Arriva il primo 787 Dreamliner

Come vi avevo anticipato qualche mese fa, sta per arrivare l’aereo più ecologico del mondo, il Boeing 787 Dreamliner. Costruito per il 50% con fibre di carbonio, permette di inquinare il 30% in meno dell’acerrimo concorrente Airbus A380, che resta, comunque, l’aereo più grande del mondo. Il primo esemplare del B-787 è appena stato consegnato alla compagnia giapponese All Nippon Airways e, finalmente, possiamo vedere in anteprima le prime immagini di questo nuovo colosso dei cieli.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEL 787 DREAMLINER)

Il 787 Dreamliner è un aereo meno costoso, più ecologico e consente di aumentare del 40% il raggio d’azione. Rispetto a un aereo della stessa classe, infatti, la Boeing ha tagliato del 20% il consumo di cherosene, del 20% le emissioni dei gas serra, del 30% i costi di manutenzione della fusoliera e del 60% il livello di inquinamento acustico. Guarda il video del 787 Dreamliner.

boaeing 787 dreamliner,b-787,aereo,boeing,colosso dei cieli,ecologico

L’Airbus del futuro

Nel 2050 gli aerei Airbus saranno una via di mezzo da un uccello e una navicella spaziale. Sono appena uscite le prime indiscrezioni di un prototipo di aereo con la fusoliera completamente trasparente (e quindi panoramica) e una carlinga che assomiglia alle ossa dei volatili. Un progetto decisamente avveniristico. Ma soprattutto sarà ecologico: la cabina del futuro sarà, infatti, riciclabile al 100% in quanto sarà costruita con materiali autopulenti fatti di fibre naturali e sfrutterà il calore dei corpi dei passeggeri per produrre energia.

(GUARDA LE FOTO DELL’AIRBUS DEL FUTURO)

Non ci saranno più Prima classe, Business ed Economy, ma si potrà scegliere un’area ‘a tema’: ‘vitalising zone’ o ‘smart tech zone’. La prima avrà poltrone avvolgenti massaggianti con cromoterapia e aromaterapia. La seconda avrà sedili adattabili alla forma del corpo e un’area interattiva che cambierà a seconda dei gusti, dal campo da golf al negozio virtuale per fare shopping. In questo modo, anche i viaggi a lungo raggio non saranno mai più noiosi.


Boeing 747-8, il gigante dell’aria

boeing-747-8-intercontinental-470.jpg

Erano in 10mila, ieri, a Everett, vicino a Seattle, negli Stati Uniti, tutti con il naso all’insù, per vedere decollare il nuovo gigante dell’aria, il Boeing 747-8 Intercontinental. Il nuovo re dei cieli, concorrente acerrimo dell’A380 di Airbus, è l’aereo passeggeri più lungo del mondo. E’ anche più tecnologico, più economico e più ecologico, se si considera il fratellino 787 Dreamliner, che finora deteneva il primato. Ogni passeggero, infatti, permetterà di consumare il 16% in meno di anidride carbonica e l’aereo sarà il 30% meno rumoroso. All’interno sarà più spazioso e confortevole per i passeggeri e ci sarà anche più spazio per il bagaglio a mano. Inoltre, sarà rosso, al contrario di tutti i Boeing che solitamente sono blu. E per questo motivo, i fan si sono già scatentati sulla rete!

(GUARDA LE FOTO DEL BOEING 747-8 INTERCONTINENTAL)

Ideale per le lunghe tratte, sono già parecchie le compagnie aeree che ne hanno ordinato alcuni esemplari, tra cui la tedesca Lufthansa e la coreana Korean Air. Le prime consegne avverranno alla fine del 2011 e sono in molti a non vedere l’ora di viaggiare su questo splendido aereo. Tra questi ci sono anch’io!

Le compagnie aeree più sicure

Avete paura di volare? Be’ è arrivato il momento di farvela passare perché viaggiare in aereo non è mai stato così sicuro come adesso. Le statistiche parlano chiaro: il rischio di non sopravvivere a un volo è uno su 13,2 milioni, pari allo 0,000008%. Quindi mettetevi bene in testa che volare non è più così rischioso e poco sicuro come un tempo. Oggi, infatti, viaggiare in macchina è 63 volte più pericoloso che spostarsi in aereo. Quindi, una volta preso posto sull’aereo, allacciate le cinture di sicurezza e rilassatevi.

(GUARDA LE FOTO DEGLI AEREI PIÙ DIVERTENTI DEL MONDO)

Inoltre non sono solo le grandi compagnie a garantire un volo in tutta sicurezza perché anche quelle low cost sono sicure. Infatti, le aerolinee “no frills” godono di una fama non del tutto positiva, ma decisamente immeritata, considerando il fatto che le uniche tre compagnie che non hanno mai registrato incidenti mortali sono Easyjet, Ryanair e Southwest. Infine, sempre statistiche alla mano, il 40% degli incidenti avviene in fase di atterraggio e solo 17% al decollo. E i nuovi sensori hi-tech hanno dimezzato gli incidenti in fase di discesa, come l´impatto contro le montagne. I posti più sicuri? Quelli posteriori. Ma se neanche queste informazioni riescono a tranquillizzarvi, pensate che ogni anno in America perdono la vita più persone su un motoscafo in vacanza che in volo.

Bagagli smarriti? Vademecum

bagaglio-smarrito-470.jpg

Secondo l’annuale Baggage Report, sono stati oltre 25 milioni i bagagli smarriti nel mondo nel 2009, 850mila dei quali svaniti nel nulla. Sembra che la situazione sia migliorata rispetto agli anni precedenti, ma comunque si parla di cifre altissime. Tra le ragioni più frequenti per cui si perde il bagaglio al 1° posto è quando ci si trasferisce da un aereo a un altro. Cosa fare quando vi perdono o vi danneggiano la valigia, quindi? Ecco quattro cose da sapere: 1) recarsi all’ufficio oggetti smarriti dell’aeroporto, presentare il biglietto, il tagliando del bagaglio e compilare un modulo detto PIR (Property Irregularity Report); 2) entro 21 giorni dalla denuncia spedire una richiesta di risarcimento alla compagnia aerea quantificando e documentando il danno (allegando scontrini, ricevute ecc); 3) se la valigia è arrivata ma è danneggiata, entro 7 giorni dalla consegna della prima denuncia, inviare una richiesta di risarcimento alla compagnia aerea quantificando e documentando il danno; 4) si ha diritto a un risarcimento fino a circa 1.134 euro, se la compagnia aderisce alla Convenzione di Montreal (praticamente tutte), altrimenti si calcola circa 19 euro al kg.

(SFOGLIA LA FOTO-GUIDA DEI BAGAGLI SMARRITI)

Ma i motivi dello smarrimento del bagaglio possono essere anche altri. Al 2° posto, per esempio, c’è il mancato carico del ‘collo’ nella stiva per via di un errore nel biglietto aereo o per uno scambio del bagaglio o per questioni di sicurezza. Al 3° posto, la perdita del bagaglio è riconducibile alla dogana, alla situazione meteo o alla restrizione di volume e peso. Infine, al 4° posto è dovuto a un errore nel carico e scarico o a un’errata gestione all’aeroporto di arrivo o ancora a un errore di etichettatura. Avete capito bene? In bocca al lupo!

Ecco l’aereo del futuro

airbus-concept-aereo-470.jpg

C’è chi propone di volare in piedi come sull’autobus e chi pensa a vere e proprie stanze da letto, uffici e palestre all’interno degli aerei. Nel 2050 si volerà così. Gli ingegneri della Airbus stanno costruendo un aereo del futuro che offrirà il massimo comfort e sarà super ecologico. Alcune immagini del prototipo stanno girando sul web (GUARDA LA GALLERY) e mostrano un velivolo con ali lunghissime e molto sottili, la coda a forma di ‘U’ e i motori semi-integrati. La fusoliera sarà fatta con un materiale ultra leggero. All’interno, le poltrone avranno materiali ecologici auto modellanti e addirittura autopulenti e le pareti dell’aereo saranno translucide: basterà premere un pulsante per vedere cosa accade intorno a noi e sotto i nostri piedi senza doversi affacciare dal finestrino.

In più, si potranno attivare proiezioni oleografiche che riprodurranno gli ambienti interni più disparati, dalla stanza da letto all’ufficio al giardino zen. Tutto l’aereo funzionerà con energia ‘green’, prodotta da pannelli solari ma anche dal calore dei passeggeri e servirà ad alimentare tutti gli apparecchi di bordo. Se pensavate che l’A380 (l’aereo più grande del mondo) fosse già una meraviglia, non avete visto ancora nulla!

Decolla il Boeing 787 Dreamliner

Un altro grattacielo dell’aria è arrivato. Ha fatto il suo volo inaugurale il nuovo Boeing 787 Dreamliner, l’aereo più grande del mondo dopo l’A380. La Airbus e la Boeing, che da sempre sono acerrime concorrenti, si sfidano così a suon di numeri: il 787 può trasportare fino a 300 passeggeri, mentre l’A380 fino a 800 (dato che ha due piani!!); il 787 ha un’apertura alare di 60 metri, mentre l’A380 di 79,8 m; il 787 è lungo 56,7 m, mentre l’A380 73 m; il 787 pesa 110.000 kg, mentre l’A380 361.000 kg (vuoti, naturalmente). Entrambi, però, hanno un’autonomia di 15mila chilometri. La vera differenza la fa il consumo: il pregio del Dreamliner 787, infatti, sta nel fatto di essere ecofriendly. Fatto al 50% di fibre di carbonio, permette di inquinare il 30% in meno dell’Airbus A380. Eh bravi gli americani (e anche gli italiani, visto che c’è un po’ della nostra tecnologia dentro)!

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEL BOEING 787 DREAMLINER)

La Boeing ha già ricevuto 860 ordini da 56 diverse compagnie aeree (nessuna italiana!). Il primo apparecchio sarà consegnato alla giapponese All Nippon Airways entro la fine dell’anno, ma sarà effettivo dal 2011. L’occasione del suo primo volo è stato l’Air Show di Farnborough, in Inghilterra, il più importante evento dedicato all’aviazione dopo quello francese di Le Bourget, dove si è vista anche un’auto che viaggia a mille miglia all’ora. Intanto, la settimana scorsa a Milano Malpensa è atterrato per la prima volta sul suolo italiano l’A380. Anche quella è stata un’emozione però…

Pazzi per gli aerei riciclati

Dopo l’aereo trasformato in ostello di cui vi ho già parlato, mi sono messa a cercare altre idee originali in giro per il mondo e ho scoperto che molte persone vanno pazze per i vecchi aerei. Li comprano e li trasformano in location insolite (GUARDA LE FOTO). Sono molti altri gli aerei-hotel, alcuni spartani, ma altri veri e propri resort di lusso oppure alberghi di design. Poi c’è stato qualcuno che ne ha fatto bar, ristoranti e persino discoteche.

Ma c’è stato anche chi ne ha ricavato la propria dimora, come ha fatto una famiglia che voleva assolutamente un casa in riva al lago nello Stato del Mississippi, USA, e ha parcheggiato un Boeing 727 in mezzo a un magnifico bosco con una vista mozzafiato. Geniale, no?

Nuova vita per il Boeing 747

boeing-747-8-470.jpg

Decolla questa sera dalla base di Everett, vicino a Seattle, Stati Uniti, il nuovo Boeing 747-8, il jumbo più grande del mondo, conosciuto anche con il nome di Jumbo Jet (GUARDA LE FOTO). Nuova vita e nuovo look per il gigante dei cieli che si pensava fosse sparito, in occasione dei sui primi 40 anni. Più grande di prima (476 passeggeri), più ecologico e più veloce (988km/h) grazie a quattro motori General Electric e alle ali ridisegnate, sarà un concorrente agguerrito dell’Airbus 380.

Il Boeing 747-8 è lungo 76m, ha un’apertura alare di 69mpesa 200 tonnellate. Tuttavia, potrà volare per 15mila chilometri (prima ‘solo’ 10mila) senza mai fermarsi. Per i fan dei jumbo, niente paura: la linea sinuosa della fusoliera e i quattro reattori sulle ali, che da sempre hanno caratterizzato questo tipo di velivolo, sono rimasti identici. Una chicca: il nuovo jumbo è piaciuto così tanto a Obama che vorrebbe averlo come prossimo Air Force One. Guardate com’è fatto in questo video.

Voli USA: regole più severe

dogana-usa.jpg

Dopo il tentato attacco terroristico avvenuto su un volo diretto negli Stati Uniti, siamo tornati ad avere paura di prendere l’aereo! Meno male che non è successo nulla. Comunque, gli americani hanno deciso di inasprire ulteriormente le misure di sicurezza (che erano già abbastanza severe!). Se state per partire per gli USA, ecco alcune novità e le regole a cui dovete obbligatoriamente attenervi:

1. sarete controllati anche al gate di imbarco, oltre che alla dogana
2. i bagagli a mano saranno ispezionati con più attenzione
3. in volo, si dovrà rimanere seduti nell’ultima ora prima dell’atterraggio
4. non si potrà tenere nessun oggetto sulle ginocchia (neppure la copertina…)
5. mentre si sorvola lo spazio aereo americano, gli assistenti di volo non potranno dare informazioni sulle città

Regole non così severe, dai. Pensate a cosa potrebbe succedere se sarà approvato l’uso del full body scanner? Una specie di metal detector che riuscirà a vedere anche cosa avete mangiato la sera prima! Comunque, se avete dei dubbi, leggete le dritte e i consigli di viaggio.