Le spiagge più pulite d’Europa

E’ appena uscito il rapporto annuale sulle acque più pulite d’Europa e ne è risultato che il Paese con l’acqua migliore è Cipro. Seguono il mare della Croazia e quello dell’isola di Malta. L’Italia è fuori dalla top 10 e si posiziona solo 16esima.

(GUARDA LE FOTO DELLE SPIAGGE PIÙ PULITE D’EUROPA)

Il rapporto viene redatto ogni anno dall’Agenzia Europea dell’Ambiente. La classifica segue con la Grecia, l’Irlanda (anche se il mare qui è un po’ troppo freddo per fare il bagno!), la Bulgaria, il Portogallo, la Finlandia, la Gran Bretagna e la Lettonia. Prima dell’Italia vengono anche Danimarca, Germania, Spagna, Svezia e Slovenia. Se la maggior parte di questi mari è poco appetibile per trascorrere le vacanze, dobbiamo però temere la concorrenza di alcuni di questi Paesi. Ci consoliamo sapendo che peggio di noi stanno il Montenegro, la Romania e, udite udite, la Francia!

Light on the Rocks in mostra

roccia-470.jpg

Dall’11 giugno al prossimo 9 ottobre al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige di Bolzano si terrà “Light on the Rocks“, una mostra di rocce fotografate al microscopio polarizzatore. Immagini di comunissimi sassi che ne immortalano il cuore segreto, la loro insolita natura e ricchezza cromatica. Nelle foto si vedono sottili veli di roccia che racchiudono tesori di bellezza e grazia indescrivibili a parole.

(GUARDA LE FOTO DELLE ROCCE IN MOSTRA)

Il fotografo è Bernardo Cesare, geologo che da anni immortala le rocce al microscopio. La sua tecnica fotografica non prevede rielaborazione o ritocco delle immagini. Il gioco di colori che ne risulta è prodotto solo dall’interferenza della luce polarizzata nel cristallo e dall’utilizzo di specifici filtri di compensazione. Se non si sapesse che sono rocce, vedendo le 30 foto in mostra sarebbe quasi impossibile capirlo perché a un primo sguardo sembrano un fiore, una farfalla o un dipinto astratto. Vi consiglio di organizzare un weekend a Bolzano, dove oltre a questa mostra ci sono molte altre cose da vedere, come il Duomo e il museo di Ötzi, che quest’anno festeggia i 20 anni del ritrovamento della mummia.

Festival gotico di Lipsia

festival gotico,lipsia,germania,wave gotik treffen,piercing

A Lipsia oltre 20mila persone hanno partecipato al Wave Gotik Treffen, il più grande festival del mondo dedicato alla musica goth e alla cultura dark, che si tiene ogni anno in occasione della Pentecoste. Lipsia per quattro giorni diventa il centro del mondo gotico che torna a vivere nelle strade della città tedesca, tra tatuaggi, piercing, creste e travestimenti.

(GUARDA LE FOTO DEL FESTIVAL GOTICO)

Centinaia di concerti di artisti e band di vari generi sono le attrazioni principali del festival e, oltre alle esibizioni, ci sono eventi cinematografici, serate danzanti e happening. Poi nelle tre aree mercato, l’Agra, il Villaggio Pagano e il Moritzbastei, è possibile trovare dischi, libri, abiti, oggettistica, e gadget legati alla cultura goth.

 

L’Airbus del futuro

Nel 2050 gli aerei Airbus saranno una via di mezzo da un uccello e una navicella spaziale. Sono appena uscite le prime indiscrezioni di un prototipo di aereo con la fusoliera completamente trasparente (e quindi panoramica) e una carlinga che assomiglia alle ossa dei volatili. Un progetto decisamente avveniristico. Ma soprattutto sarà ecologico: la cabina del futuro sarà, infatti, riciclabile al 100% in quanto sarà costruita con materiali autopulenti fatti di fibre naturali e sfrutterà il calore dei corpi dei passeggeri per produrre energia.

(GUARDA LE FOTO DELL’AIRBUS DEL FUTURO)

Non ci saranno più Prima classe, Business ed Economy, ma si potrà scegliere un’area ‘a tema’: ‘vitalising zone’ o ‘smart tech zone’. La prima avrà poltrone avvolgenti massaggianti con cromoterapia e aromaterapia. La seconda avrà sedili adattabili alla forma del corpo e un’area interattiva che cambierà a seconda dei gusti, dal campo da golf al negozio virtuale per fare shopping. In questo modo, anche i viaggi a lungo raggio non saranno mai più noiosi.


Il check-point del futuro

singapore-470.jpg

A Singapore si è da poco concluso il 67° meeting annuale della Iata, l’associazione dei vettori aerei, che ha presentato un sistema di controllo dei passeggeri rivoluzionario. Il nuovo check-point permette il transito dei viaggiatori in cinque secondi, senza che questi debbano togliersi giacche, cinture, scarpe, orologi o collane. I futuri body scanner si baseranno su livelli di rischio verificati a priori grazie ai dati biometrici contenuti nei passaporti e controllati prima dell’ingresso.

(GUARDA LE FOTO DEL CHECK-POINT DEL FUTURO)

passeggeri, grazie a tecnologie differenziate, saranno divisi in tre categorie e incanalati in altrettante corsie. Il tunnel del check-point è lungo 6 metri e mezzo e il transito avviene in tempi rapidissimi. Questo servirà a eliminare le antipatiche code. La Iata sperimenterà il sistema entro 18 mesi e l’installazione nei grandi hub di traffico mondiale potrebbe avvenire nei prossimi cinque anni. Trovo che questo sistema sia migliore del body scanner con cui ti vedono anche le mutande, no?

Le terme più grandi d’Austria

Nel bel mezzo della campagna austriaca, nella regione della Stiria, a un’ora e mezza da Vienna, si trovano le terme tra le più grandi d’Europa, le terme Loipersdorf. Con ben 76 diversi tipi di intrattenimento, sono un vero spettacolo. Non a caso, proprio in questi giorni si sono aggiudicate il terzo posto dello European Health & Spa 2011 Award. Ognuno qui può trovare qualcosa da fare: a partire dai bebè per i quali c’è tutta un’area dedicata con piscine, scivoli, spiaggia, asilo nido e aree giochi. Ai teenager, ai quali è dedicato un enorme Fun Park che comprende scivoli, piscine con onde o con la corrente, a cui si stanno per aggiungere nuove attrazioni: lo scivolo più grande d’Europa (inaugurato l’11 giugno) e lo scivolo coperto più alto e più veloce d’Europa, che aprirà il prossimo 20 novembre ergo ci si potrà andare anche d’inverno!.

(GUARDA LE FOTO DELLE TERME PIÙ GRANDI D’EUROPA)

Le terme vantano anche un altro primato: l’area dedicata agli adulti più grande d’Europa (8.500 mq). Da veri nordici, qui è consentito praticare il naturismo! Chi vuole intendere… Se siete dalle parti di Vienna o se siete appassionati di parchi dei divertimenti, qui troverete pane per i vostri denti. Ma se cercate una struttura termale che offra di tutto e di più (piscine termali, trattamenti, saune ecc), questo è il posto che fa per voi. Le terme Loipersdorf hanno anche vinto il Golden Award 2011 per la più ampia offerta benessere, un premio che mette a confronto le terme di Austria, Svizzera e Germania.

Sai dov’è l’Isola di Mona?

Se siete fan come me del quiz Chi vuol essere milionario, non vi sarete persi la domanda sull’Isola di Mona. Il concorrente che ha risposto (giusto) alla domanda, si è portato a casa ben 30mila euro! Computer alla mano, abbiamo tutti cercato quest’isola su Internet e abbiamo scoperto che si trova a Porto Rico, nel bel mezzo del Mar dei Caraibi. Qualcuno l’ha già soprannominata le Galapagos dei Caraibi. Deve essere un posto meraviglioso! Infatti, dopo aver visto le foto ho deciso che sarà la mia prossima meta delle vacanze.

(GUARDA LE FOTO DELL’ISOLA DI MONA)

L’isoletta misura 11 km per 7 ed è disabitata. E’ una riserva naturale e, per questo, le uniche persone che si trovano su Mona sono i ricercatori. L’isola è piuttosto piatta, con altissime scogliere intorno che nascondono un’infinità di caverne e di calette (le più belle sono Playa de Pájaros e Playa Sardinera). E’ l’habitat perfetto per lo sviluppo di alcune specie rare, come l’iguana di Mona. I turisti che la visitano (e che possono fare campeggio) sono i boy scout e i birdwatcher. Insomma, i portoricani l’hanno tenuta nascosta per molto tempo, ma d’ora in avanti sarà la meta prediletta di molti. Speriamo non la rovinino!

L’A380 per la prima volta a Roma

Per la prima volta un A380 è atterrato a Roma. Il gigante dei cieli ha toccato la pista dell’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma Fiumicino in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni dello scalo romano e per i 150 anni dell’Unità d’Italia. L’A380 della compagnia aerea Emirates, pilotato dall’italiano Nicola Coviello, è decollato dall’aeroporto di Dubai alle 8.55 del 6 giugno ed è atterrato alle 13.25, accolto dal water cannon, un arco d’acqua creato dai vigili del fuoco.

(GUARDA LE FOTO DELL’A380 ATTERRATO A ROMA)

L’A380 è l’aereo più grande del mondo. Il volo di ieri ospitava 489 passeggeri a bordo, ma il gigante dell’aria può portare fino a 800 persone sui due piani. Alcune compagnie aeree hanno allestito i propri A380 con suite doppie e servizi superlusso, tra cui due On Board Shower Spa e fino a 1200 canali di intrattenimento. Un A380 era già atterrato in un aeroporto italiano. Lo scorso mese di luglio, infatti, l’A380 della Emirates è arrivato a Milano per la presentazione della nuova maglia del Milan, di cui è sponsor.

Riapre il Playboy Club di Londra

playboy, londra

A Londra riapre il Playboy Club. Dopo trent’anni di chiusura, nel centrale e chic quartiere di Mayfair, Hugh Hefner, fondatore della celebre rivista, torna con le sue conigliette. Nel 1981 il locale fu chiuso perché, dopo un iniziale periodo di gloria, in cui era frequentato da star come Sean Connery e Roger Moore, era diventato fuori moda. Oggi il club accoglierà solo i soci, l’iscrizione come ”socio a vita” costa 17mila euro e un cocktail 2200 euro. All’interno del club ci saranno sale da gioco, un ristorante, un barbiere e un’area cocktail lounge.

(GUARDA LE FOTO DEL PLAYBOY CLUB)

L’imprenditore 85enne è entusiasta di portare il suo marchio nuovamente in Gran Bretagna, ma l’apertura del club ha suscitato le proteste delle femministe: “Stereotipare le donne come conigliette non è né sexy né liberatorio”. Ed Hefner controbatte: “L’originale club Playboy aprì a Londra nel 1966 e ancora oggi è ricordato nel mondo. Il suo ritorno è estremamente significativo. Pensate di iscrivervi anche voi la prossima volta che passate da Londra?

Malpensa, il museo del volo

A due passi dall’aeroporto di Malpensa, alle porte di Milano, si trova Volandia, un parco tematico con tanto di museo dedicato al volo. In questi giorni è stato inaugurato un padiglione dedicato ai viaggi spaziali. All’interno, infatti, è stata ricostruita la ISS (Stazione spaziale internazionale) su cui si possono rivivere le sensazioni provate dai nostri astronauti Paolo Nespoli e Roberto Vittori. Compresa la sensazione di trovarsi a ben 400 km d’altezza! Si può anche simulare una passeggiata sul suolo della Luna e di Marte, guardare le stelle attraverso il telescopio Hubble e viaggiare tra le galassie in 3D.

(GUARDA LE FOTO DEL MUSEO DEL VOLO)

Nelle sue cinque aree tematiche suddivise in 60mila metri quadri, Volandia ripercorre la storia del volo con 40 velivoli e 16 postazioni di volo simulato. Una sala è anche dedicata al primo volo fatto all’aeroporto di Malpensa, con un biplano Caproni Ca.1 il 27 maggio del 1910. All’esterno, si può provare l’ebbrezza di un volo in mongolfiera.