Dolomiti coi pedali ai piedi

dolomiti,val pusteria,cicloturismo,mtb

Il paese delle Tre Cime offre meravigliose piste ciclabili che conducono nel cuore delle Dolomiti. È possibile scegliere tra piste impegnative, ideali per ciclisti esperti, oppure sentieri più tranquilli adatti alle famiglie. Sono tutte destinazioni bike friendly che abbinano percorsi e anelli per le due ruote (ciclabili asfaltate, massicciate o tracciati MTB) a tappe enogastronomiche, alle terme, ai bike hotel (alberghi che offrono servizi ad hoc per il cicloturista) e al trasporto ferroviario.

(CICLOTURISMO O MTB: SCOPRI GLI ITINERARI)

In una regione dove l’accoglienza turistica ha saputo coniugare magistralmente la valorizzazione del territorio con la versatilità dei servizi offerti ai visitatori, la tradizione con l’innovazione, ampio spazio è riservato agli amanti delle due ruote sottili. Ce n’è per tutti i gusti: dalla mitica TransAlp, il tracciato per mountain biker doc, alle rilassanti ciclabili tra i pascoli e i pittoreschi paesi, come il percorso che si snoda lungo la Val Pusteria, costeggiando la Drava.

Le spiagge dell’Unità d’Italia

caprera-470.jpg

Se volete approfittare delle vacanze per rivivere la storia del Risorgimento e dell’Unità d’Italia, cosa c’è di meglio di un tour lungo le spiagge che hanno segnato un momento così significativo per il Belpaese? I festeggiamenti in onore dei 150 anni dell’Unità non si fermano neanche d’estate. Anzi, questa è proprio l’occasione giusta per visitare i lidi più caratteristici, che un tempo furono i protagonisti dell’Unità nazionale.

(GUARDA LE FOTO DELLE SPIAGGE DELL’UNITA’ D’ITALIA)

E gli spunti per la scoperta di queste spiagge sono molteplici: dalla rivisitazione storica alla degustazione, nei ristoranti caratteristici, dei piatti tipici delle varie zone. Da Caprera, dove Garibaldi passò gli ultimi vent’anni della sua vita, a Quarto dei Mille, punto di partenza della spedizione dei Mille, da Marsala, dove gli uomini in camicia rossa sbarcarono, alle Marche, terre di Papi e Carbonari, per sconfinare anche nell’Italia che fu: la Corsica. E girando pagina, si arriva al Cilento, famoso per la storica impresa dei Trecento, guidati dall’eroe risorgimentale Carlo Pisacane, che voleva far insorgere le popolazioni meridionali contro il governo borbonico.

Mete romantiche dell’estate

umbria-470.jpg

Volete organizzare una vacanza di coppia e non sapete dove andare? The Guardian consiglia le dieci mete più romantiche dell’estate. Nella top 10, anche due località italiane: la Sicilia e l’Umbria. Se volete un posto di mare, uno dei luoghi consigliati è Lanzarote, isola delle Canarie che, oltre a essere un paradiso naturale di relax, offre locali notturni e una vita vivace. Altre mete marittime per una vacanza a due sono Biarritz, in Francia, e Cefalonia in Grecia.

(GUARDA LE FOTO DELLE 10 METE ROMANTICHE DELL’ESTATE)

Tra i luoghi più romantici per un viaggio di coppia, c’è anche Carswell, villaggio del Regno Unito adatto agli amanti del silenzio e della tranquillità. Se preferite una città, cosa c’è meglio della splendida Copenhagen, famosa non solo per la sua bellezza architettonica, ma anche per Noma, il ristorante considerato il migliore al mondo? Sempre a proposito di città, anche San Francisco, negli Usa, è considerata tra le mete più romantiche, assieme a San Sebastian in Spagna. Se siete amanti della montagna il posto che fa per voi è Nebesa, in Slovenia. Avete altre mete romantiche da suggerire?

Top 10 delle vacanze estive

Se siete ancora indecisi sulla vostra prossima meta delle vacanze estive, potete prendere ispirazione da una recente classifica stilata da Latitudeslife che consiglia le dieci migliori destinazioni del 2011. Il 1° posto se lo aggiudica il Salento, per il miglior rapporto qualità/prezzo. Il 2° l’Isola d’Elba, l’ideale per chi è in vena di una fuga d’amore. Al 3° posto c’è la Corsica, adattissima a chi ama vacanze attive.

(SFOGLIA LA GALLERY DELLE 10 MIGLIORI METE DELL’ESTATE)

Se siete stanchi dei soliti posti, al 4° posto, come novità dell’anno, c’è l’Albania. Infatti, non tutti sanno che ha una costa lunga 360 km lungo la quale ci sono tante piccole isole. Se d’estate volete spogliarvi di tutto (nel vero senso della parola!), la Toscana è la scelta migliore di chi ama praticare naturismo. La migliore destinazione gay friendly, invece, è Tel Aviv (Israele). Se volete trascorrere l’estate sulla spiaggia più bella d’Italia, allora è in Sardegna che la dovete cercare. Chi ama la movida andrà alle Cicladi, in Grecia, e chi vuole stare in famiglia sceglierà la Croazia. Infine, se come la maggior parte degli italiani amate il buon cibo, le Marche sono la scelta migliore.

Light on the Rocks in mostra

roccia-470.jpg

Dall’11 giugno al prossimo 9 ottobre al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige di Bolzano si terrà “Light on the Rocks“, una mostra di rocce fotografate al microscopio polarizzatore. Immagini di comunissimi sassi che ne immortalano il cuore segreto, la loro insolita natura e ricchezza cromatica. Nelle foto si vedono sottili veli di roccia che racchiudono tesori di bellezza e grazia indescrivibili a parole.

(GUARDA LE FOTO DELLE ROCCE IN MOSTRA)

Il fotografo è Bernardo Cesare, geologo che da anni immortala le rocce al microscopio. La sua tecnica fotografica non prevede rielaborazione o ritocco delle immagini. Il gioco di colori che ne risulta è prodotto solo dall’interferenza della luce polarizzata nel cristallo e dall’utilizzo di specifici filtri di compensazione. Se non si sapesse che sono rocce, vedendo le 30 foto in mostra sarebbe quasi impossibile capirlo perché a un primo sguardo sembrano un fiore, una farfalla o un dipinto astratto. Vi consiglio di organizzare un weekend a Bolzano, dove oltre a questa mostra ci sono molte altre cose da vedere, come il Duomo e il museo di Ötzi, che quest’anno festeggia i 20 anni del ritrovamento della mummia.

L’A380 per la prima volta a Roma

Per la prima volta un A380 è atterrato a Roma. Il gigante dei cieli ha toccato la pista dell’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma Fiumicino in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni dello scalo romano e per i 150 anni dell’Unità d’Italia. L’A380 della compagnia aerea Emirates, pilotato dall’italiano Nicola Coviello, è decollato dall’aeroporto di Dubai alle 8.55 del 6 giugno ed è atterrato alle 13.25, accolto dal water cannon, un arco d’acqua creato dai vigili del fuoco.

(GUARDA LE FOTO DELL’A380 ATTERRATO A ROMA)

L’A380 è l’aereo più grande del mondo. Il volo di ieri ospitava 489 passeggeri a bordo, ma il gigante dell’aria può portare fino a 800 persone sui due piani. Alcune compagnie aeree hanno allestito i propri A380 con suite doppie e servizi superlusso, tra cui due On Board Shower Spa e fino a 1200 canali di intrattenimento. Un A380 era già atterrato in un aeroporto italiano. Lo scorso mese di luglio, infatti, l’A380 della Emirates è arrivato a Milano per la presentazione della nuova maglia del Milan, di cui è sponsor.

Malpensa, il museo del volo

A due passi dall’aeroporto di Malpensa, alle porte di Milano, si trova Volandia, un parco tematico con tanto di museo dedicato al volo. In questi giorni è stato inaugurato un padiglione dedicato ai viaggi spaziali. All’interno, infatti, è stata ricostruita la ISS (Stazione spaziale internazionale) su cui si possono rivivere le sensazioni provate dai nostri astronauti Paolo Nespoli e Roberto Vittori. Compresa la sensazione di trovarsi a ben 400 km d’altezza! Si può anche simulare una passeggiata sul suolo della Luna e di Marte, guardare le stelle attraverso il telescopio Hubble e viaggiare tra le galassie in 3D.

(GUARDA LE FOTO DEL MUSEO DEL VOLO)

Nelle sue cinque aree tematiche suddivise in 60mila metri quadri, Volandia ripercorre la storia del volo con 40 velivoli e 16 postazioni di volo simulato. Una sala è anche dedicata al primo volo fatto all’aeroporto di Malpensa, con un biplano Caproni Ca.1 il 27 maggio del 1910. All’esterno, si può provare l’ebbrezza di un volo in mongolfiera.

Monumenti italiani da salvare

monumenti italiani, colosseo, torre di pisa

Tripadvisor ha stilato una classifica sui dieci monumenti del Belpaese che gli italiani vorrebbero salvaguardare maggiormente. Le attrazioni più meritevoli di tutela sono il Colosseo e le Rovine di Pompei, rispettivamente al primo e al secondo posto nella top ten delle opere d’arte da preservare, seguite da Villa del Casale, in Piazza Armerina, a Enna e le Mura AurelianeRoma.

(GUARDA LE FOTO DEI MONUMENTI DA SALVARE)

In quinta posizione la Torre pendente a Pisa e in sesta l’Arena di Verona. Nella classifica non potevano mancare i Sassi di Matera, seguiti dalla chiesa di Santa Croce a Firenze e dalla Via Panoramica di Capri. Ultimo classificato l’Anfiteatro di S. Maria Capua Vetere a Caserta (nella foto). Secondo voi quali sono gli altri monumenti italiani da proteggere?

Italia: le regioni più turistiche

E’ appena uscito il rapporto dell’Isnart (Istituto nazionale per le ricerche turistiche) che ha stilato la classifica delle regioni italiane più visitate dai turisti, italiani e stranieri. Sul podio c’è il Lazio con Roma e le sue bellezze dell’antica Roma. Al secondo posto la Toscana con Firenze, Siena e tutta la zona del Chianti e al terzo la Lombardia, con Milano per il turismo d’affari e i laghi, resi celebri dalle star di Hollywood (George Clooney in primis). Oltre un quarto dei turisti arriva grazie al nostro patrimonio storico-artistico-culturale. In pratica, il nostro turismo si salva ancora grazie alle città d’arte per cui è famoso il Belpaese.

(GUARDA LE FOTO DELLE REGIONI PIÙ VISITATE D’ITALIA)

I turisti stranieri che più apprezzano le nostre bellezze sono i giapponesi (68,5%). Seguono gli americani (63,4%) e subito dietro ci sono gli spagnoli ( 62,7%). L’Istituto ha calcolato anche che la spesa media per una vacanza in Italia è di 69 euro al giorno, escluso l’alloggio. Inoltre, per dimostrare quanto la cucina italiana non abbia rivali al mondo, secondo i dati raccolti dall’Isnart la maggior parte dei turisti preferisce mangiare al ristorante o in pizzeria (83% degli italiani e 87% degli stranieri). Non siete d’accordo?

22 maggio, festa del WWF

Domenica 22 maggio ci sarà la Giornata delle Oasi del WWF, la grande festa della natura italiana organizzata dall’Associazione del Panda che aprirà gratuitamente al pubblico oltre 100 meraviglie naturali, tra cui 40 boschi, in tutta Italia. Dalla Riserva naturale Sorgenti del Pescara, in Abruzzo, alle Grotte del Busseto in Campania, dal Lago dell’Agnelezza in Trentino all’Oasi La Francesa, in Emilia Romagna. La finalità è quella di salvare tre boschi: quello di Marzagaglia in Puglia, quello di Foce dell’Arrone nel Lazio e la Riserva naturale di Valpredina, sulle Prealpi bergamasche.

(GUARDA LE FOTO DELLE OASI DEL WWF)

Numerose le iniziative organizzate per adulti e bambini: esplorare boschi e radure, avvistare cervi e caprioli, fenicotteri e anatre selvatiche, seguire le tracce di lupi, orsi e lontre, costruire nidi, fotografare fiori e farfalle, liberare rapaci e tartarughe marine curati nei centri del WWF, seguire percorsi sensoriali di giorno e di notte. E poi spettacoli, concerti, pic-nic all’aria aperta, mercatini biologici. E voi andrete a visitare una delle Oasi del WWF come fa Luca Argentero?