozionanti sono soprattutto l’ora del tramonto e l’alba. Anche le attività ludiche organizzate sono tutte legate ad Ayers Rock: gite a bordo di jeep tra le dune dell’outback australiano, escursioni in elicottero, trekking all’alba sul monolite, cene sotto le stelle ecc.

(GUARDA LE FOTO DELL’ECO-RESORT AD AYERS ROCK)

I primi turisti a visitare questa regione dell’Australia giunsero negli Anni ’50. Negli Anni ’60 ne arrivavano circa 5000 l’anno, oggi se ne contano almeno 400mila. Uluru, una delle icone dell’Australia, è visibile da decine di chilometri di distanza ed è famosa per la sua intensa colorazione rossa, che varia dall’ocra, all’oro, al bronzo, al viola a seconda dell’ora del giorno e della stagione. Non vi è venuta voglia di partire subito?

Le strade più strane del mondo

strade-strane-240.jpg

Se vi capita di viaggiare all’estero e di noleggiare un’auto, fate attenzione ad alcune strade stranissime e, a volte, pericolosissime. Il sito Oddee.com ha stilato la classifica delle dieci strade più particolari del mondo. Si parte dalla strada più corta del mondo: Ebenezer Place si trova nella cittadina di Wick, in Scozia, e misura solo 2,06 m (è anche nel libro dei Guinness!). La strada più lunga del mondo, invece, è in Canada. La Yonge Street, infatti, collega il lago Ontario con il lago Simcoe, 1.896 km, pari alla distanza che c’è tra San Diego e Washington. Poi c’è la strada più larga del mondo che è la celebre 9 de Julio di Buenos Aires, in Argentina, mentre la più stretta è la Spreuerhofstrasse di Reutlingen, in Germania.

(GUARDA LE FOTO DELLE STRADE PIÙ STRANE DEL MONDO)

La strada con più curve del mondo la conoscerete già tutti: ebbene sì, è la Lombard Street di San Francisco, una delle principali attrazioni turistiche della città, mentre la più ripida è nella cittadina di Dunedin, in Nuova Zelanda. Ma c’è anche l’autostrada più lunga del mondo: è la Highway 1 australiana che, con i suoi 14.500 km, circumnaviga l’intero continente. E poi ci sono gli incroci: il più grande del mondo è in Malesia, il più complicato è a Los Angeles e il più pericoloso è in Gran Bretagna. State attenti comunque anche alle strade più pericolose del mondo! Vorrei che tornaste dai vostri viaggi sani e salvi.

Le coste più belle del mondo

coste.jpg

Quali sono le coste più belle del mondo? Se lo sono chiesti al National Geographic e, per giungere a un risultato oggettivo, hanno indetto un sondaggio tra 340 esperti di viaggi e di turismo sostenibile. Alla fine hanno stilato una classifica dei 99 tratti di costa più belli al mondo e nella Top 10 rientrano anche le italianissime Cinque Terre. Al primo posto si è classificata la Penisola di Avalon in Canada, mentre il podio viene completato dal Galles con il Pembrokeshire e dalla Nuova Zelanda con la Costa Tutukaka. (GUARDA LA CLASSIFICA)

La classifica delle prime dieci viene completata dai fiordi cileni, dall’isola di Kauai (Hawaii), da Batinah in Oman, da Broome in Australia e da altri due litorali canadesi: le coste delle Gulf Island in British Columbia e la Costa Sud della Nuova Scozia. E voi che ne pensate? Quali sono secondo voi i litorali più belli al mondo?

Le 8 spiagge più incontaminate

Se pensate che le spiagge delle Maldive, delle Laccadive o delle isole della Polinesia siano paradisi terrestri, non avete ancora visto nulla. Al mondo esistono spiagge ancora più incontaminate, luoghi meravigliosi, accessibili solo a pochi (GUARDA LE FOTO). Il sito Mother nature network ha selezionato otto spiagge considerate le più incontaminate della Terra. Otto litorali sparsi per il mondo (tre solo negli Stati Uniti) dove non c’è traccia di inquinamento e dove arrivano pochissimi turisti. Ecco il podio. Al primo posto c’è Whitehaven Beach, sull’isola di Whitsunday, in Australia, il cui accesso è limitato e controllato dall’autorità che gestisce la Grande Barriera Corallina. Al secondo posto c’è Playa Matapalo, Costa Rica, rifugio per le tartarughe marine. Al terzo posto c’è la Hanauma Bay, sull’isola di Oahu, alle Hawaii: da qualche anno, l’accesso ai turisti è a numero chiuso.

La classifica segue con le spiagge di: Koh Libong, in Thailandia; Las Islas Cies, in Spagna; Sancho Bay, sull’isola di Fernando de Noronha, in Brasile (anche qui l’accesso ai turisti è limitato a un certo numero giornaliero); Short Sands Beach, nello Stato dell’Oregon, e Goosewing Beach, nel Rhode Island, entrambe negli Stati Uniti. Date un’occhiata alle spiagge e ditemi se siete d’accordo o se ne proponete altre che, secondo voi, sono ancora più paradisiache.

Corsa sui tacchi a Sydney

stiletto-sprint-470.jpg

Ogni anno a Sydney, in Australia, si corre la Stiletto sprint, una gara a cui partecipano centinaia di donne indossando tacchi a spillo vertiginosi (GUARDA LE FOTO). Le australiane (e qualche uomo intrufolato…) ne vanno matte! Il percorso di 80 metri nel centro cittadino batte ogni anno un record di partecipanti. Sandali, décolletè, spuntate… ogni tipo di scarpa è ammessa, purché il tacco sia altissimo. Queste poverette partono con tanta buona volontà, ma arrivano al traguardo con i piedi scarnificati. Perché lo fanno? Vi chiederete.

Ebbene, il premio finale è piuttosto consistente: 5.000 dollari australiani (oltre 3.000 euro). Questa idea è talmente piaciuta che la organizzano ogni anno anche a Milano, Berlino (VIDEO), Amsterdam (VIDEO) e Mosca (VIDEO).

Natale arriva allo zoo

natale-zoo-sydeny.jpg

Babbo Natale è arrivato anche allo zoo di Taronga, a Sydney, in Australia. Gli ospiti dello zoo erano tutti felici di spacchettare i loro regali, naturalmente tutti a base di cibo, il miglior regalo che si possa fare a un animaletto (GUARDA LE FOTO). Per l’elefantino Luk Chai è stato il suo primo Natale. Il suo regalo era a base di frutta fresca! Gli hanno portato un pacco dono blu tutto per lui… Per Jumilah, la tigre di Sumatra, è arrivato un grosso pacco che lei ha aperto con le zanne. Indovinate cosa conteneva? Un bel pezzo di carne prelibata.

I canguri, che qui ovviamente sono tantissimi, hanno ricevuto decine di pacchi rossi pieni zeppi di frutta succulenta. Anche negli altri zoo del mondo è passata la slitta di Babbo Natale. Guarda il video girato in uno zoo dell’Argentina.

Tre regine a Sydney

3-navi-sydney.jpg

Uno spettacolo incredibile! Tre regine del mare, le navi da crociera Pacific Jewel, Diamond Princess e Sun Princess, si sono date appuntamento nel porto di Sydney, in Australia (GUARDA LE FOTO). La prima ad attraversare la baia è stata la Diamond Princess, seguita un’ora dopo dalla Pacific Jewel e poi dalla Sun Princess. Qualche tempo fa, altre tre splendide navi, la Queen Mary 2, la Queen Victoria e la Queen Elizabeth 2, si erano incontrate a New York. Nessuna di loro, però, supera la nave più grande del mondo, la Oasis of the Seas, che è lunga 360 metri e ha una stazza da 220mila tonnellate.

Tuttavia, le tre navi ‘australiane’ messe assieme la superano di gran lunga (GUARDA LE FOTO)! La Pacific Jewel, infatti, pesa 70.310 tonnellate, la Diamond Princess 115.875 e la Sun Princess 77.499, che in totale fanno 263.634 tonnellate. Non ho mai fatto una crociera, ma mi è venuta una voglia… A voi no?

Sydney, la parata dei record

raduno-costume-sydney.jpg

Mentre noi occidentali siamo qui al freddo, dall’altra parte del globo è estate. A Sydney, in Australia, c’è appena stato il più grande raduno di persone in costume da bagno (GUARDA LE FOTO). Che invidia! I mille Sydneysiders volevano battere il record raggiunto finora di sole 281 persone che si era tenuto a Las Vegas, negli Stati Uniti.

Meraviglie della natura

australia.jpg

Cosa direste se, in un giorno qualsiasi, camminando lungo una strada sterrata qualsiasi, in un qualsiasi punto del mondo, vi imbatteste in una pozzanghera come questa? Non avreste voglia di saltare a piè pari in mezzo all’Australia? Vi dico subito che secondo me Photoshop è il principale responsabile della fotografia, ma mi piace pensare che sia reale. Mi piace credere che la natura sia capace di regalarci emozioni come queste. Forme incredibili che ci fanno immaginare un Paese lontano, da raggiungere al più presto.