I 10 cibi più strani

Larve_Australia470.jpg

Ogni Paese ha le proprie tradizioni, soprattutto in ambito culinario. In alcuni casi però si tratta di vere e proprie stramberie. Il sito virtualtourist.com ha stilato una classifica dei dieci piatti più bizzarri del mondo. A sorpresa, troviamo anche uno dei piatti italiani più succulenti, ovvero l’asino. Al primo posto c’è la torta di sangue di maiale, specialità tipica taiwanese. Nella Corea del Sud, invece, uno dei piatti forti è il polpo crudo, che si piazza secondo. Sul gradino più basso del podio ci sono le cavallette sia cotte sia crude, consumate soprattutto in Uganda. Al quarto posto  si trova il piccione, una prelibatezza per i francesi.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEI PIATTI PIÙ STRANI)

Si piazza quinto il maleodorante durian, frutto del Sud Est Asiatico. Il sesto posto spetta al Lutefisk, una variante del classico stoccafisso norvegese. Gli aborigeni australiani, poi, sono dei gran divoratori di larve, piatto che si classifica settimo. All’ottavo posto troviamo lo Snake Wine vietnamita ovvero un vino ottenuto dal riso che si lascia fermentare in compagnia di serpenti, tartarughe, scorpioni, insetti e persino uccelli. L’asino, che nel nord Italia si cucina in salmì, si piazza nono, mentre chiude la classifica lo struzzo, piatto molto diffuso in Sudafrica e che sta spopolando anche nel Belpaese. Avete mai assaggiato queste prelibatezze? 

I 10 cibi più straniultima modifica: 2011-09-22T12:40:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “I 10 cibi più strani

  1. Hai messo due pietanze come settime. Naturalmente non ho scritto per l’errore di distrazione, ma per aggiungere che anche nel sud d’Italia è tipico il cannolo con il sangue di maiale mischiato al cioccolato e mangiare il sangue di maiale cucinato dentro un budello. Quest’ultimo si chiama “U Sangunazzu”.

  2. Alcuni cibi non mi sembrano così strani (Piccione, Asino) ma dipende anche dalla Regione (il piccione è pietanza comune in Toscana)… per quanto riguarda il Durian, sarei curiosa di vederlo e… perchè no.. assaggiarlo!!!

I commenti sono chiusi.