Sudtirolo: paesaggi mozziafiato

alto adige,sudtirolo,paesaggio,panorama

Può capitare di ritornare dalle ferie più stressati di prima. Riprendere i ritmi frenetici della vita di città spesso non è semplice. Forse il ritorno alla natura può essere un utile strumento per riappacificarsi con la città. Questo video vi aiuterà a riconciliarvi con il mondo. Secondo un sondaggio promosso da Coldiretti, infatti per il 55% dei vacanzieri sono i paesaggi a rendere piacevole il ricordo di una vacanza. Il Sudtirolo con le sue Dolomiti, proclamate patrimonio naturale dell’umanità dall’UNESCO, è in grado di ridonarci quel senso di pace e armonia che i primi giorni di lavoro ci hanno fatto perdere. E se non dovesse bastare eccovi una carrellata di immagini che ritraggono alcuni dei luoghi più incantevoli e suggestivi della regione.

(GUARDA LE FOTO DELL’ALTO ADIGE DALL’ALTO)

E allora non resta che pensare a organizzare le prossime vacanze, settembre è il periodo migliore per godere della natura incontaminata che l’Alto Adige è in grado di offrire. Niente neve, le foglie che imbruniscono e la giusta temperatura mite. L’ideale per un’escursione seguita da un buon pranzo tipico della cultura contadina del posto, per concludere la giornata con un po’ di sano relax termale. Ah e ricordatevi di assaggiare le famose mele del Südtirol, si sa che una mela al giorno toglie il medico di torno.

alto adige,sudtirolo,paesaggio,panorama

Sulle piste col metrò

moso-470.jpg

C’è una località in Alto Adige dove la parola mobilità dolce la fa da padrona. Si chiama Moso di Val Passiria, vicino a Merano. Qui le auto sono bandite. Si arriva persino sulle piste da sci con la metropolitana. Un trenino, il Dorfexpress (GUARDA LE FOTO), che si muove su gomma porta gli sciatori dal paese fino in cima, nel cuore del Parco Naturale Gruppo di Tessa. Una sbarra all’inizio del paese regola la limitazione del traffico: al di là della sbarra regna la quiete più assoluta. Oltre al trenino, ci si muove con i bus ecologici, le carrozze trainate dai cavalli, con la funivia e, naturalmente, a piedi.

Il luogo ideale per una vacanza in totale relax e lontano dai rumori della città. Quando sono stanca del traffico magari vado a riposarmi lì. Volete venire con me?

Bolzano, tempo di Törggelen

torgellen-alto-adige.jpg

Fino all’11 novembre (quando cade l’estate di San Martino), il passatempo preferito dei bolzanini è passeggiare lungo i sentieri dei monti che circondano Bolzano, in Alto Adige (che poi sono le Dolomiti, patrimonio dell’Umanità da quest’anno), facendo alcune tappe ristoratrici nei tipici masi, quelli che in tutto il resto d’Italia si chiamano agriturismi. Questa tradizione è conosciuta con il nome di Törggelen e la stanno scoprendo anche i turisti che, in questo periodo, vengono da queste parti per fare trekking nei boschi che in autunno hanno dei colori spettacolari (GUARDA LE FOTO), ma soprattutto per mangiare le specialità locali: speck, castagne, canederli, pane nero, mosto, il tutto innaffiato da ottimo vino nuovo.