Top 20 dei viaggi del 2011

La prestigiosa rivista National Geographic ha pubblicato la classifica dei 20 viaggi da fare nel 2011. Insieme a Ulan Bator, in Mongolia, che è il primo viaggio consigliato in assoluto, e ai laghi di Plitvice, in Croazia, al terzo posto come meta imperdibile c’è la nostra amatissima Sardegna! Non una zona specifica, ma l’intera isola. Non è una notizia meravigliosa? Pensate che la classifica comprende luoghi incantati come la Tasmania, in Australia, i Fiordi norvegesi, la Namibia e il Laos, ma anche l’Isola di Kodiak, in Alaska, le Highland scozzesi e la Penisola Gaspé, nello Stato del Quebec, in Canada. Luoghi ameni come la Papua Nuova Guinea o il Kurdistan iracheno (il Paese è diviso tra Iran, Iraq e Turchia). E persino paradisi terrestri come l’Uruguay, Palawan, nelle Filippine, e Messenia, in Grecia.

(GUARDA LE FOTO DELLE 20 DESTINAZIONI CONSIGLIATE PER IL 2011)

Un’altra classifica delle mete consigliate per l’anno prossimo l’aveva stilata qualche tempo fa la guida Lonely Planet, che aveva messo al primo posto l’Albania, come meta emergente, mentre l’Italia era solo al 7° posto. Con quale delle due classifiche siete d’accordo? Vogliamo farne una noi?

Top 20 dei viaggi del 2011ultima modifica: 2010-12-29T15:36:13+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Top 20 dei viaggi del 2011

  1. Effettivamente è una bella notizia che in mezzo a tante bellezze si siano ricordati anche di quelle italiane… ne abbiamo così tante, che a volte nemmeno ce ne rendiamo conto!!!
    La mia classifica preferita è quella del National Geographic e per quanto riguarda il posto che sicuramente bisognerebbe visitare nel 2011 occupano una buona posizione:
    – New York tutta;
    – le cascate Iguazu in Brasile;
    – Greet Barrier Reef: la barriera corrallina australiana;
    – il Taj Mahal in India;
    – Petra;
    …. e chi più ne ha più ne metta…. ma da fare tutte in un anno mi sembrano già sufficienti!!!

  2. come non essere d’accordo con l’autorevole ed espertissimo ‘National Geographic’.. Non è questione di campanilismo, sono nata in Sardegna e credo meriti davvero questo riconoscimento. Provate a visitare la spiaggia ‘La Pelosa’, ‘Cala Goloritzè’ – già monumento naturale protetto dall’Unesco… E poi ‘La Cinta’, ‘Is Arutas’, Porto Giunco.. e ‘Porto Pino’ con le sue dune bianchissime lunghe 5 km, altissime e spettacolari? Ma la Sardegna vera, autentica è anche la Gola di Gorropu nell’entroterra, la Sardegna è anche lo stagno Molentargiu alle porte di Cagliari, con migliaia di fenicotteri rosa e quasi trecento specie di fauna selvatica, avifauna in particolare, qualcosa che non si può descrivere, come non si possono descrivere le foreste del Gennargentu, del Limbara.. e La Maddalena, le spiagge rosa dell’isola di Budelli, Caprera.. beh.. lasciatemelo dire.. sono orgogliosissima d’essere nata in questo incredibile paradiso terrestre!!!

  3. adoro il mare della mia Sardegna ma qui non c’è solo il mare c’è un entroterra selvaggio e incontaminato da lasciare senza fiato

  4. …non c’è dubbio..in quanto a bellezze natulali, la Sardegna occupa i primi posti al mondo, per le sue varietà e per l’integrità della maggior parte del suo paesaggio

  5. Beh era ora ci sarà un flusso di turisti ancora maggiore, l’importante è che non vengano solo per Luglio e Agosto!

I commenti sono chiusi.