Resort ai piedi di Ayers Rock

Se siete alla ricerca di un’esperienza di viaggio indimenticabile, vi consiglio un resort davvero unico al mondo: Longitude 131°, un eco-resort di lusso ai piedi di Uluru, meglio conosciuta come Ayers Rock, in Australia. Il campo tendato all’interno dell’Uluru-Kata Tjuta National Park minimizza l’impatto sull’ambiente circostante che è stato iscritto tra i Patrimoni dell’umanità fin dal 1987 ed è stato approvato anche dalle comunità di aborigeni che vivono da questa parti e per le quali questo è un luogo sacro. Il panorama che si gode dal villaggio è a dir poco spettacolare. Da ognuno dei 15 bungalow è garantita la vista su Ayers Rock. Emozionanti sono soprattutto l’ora del tramonto e l’alba. Anche le attività ludiche organizzate sono tutte legate ad Ayers Rock: gite a bordo di jeep tra le dune dell’outback australiano, escursioni in elicottero, trekking all’alba sul monolite, cene sotto le stelle ecc.

(GUARDA LE FOTO DELL’ECO-RESORT AD AYERS ROCK)

I primi turisti a visitare questa regione dell’Australia giunsero negli Anni ’50. Negli Anni ’60 ne arrivavano circa 5000 l’anno, oggi se ne contano almeno 400mila. Uluru, una delle icone dell’Australia, è visibile da decine di chilometri di distanza ed è famosa per la sua intensa colorazione rossa, che varia dall’ocra, all’oro, al bronzo, al viola a seconda dell’ora del giorno e della stagione. Non vi è venuta voglia di partire subito?

Resort ai piedi di Ayers Rockultima modifica: 2011-01-24T14:43:15+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Resort ai piedi di Ayers Rock

  1. Grazie della notizia, non lo conoscevo ma è semplicemente favoloso….
    L’esperienza che si vive in questo resort deve essere veramente indimenticabile!!!

  2. Sono stato in Australia 2 anni fa. Sono stato anche ad Ayers Rock e questo residence non c’era. Alloggiai in un bellissimo villaggio a circa 3 Km. dal monolite. Ho cenato sotto le stelle. Un’esperienza bellissima … solo un problema! Di giorno la zona è letteralmente assediata dalle mosche, e, per proteggersi, è bene munirsi di cappello con apposita retina protettiva per il volto

I commenti sono chiusi.