Love hotel giapponesi

Volete avere dei momenti di intimità di coppia al di fuori delle quattro mura domestiche, ma incontrarsi in un motel vi sembra troppo squallido? Allora i love hotel fanno al caso vostro. Certo, sono un po’ scomodi da raggiungere considerato che si trovano in Giappone, ma potrebbe valerne la pena perché sono dei veri e propri alberghi ad hoc per il sesso e forniscono un luogo ideale per i vostri incontri amorosi. La privacy? E’ assicurata. Non sono richiesti documenti e, se ci fosse una persona allo sportello, non potrà vedere il cliente grazie a un vetro schermato. Ma la parte divertente si trova all’interno…

(GUARDA LE FOTO DEI LOVE HOTEL)

Ogni camera è diversa dall’altra e sono tutte ‘a tema’: Hello Kitty, manga, viaggio nello spazio, il circo, la scuola, lo studio del dottore e chi più ne ha più ne metta. Per accedere alla camera è sufficiente premere un tasto e ritirare le chiavi. Ma i giapponesi le pensano proprio tutte e, per una maggior riservatezza, questi hotel hanno due entrate. Per la permanenza è possibile usufruire di due varianti: la “stay“, se si vuole trascorrere la notte lì, e la “rest” se, invece, si vuole la camera solo per qualche ora. Alla reception c’è un pannello “illustrativo”sul quale è possibile vedere le foto di tutte le stanze arredate a tema e in cui è possibile trovare vestaglia, ciabatte, asciugamani, Internet e video sexy. I prezzi sono abbordabili: 25 euro l’ora, con sconti nelle ore diurne.

Sapporo, la città di ghiaccio

In Giappone, nell’isola di Sapporo che ha ospitato le olimpiadi invernali del 1972, si è appena inaugurato il Festival del ghiaccio. L’evento è uno tra i quattro più famosi del mondo, dopo quello della Cina (a Harbin), della Norvegia e del Québec. In totale sono 250 le sculture fatte tutte rigorosamente di ghiaccio. A Sapporo, città più importante dell’isola di Hokkaido a Nord del Giappone, a differenza della Cina, dove il festival ha avuto luogo in un’area “libera”, lo show ha come sede proprio il centro urbano. Una vera e propria città di ghiaccio creata ad hoc dentro la città. L’evento giapponese, che ogni anno attira oltre 2,5 milioni di visitatori, si concluderà il 13 febbraio prossimo.

(GUARDA LE FOTO DELLE SCULTURE DI GHIACCIO)

Le maggiori attrazioni sono delle opere d’arte create per l’occasione, come la scultura in scala 1:2 del Tempio del Cielo di Pechino, e le numerose opportunità di svago nella sezione parco giochi. Il festival del ghiaccio di Sapporo è una celebre rassegna dedicata alle sculture di neve o di ghiaccio, che si svolge ogni anno agli inizi di febbraio per una settimana. Le sculture possono rappresentare sia soggetti di fantasia, temi di attualità o riproduzioni di monumenti e possono avere dimensioni notevoli: tra i 15 e i 25 metri di altezza. ‘Lo show del ghiaccio è nato ne 1950 quando alcuni studenti hanno costruito sei sculture di ghiaccio e di neve nel parco di Odori. Il successo fu notevole; l’entusiasmo dei ragazzi contagiò presto la popolazione e i media che cercavano delle belle storie per tirare su il morale dei giapponesi che ancora dovevano riprendersi dal disastro della guerra. E, nel giro di pochi anni, la manifestazione è divenuta molto conosciuta a livello mondiale.

Camerieri-robot al ristorante

bangkok-robot-restaurant-470.jpg

Niente più attese al ristorante né insetti nei piatti e neppure risposte scontrose se il cuoco e i camerieri sono robot. A Bangkok hanno appena aperto un ristorante giapponese dove non esiste personale umano, ma solo macchine, dalle sembianze umane però. Vestiti come gli antichi samurai, i camerieri-robot muovono volecemente le loro lunghe braccia meccaniche e raggiungono tutti i tavoli per soddisfare qualunque richiesta, anche quelle dei clienti più esigenti. Il menu è elencato su un display digitale, si scelgono i piatti e si ordinano con un click. I robot sono programmati anche per intrattenere gli ospiti con balletti e animazioni. E, naturalmente, alla fine del pasto passano a raccogliere i piatti sporchi.

(GUARDA LE FOTO DEL RISTORANTE CON I CAMERIERI ROBOT)

L’idea è nata in Giappone dove esistono già ristoranti con camerieri-robot. Talvolta si tratta di braccia robotiche, come si vedono nelle catene di montaggio, altre volte si viene serviti da veri e propri manichini umanoidi con tanto di capelli, rossetto e vestiti veri, tanto che si fatica a distinguerli dalle persone in carne e ossa. Se avete in programma un viaggio in Oriente, non perdetevi questa esperienza. Eccovi il video!

Sculture di neve in Cina

sculture-neve-cina470.jpg

In Cina sono davvero dei maghi delle sculture di neve. Sono capaci di riprodurre qualsiasi scultura, monumento e opera con mani e scalpello. Quest’anno ha riprodotto la copia perfetta della Nike di Samotracia, una delle statue più famose al mondo che oggi erge maestosa nel Museo del Louvre di Parigi. Intere città, bighe con i cavalli, personaggi Manga, ce n’è per tutti i gusti.

(GUARDA LE FOTO DELLE SCULTURE DI NEVE)

Anche in Italia però stiamo diventando bravi a manipolare il ghiaccio. A Livigno, per esempio, si ‘è appena svolta la 15^ edizione del campionato Art in Ice con bellissime sculture realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo: ha vinto un ‘gomitolo’!

Sushi e manga a Londra

Se siete appassionati di sushi, manga, cosplay, anime e videogame, non potete perdervi il mega evento sul Giappone e la sua cultura che si terrà a Londra i prossimi 1-3 ottobre. Per la prima volta in assoluto, tutto ciò che riguarda il Sol levante sarà riunito per i tre giorni di Hyper Japan London 2010. Gli eventi saranno tantissimi e divertentissimi, anche per chi non è fanatico dello stile nipponico. A partire dal Cosplay Award, il premio per la migliore ragazza travestita da personaggio dei cartoni animati giapponesi, alla Cosplay Parade, una sfilata (per noi carnevalesca, ma per loro assolutamente seria) di personaggi agghindati nei modi più strambi, per finire con il Cosplay Ball, il ballo delle debuttanti.

(SFOGLIA LA GALLERY DELLE COSPLAY)

Se vi imbattete in gente con capelli verdi, viola o che sfidano la forza di gravità, sappiate che è tutto normale! Naturalmente questo è solo un aspetto del Giappone, che a me diverte molto, ma ci saranno anche le geishe, con indosso i loro kimono, e i samurai. Non mancheranno le degustazioni di sushi, sashimi e tempura. Ci saranno tanti prodotti high tech di ultima generazione e di design e, ovviamente, sarà pieno zeppo di cartoni animati, disegni manga e videogiochi. Cosa aspettate a prenotare un volo? Io l’ho già fatto! Ci saranno anche le Milky Holmes che si esibiranno dal vivo. Chi sono? Guardate qui.

Sul treno dei Maharaja

Se non siete mai stati in India, ecco un modo unico e indimenticabile per visitare alcuni dei luoghi più suggestivi del Paese: a bordo di un treno superlusso, il Maharajas’ Express (GUARDA LE FOTO). Sono quattro gli itinerari che percorrono le perle del Rajasthan, Agra (dove si trova il Taj Mahal), Jaipur, Jodhpur – la città blu -, Udaipur, Khajuraho (patrimonio Unesco) e che durano una settimana: l’India dei Principi, l’India Reale, l’India Classica e l’India Celestiale. Anche i prezzi sono di lusso! Ma volete mettere dormire in una suite reale tra sete e velluti, cenare con piatti di porcellana fine e bicchieri di cristallo e avere un sacco di personale – con tanto di turbante sulla testa – sempre a vostra disposizione?

Per chi vuole provare l’ebbrezza di vivere come un vero Maharaja, contenendo però i costi, ecco una buona notizia: l’anno prossimo ci saranno anche due mini-itinerari di 3 o 4 giorni, Jewel of India e Splendor of India, per una toccata-e-fuga tra le località più affascinanti dell’India e per respirare il fascino di una volta, sentendosi re e regine per una notte. L’idea mi alletta moltissimo, a voi no?

Singapore, un tuffo nel vuoto

La chiamano la Svizzera d’Oriente. Singapore, infatti, è la città più pulita dell’Asia. E questo è stato il suo primato finora. Oggi, però, con l’inaugurazione dell’ultimo e modernissimo grattacielo (che in realtà è fatto di tre edifici), il Marina Bay Sands, vanta la piscina più panoramica del mondo (GUARDA LE FOTO). Costruita sul tetto, lo Skypark, a 200 metri d’altezza, sopra una piattaforma lunga 380 metri (la piscina misura 150 m) e protetta solo da una vetrata trasparente, offre una vista decisamente mozzafiato. La piattaforma (su cui si potrebbero ricavare tranquillamente tre campi da calcio regolamentari) ospita anche un giardino botanico e un ponte sospeso nel vuoto che serve da punto panoramico sui tantissimi grattacieli della città-Stato. All’interno dei 55 piani dei tre edifici si trovano un hotel con 2500 camere e un casinò, visto che, dallo scorso mese di febbraio, il gioco d’azzardo qui è diventato legale.

Lo Skypark è alto 40 m più della ruota panoramica, Singapore Flyer. Conosciuta più per gli affari e per lo shopping elettronico, Singapore si sta dando parecchio da fare ultimamente per attrarre i turisti, che spesso la visitano soltanto durante uno stop-over andando verso la Malesia, Bali o l’Australia. Eppure vi assicuro che offre moltissime attrattive, antiche e moderne: dalla tipica Chinatown agli edifici coloniali, dai giardini botanici alla bellissima isola di Sentosa fino ai più avveniristici grattacieli. E poi, ci si arriva a bordo dell’A380, l’aereo più grande del mondo, solo questa è un’esperienza di viaggio unica!

Un grattacielo alla Mecca

Non sono sicura che i pellegrini ne saranno felici, ma alla Mecca, in Arabia Saudita, sorgerà il secondo grattacielo più alto del mondo, dopo il Burj Dubai (826 metri d’altezza) inaugurato pochi mesi fa. Il Mecca Royal Clock Tower (GUARDA LE FOTO) sarà alto 662 m e ospiterà un hotel di lusso con più di 3000 camere. Le più belle avranno una vista spettacolare sulla Mecca. Sulla cime dell’edificio ci sarà un enorme orologio: solo quello sarà sei volte più grande del Big Ben di Londra!

L’hotel sarà inauagurato a fine giugno, in tempo per il Ramadan, che quest’anno cadrà intorno al 10 agosto. Il grattacielo sarà visibile a 17 km di distanza di notte e a 12 km di giorno. Sarà anche un segno ben visibile per i pellegrini che giungono alla Mecca. Secondo il Corano, infatti, ogni musulmano deve venire alla Mecca almeno una volta nella vita. Qui è nato Maometto, fondatore dell’Islam.

Shanghai: pronta per l’Expo 2010

padiglione-italia-470.jpg

Tra un mese Shanghai ospiterà l’Expo 2010, che durerà 6 mesi, dall’1 maggio al 31 ottobre, ma è già quasi tutto pronto! Del resto, abbiamo visto con le Olimpiadi del 2008 che i cinesi gli eventi li sanno davvero organizzare. Il tema dell’esposizione universale di quest’anno è tutto incentrato sull’ecologia: “Better City, Better Life” (‘città migliori, vita migliore’). Ciascun Paese che partecipa all’Expo (sono circa 200) con un proprio padiglione ha lo scopo di proporre la propria idea di stile di vita futuro. Pratagonisti di questa esposizione universale Made in China sono proprio i padiglioni. Futuristici, tecnologici, simbolici, di design, griffati, giganteschi: sono un più bello dell’altro (GUARDA LE FOTO).

Il padiglione della Cina è un enorme tempio rosso; quello della Spagna è in stile Gaudì; quello della Gran Bretagna sembra un enorme porscospino bianco; quello del Lussemburgo è una grande fattoria stilizzata; quello dell’Africa raffigura i volti dei popoli del continente; quello dell’Australia è una moderna Ayers Rock. E quello dell’Italia? Ricorda il gioco ‘Shanghai’, quello degli stecchini (ci avete giocato tutti, immagino), ma in una versione gigantesca. Il nostro padiglione, però, non sembra essere ancora pronto. Speriamo che nell’organizzare l’Expo del 2015 che si terrà a Milano saremo più veloci. Che ne dite?

Singapore: nursery per uccellini

pappagallo-Cacatoa-nursery-470.jpg

Ecco una bella notizia, per concludere la settimana con un sorriso. A Singapore hanno aperto la prima nursery per uccellini (GUARDA LE FOTO). I piccoli volatili – che spesso non volano ancora – hanno trovato così una casa e qualcuno che si prenda cura di loro. La nursery si trova all’interno del Jurong Bird Park, uno dei più grandi e più famosi del mondo, con circa 8000 uccelli di 600 diverse specie (GUARDA IL VIDEO).

Se non ci siete mai stati e vi capita di fare scalo a Singapore durante uno dei vostri bellissimi viaggi verso il Sud Est Asiatico, vi consiglio di fare una tappa all’interno di questo meraviglioso parco. Tra gli uccellini che hanno trovato dimora a Jurong, ci sono anche specie rare, come i Barbagianni, i pappagalli Cacatoa (nella foto) e i fenicotteri rosa.