Boeing 747-8, il gigante dell’aria

boeing-747-8-intercontinental-470.jpg

Erano in 10mila, ieri, a Everett, vicino a Seattle, negli Stati Uniti, tutti con il naso all’insù, per vedere decollare il nuovo gigante dell’aria, il Boeing 747-8 Intercontinental. Il nuovo re dei cieli, concorrente acerrimo dell’A380 di Airbus, è l’aereo passeggeri più lungo del mondo. E’ anche più tecnologico, più economico e più ecologico, se si considera il fratellino 787 Dreamliner, che finora deteneva il primato. Ogni passeggero, infatti, permetterà di consumare il 16% in meno di anidride carbonica e l’aereo sarà il 30% meno rumoroso. All’interno sarà più spazioso e confortevole per i passeggeri e ci sarà anche più spazio per il bagaglio a mano. Inoltre, sarà rosso, al contrario di tutti i Boeing che solitamente sono blu. E per questo motivo, i fan si sono già scatentati sulla rete!

(GUARDA LE FOTO DEL BOEING 747-8 INTERCONTINENTAL)

Ideale per le lunghe tratte, sono già parecchie le compagnie aeree che ne hanno ordinato alcuni esemplari, tra cui la tedesca Lufthansa e la coreana Korean Air. Le prime consegne avverranno alla fine del 2011 e sono in molti a non vedere l’ora di viaggiare su questo splendido aereo. Tra questi ci sono anch’io!

Un hotel nello spazio

space-hotel-470.jpg

Dopo gli americani, anche i russi hanno progettato un hotel nello spazio. Sarà inaugurato nel 2016 e ospiterà solo turisti molto ricchi. L’hotel sarà superlusso, avrà sette camere, spazi comuni dotati di ogni comfort e ognuno potrà scegliere il proprio menu, che sarà cucinato da chef ‘stellari’. All’interno ci saranno anche attrezzature utili per i cosmonauti diretti alla Stazione spaziale internazionale (Iss) che potranno fare tappa in questo resort esclusivo. Il progetto è stato ideato dalla Orbital Technologies, ma finanziato dalla compagnia pubblica russa Rkk Energiya. Non si sa ancora quanto costerà un viaggio a bordo dell’hotel spaziale, ma, quando nel 2001 un privato ha viaggiato nello spazio a bordo di una navicella russa, ha sborsato ben 35milioni di dollari.

(SFOGLIA LA GALLERY DELL’HOTEL NELLO SPAZIO)

E’ vero che ora del 2016 i prezzi forse saranno low cost. Sono molti ormai ad avere intrapreso questa avventura e la concorrenza potrebbe diventare spietata. Per esempio, il magnate inglese Richard Branson sta sviluppando una navicella per portare i turisti nello spazio e ha già parlato di costi che si aggirano intorno ai 200mila dollari per ciascun passeggero. Non è detto che non potremo permettercelo anche noi un bel tour nell’orbita!

Il treno più veloce del mondo

In Cina, un treno ha raggiunto il record di velocità: ben 416,6 km all’ora. Il viaggio inaugurale è stato fatto ieri da Shanghai e Hangzhou in soli 40 minuti (prima ci volevano 2 ore). Il treno più veloce della Cina (e del mondo) era molto atteso. Pensate che, secondo le Tv locali, sono circa 80 milioni i cinesi che lo prenderanno. Incredibile! Tanto che i cinesi han deciso di allungare le rotaie del Paese di ben 110mila chilometri entro il 2012. Il nuovo treno, però, non viaggerà sempre a questa velocità da record. Ma non molto meno: 350 km/h.

(SFOGLIA LA GALLERY DEL TRENO DEI RECORD)

Finora i treni più veloci erano quelli giapponesi. Ora anche loro dovranno inchinarsi davanti alla tecnologia Made in China che sta sbaragliando tutti in tutti i campi. Speriamo che i treni cinesi siano anche puntuali come quelli nipponici, però. Su questo punto sarà difficile battere gli amici del Sol Levante. No?

Boeing porta turisti nello spazio

turismo-spaziale-470.jpg

La Boeing ha annunciato che, entro il 2015, porterà i primi turisti nello spazio. Il costruttore di aerei realizzerà una navicella spaziale apposita, la CST-100, per trasportare i civili in orbita, in collaborazione con la Space Adventures, l’unica compagnia specializzata nei voli spaziali turistici (GUARDA LE FOTO). Destinazione: la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ma un domani potrebbero esserci altre tappe nell’orbita terrestre, come per esempio l’Hotel Galactic, un albergo a 450 km di distanza dalla Terra che sarà pronto nel 2012.

Il lancio della navetta avverrà da Cape Canaveral, in Florida, l’atterraggio sarà effettuato a White Sands, nello Stato del New Mexico. Non si è ancora parlato di tariffe, ma sicuramente, dicono alla Boeing, costerà meno di quanto hanno chiesto i russi al signor Charles Simonyi per un ‘giro’ sulla Soyuz lo scorso anno (40 milioni di dollari, e ci è andato ben due volte!). Il costo del progetto CST-100 è di 18 milioni di dollari. Non so se potrò mai permettermi un viaggio nello spazio, mi devo accontentare di guardare come sarà in questo video.

Parigi, la nuova Défense

tour-generali470.jpg

Tra qualche anno, il moderno quartiere degli uffici della Défense a Parigi cambierà completamente aspetto. Al famoso Arco e ai grattacieli già presenti, se ne aggiungerà un’altra decina e saranno realizzati da famosi architetti del calibro di Jean Nouvel, Norman Forster ecc (GUARDA LE FOTO). La zona a ovest della ville lumière è tutta un cantiere. I primi grattacieli saranno pronti nel 2012, gli ultimi nel 2015. Tra questi, le due torri Hermitage alte 323 metri ciascuna che saranno gli edifici più alti dell’Europa occidentale.

Adibiti a uffici, abitazioni, hotel e ristoranti, daranno alla capitale francese un aspetto assolutamente futuristico e cambieranno lo skyline della città. Se non siete mai stati in questo quartiere, vi consiglio di fare un salto e di salire in cima all’Arco, da dove si gode di un panorama mozzafiato sull’altro Arco, quello di Trionfo e sugli Champs Elysées.

Nuova vita per il Boeing 747

boeing-747-8-470.jpg

Decolla questa sera dalla base di Everett, vicino a Seattle, Stati Uniti, il nuovo Boeing 747-8, il jumbo più grande del mondo, conosciuto anche con il nome di Jumbo Jet (GUARDA LE FOTO). Nuova vita e nuovo look per il gigante dei cieli che si pensava fosse sparito, in occasione dei sui primi 40 anni. Più grande di prima (476 passeggeri), più ecologico e più veloce (988km/h) grazie a quattro motori General Electric e alle ali ridisegnate, sarà un concorrente agguerrito dell’Airbus 380.

Il Boeing 747-8 è lungo 76m, ha un’apertura alare di 69mpesa 200 tonnellate. Tuttavia, potrà volare per 15mila chilometri (prima ‘solo’ 10mila) senza mai fermarsi. Per i fan dei jumbo, niente paura: la linea sinuosa della fusoliera e i quattro reattori sulle ali, che da sempre hanno caratterizzato questo tipo di velivolo, sono rimasti identici. Una chicca: il nuovo jumbo è piaciuto così tanto a Obama che vorrebbe averlo come prossimo Air Force One. Guardate com’è fatto in questo video.

A Stoccolma apre lo SkyView

Sarà inaugurato domani 5 febbraio a Stoccolma, in Svezia, lo SkyView dell’Ericsson Globe, un ascensore panoramico dalla forma sferica che offrirà una vista mozzafiato sulla città (GUARDA LE FOTO). A 130 metri d’altezza i 16 visitatori potranno godersi lo skyline. Si potrà anche entrare nel Globe, l’edificio sferico più grande del mondo, che solitamente ospita concerti ed eventi, e ammirare il panorama dalle sue ampie vetrate.

Per realizzare lo SkyView sono stati assoldati esperti scalatori svedesi ed è stata rinforzata la struttura dell’edificio, il tutto con un occhio all’ecologia. Sì, perché quest’anno Stoccolma si è aggiudicata il premio come prima Capitale verde d’Europa e deve mantenere la sua fama a tutti i costi! Guarda il video del nuovo SkyView.

Burj Dubai, il più alto del mondo

Con fuochi pirotecnici degni di uno sceicco arabo, ieri è stato inaugurato il grattacielo più alto del mondo, il Burj Dubai (GUARDA LE FOTO), a Dubai, negli Emirati Arabi, alto ben 826 metri. Il gigante di cemento, ferro e vetro batte tutti i record: 330.000 tonnellate di cemento, 31.400 di acciaio, 160 piani. Pensate che è visibile a 95 km di distanza. Il Burj Dubai (già rinominato Burj Khalifa, dal nome dello sceicco) ospiterà l’hotel di Giorgio Armani e 700 appartamenti superlusso. Un grattacielo da guinness dei primati (GUARDA IL VIDEO), che supera di gran lunga la Taipei 101 alta ‘solo’ 509 m., finora il grattacielo più alto del mondo. Nel 2010 dovrebbero essere inaugurati altri edifici da record: la Russia Tower, a Mosca (600 m.), il Fordham Spire di Chicago (609 m.) e le Incheon Towers, a Incheon, in Corea (610 m.).

I lavori per la costruzione del Burj Dubai sono iniziati nel 2004, quando l’Emirato era in pieno sviluppo edilizio. Oggi, dopo la crisi economica degli ultimi tempi, le cose sono un po’ diverse. Pare che nessuno degli appartamenti del grattacielo sia stato ancora venduto. Comunque, l’inaugurazione di questo grattacielo mi sembra già un buon segnale di ripresa. Speriamo in bene! Intanto, se ve la siete persa in Tv, guardate il momento dell’inaugurazione da mille e una notte….

Decolla il Boeing 787 Dreamliner

dreamliner-decollo-seattle.jpg

Ieri ha effettuato il suo primo volo l’ultimo nato dei grattacieli dell’aria, il nuovo Boeing 787 Dreamliner (GUARDA LE FOTO). Meglio conosciuto come ‘aereo di plastica’, perché è costruito al 50 per cento di fibra di carbonio anziché di alluminio, pesa il 20% in meno e quindi consumerà anche meno carburante (gli aerei stanno diventando sempre più tecnologici). Una vera sfida! Il Dreamliner è decollato dall’aeroporto di Washington ed è atterrato a Seattle, negli Stati Uniti. Guardate questo splendido video! Si temeva l’annullamento del volo per via del tempo e, invece, è andato tutto bene. All’interno l’aereo è enorme, tanto che in alcuni allestimenti potrà ospitare vere e proprie camere da letto (come sul concorrente, l’Airbus A380) e ampi spazi comuni.

Quello di ieri è stato l’ultimo volo di collaudo. I primi voli commerciali inizieranno solo alla fine del prossimo anno e la prima compagnia aerea a partire sarà la All Nippon Airways. C’era molta attesa per l’evento. Anche in Italia, dato che il 30% di questo aereo è stato costruito negli stabilimenti della nostra Alenia. Bravi! Se vi siete persi l’evento, riguardatelo in questo SPETTACOLARE video.

Come ti ritrovo la valigia

bagaglio-smarrito.jpg

Un altro problema che si presenta durante le vacanze a chi viaggia in aereo è lo smarrimento del bagaglio. Ricordate un paio di anni fa a Malpensa e a Heathrow quante valigie perse? Una vera tragedia. Per non parlare, poi, dei tempi biblici per il risarcimento. Ebbene, oggi la tecnologia può darci una mano con un software che trova la valigia in men che non si dica. Negli aeroporti saranno installati dei nuovi chioschi per applicare un’etichetta elettronica ai bagagli. Se una volta arrivati a destinazione non vedete scorrere la vostra valigia sul nastro trasportatore, allora basterà inserire i dati su un pc per sapere subito in quale angolo sperduto del mondo si trovano tutti i vostri vestiti. Potrete seguire il viaggio del bagaglio direttamente sul web o essere informati via Sms. Bella idea, no? Intanto, se siete in partenza, ecco un breve ma utile video su come fare la valigia perfetta.