Vip: capricci negli hotel

Anna_Wintour470.jpg

Portieri d’albergo come confessori. Chi meglio di loro può conoscere i vizi e i capricci dei vip? L’importante, per i famosi, è che questi segreti non vengano svelati. Invece Nicolò De Rienzo ha pensato bene di raccoglierli e raccontarli tutti in un libro, dal titolo Nessun problema. E così scopriamo che la direttrice di Vogue America, Anna Wintour (nella foto) quando alloggiava al Four Seasons di Milano era solita mandare in giro la sua segretaria con una valigia carica di roba da lavare perché a suo dire le tintorie della città sono le migliori. C’è poi Naomi Campbell che ha accolto il portiere del Grand Hotel di Roma in baby doll, o Madonna che prima dice di voler evitare il bagno di folla a Portofino, salvo poi cambiare idea all’ultimo momento incurante del minuzioso percorso studiato ad hoc per lei.

(GUARDA LA FOTOGALLERY CON I VIP CAPRICCIOSI)

E così scopriamo, non proprio a sorpresa, che i vizi dei miliardari sono tanti. L’Avvocato Gianni Agnelli ad esempio si portava in albergo il concierge preferito, l’attrice Kim Novak è solita girare in camera nuda, Stallone invece è fissato con il porridge e Dustin Hoffman con il bagno turco. Scopriamo anche che Denzel Washington è stato cacciato da Portofino perché rumoroso. Meno grave, ma comunque strambo, il comportamento di George Clooney che è arrivato in albergo a tarda ora per cenare, costringendo lo chef a riaprire la cucina, o quello di David Gilmour dei Pink Floyd che era solito girare scalzo per la hall dell’albergo. Insomma un bel catalogo di stranezze. Fortunati allora i non famosi che non rischiano di veder svelati dai portieri d’albergo i loro vizi più segreti.

Vip: capricci negli hotelultima modifica: 2011-09-23T15:07:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Vip: capricci negli hotel

  1. I VIP fanno sempre i capricci negli hotel; ognuno ha la sua strana esigenza o particolare richiesta, ma di solito il servizio richiesto è ben pagato!

I commenti sono chiusi.