Sharm: riapre la spiaggia degli squali

coral-bay-sharm-470.jpg

Una buona notizia per tutti quelli che sono in partenza o che vogliono prenotare un viaggio per Sharm el-Sheik: la spiaggia degli squali ha riaperto ai bagnanti. Le autorità egiziane hanno dato l’ok dopo che uno squalo killer aveva ferito quattro turisti e ucciso una donna tedesca in vacanza sul Mar Rosso e la spiaggia era stata chiusa. Ai proprietari degli hotel della zona sono state ordinate delle misure di sicurezza da prendere per garantire la salvaguardia dei turisti durante i bagni e le immersioni.

(GUARDA LE FOTO DELLA SPIAGGIA DI SHARM)

Innanzitutto, dovranno provvedere a una segnaletica sulle spiagge che indichi ai turisti i comportamenti da tenere in acqua e i rischi da evitare. Inoltre, ci sarà un costante pattugliamento della costa da parte delle imbarcazioni, che potranno così avvisare i bagnanti in caso di eventuali pericoli. E sono proprio le immersioni – o lo snorkeling, per chi non è un esperto sub – il motivo principale per cui milioni di persone scelgono di andare a Sharm ogni anno.

Sharm: riapre la spiaggia degli squaliultima modifica: 2010-12-13T15:00:14+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

40 pensieri su “Sharm: riapre la spiaggia degli squali

  1. Speriamo bene … Il Mar Rosso è un paradiso per noi subacquei, ma per quanto mi riguarda avrei aspettato ancora un pò prima di autorizzare immersioni e snorkeling.
    Inoltre spero che non venga fatta una ingiustificata mattanza di squali … che già alcune specie sono a rischio.

  2. ingiustificata mattanza di squali?!!!! ma sei fuori di testa???? 1 persona morta e 4 feriti e cosa bisogna fare….lasciare che mangino le persone?prova a dirlo ai parenti di quei turisti una cosa del genere…vai a sharm che il viaggio te lo pago io…e magari il conto dei morti salirà a 2….

  3. che dire ,sono andato 9 volte a sharm ,paradiso dei sub ,mi sembra normale che in un mare come quello ci siano gli squali ,non è nornale che assalgano giornalmente i turisti ,ma forse siamo stati noi ad invadere il loro territorio ,un tempo si andava in 100 a fare le immersioni oggi in 100,000 sub …………..riflettete gente riflettete………….

  4. sicuramente ci sarà una causa per questi attacchi, ma resto comunque perplessa per questa apertura totale e ritorno alla normalità…speriamo bene!

  5. @davide dispiace per ki è stato ferito gravemente e per ki ha perso la vita, ma dobbiamo ricordare ke quando entriamo in acqua, siamo noi umani gli intrusi ad invadere il territorio dei grandi predatori marini e lo facciamo anke in maniera molto ma molto maleducata! Gli squali sono animali, alcuni potenzialmente pericolosi per l’uomo, ma fidati, siamo è più pericoloso l’uomo per gli squali di quanto gli squali lo siano per l’uomo. dovremmo imparare a rispettare ciò ke ci circonda e le altre creature ke ne fanno parte!

  6. Io credo che la ragione sia dalla parte dello squalo. Non dimentichiamoci che siamo noi ad entrare nel suo mondo e a casa sua, non è di certo uscito dall’acqua e andato a passeggio sulla spiaggia a scegliere l’umano da sgranocchiare. E’ sempre più consuetudine che quando andiamo incontro al pericolo se succede qualcosa di brutto sia colpa del pericolo non nostra….

  7. ha detto uno scienziato che gli squali attacano perche’ affamati e la spiegazione e’ che a causa dell’enorme presenza di hotel e turisti, la pescosita’ sta diminuendo a svantaggio appunto dei predatori.
    non avendo pesce a sufficienza, mangiano i turisti, praticamente…

  8. Vorrei far presente a Davide che gli animali esistono in natura da molto prima che arrivasse l’uomo. E che ci siamo presi tutto il pianeta costringendo gli animali a vivere praticamente in cattività.. Inoltre faccio presente che gli agli squali il sapore della nostra carne fa schifo. Ci attaccano prechè ci scambiano per altri animali..Siamo talmente arroganti che pensiamo di poterci permettere tutto solo perchè siamo intelligenti..ma su questo punto ho molti dubbi..visto che spesso il cervello lo teniamo spento. I pesci tropicali che ci sono nel mediterraneo..mare non esattamente tropicale una volta..di chi pensi sia la colpa? La natura prima o poi si riprenderà tutto quello che con la nostra arroganza gli abbiamo tolto… e come dice Manuela..siamo noi che andando nel mare, siamo loro ospiti e non il contrario..Squali Killer..mi viene da ridere.. Direi piuttosto esseri umani arroganti…

  9. Caro Davide, vorrei ricordarti per un momento che il mare non è esattamente il nostro habitat naturale altrimenti avremmo pinne, branchie e squame invece di polmoni, gambe e cute. Mentre il mare è l’habitat naturale dei pesci fra cui gli squali. Ora prova a pensare se per caso ti ritrovassi uno squalo che passeggia sulla spiaggia e ti tira una smozzicata…. in tal caso forse potresti aver ragione di sparare le belinate che spari.

  10. Siete stati a fare qualche immersione?Ad esempio Sharm?
    Avete visto cos fà la gente quando vede un pesce strano o più grande?
    Ho visto uno squaletto ,riposava sul fondo, sè lò chiamate riposo,
    18 sub attorno a questo pesce, 7 che fotografavano.
    E poi c’è dà meravigliarsi se succedono fatti simili, premetto non sò i
    fatti di questi giorni

  11. @davide io mi esprimo sempre a favore degli animali ed in particolare degli squali: l’utilità degli squali è immensa e gli squali sono FONDAMENTALI, gli elasmobranchi (così si kiamano) si cibano di pesci ke si cibano di altri ke si cibano di altre microorganismi presenti in mare e ke regolano anke l’ossigeno ke respiriamo. Diverse specie di squali sono già estinte, altre sono in pericolo di estinzione… se gli squali scompaiono, non è a rischio solo l’ecosistema marino, ma anke il nostro e ti faccio presente caro davide, anke la nostra vita sarà a rischio. ki siamo noi per distruggere una specie ke è in vita da 400 milioni di anni? ultima cosa e questo lo dico sempre (anke se in inglese suona meglio) la domanda non è QUANDO ATTACCANO GLI ANIMALI SELVATICI? ma la vera domanda è QUAND’E’ KE LA GENTE STUPIDA VIENE ATTACCATA?
    saluti a tutti e save the sharks!

  12. TUTTI AMICI DEGLI SQUALI SIETE?MA FATEMI CAPIRE UNA COSA QUINDI A MARE NESSUNO DI VOI VA?E SE AD ESSERE ASSALITI DAGLI SQUALI FOSSE STATO UNO DI VOI O UN VOSTRO PARENTE PARLERESTE ANCORA COSI? TUTTI BRAVI E AMICI DEGLI SQUALI SIETE….MA PERFAVORE….

  13. X MAURO…IO NN HO NULLA CONTRO NESSUNO…MANCO CONTRO GLI SQUALI…MA IN CERTI CASI E SPECIALMENTE IN CERTI POSTI COME SHARM ( DOVE LI VIVONO DI TURISMO) è BENE FARE “PULIZIA DI SQUALI” SE VOGLIONO CHE LA GENTE VADA ANCORA LI…MA IL VOSTRO INTELLETTO è TROPPO ELEVATO PER CAPIRE UNA COSA DEL GENERE…CMQ ORA DEVO ANDARE…VADO A COMPRARE UN PO DI PESCE(SQUALO)ALLA PIASTRA VIENE UNA MERAVIGLIA….VI SALUTO….CIAO CIAO

  14. sono appena rientrato da sharm, precisamente ieri. e non vi è cosa più triste che andare a sharm e non potere fare il bagno e le mie immersioni, una impotenza unica, non si poteva ne andare suipontili e ne uscire in barca, anche se quest0ultima non l’ho capita.
    per la causa , dicono che dei deficenti habo dettato delle carcasse di pecore a risodo del porto di sharm e questo ha stuzzicato gli squali, mai così vicini ed aggressivi coem ora , e ve lo dice uno che è stato a sharm in immersione diverse volte vedendo gli squali in acqua, senza che fossero aggressivi.
    comunque andare a sharm senza potere entrare in acqua , è come andare a fare la settimana bianca senza neve.

  15. Capisco tutta la vostra delusione nell’andare a sharm e non fare immersioni ci sono stato anche io e capisco quanto è bello, ma non dimentichiamoci che gli squali erano già li prima che noi umani costruissimo il primo albergo. Quindi se vogliamo evitare morti inutili agli umani bisogna prendere provvedimenti di altro genere non sterminare una specie animale per il nostro divertimento.

  16. X DAVIDE:
    un sereno augurio di un futuro bagno nel mare dei tuoi sogni con un bel piragna dentro i boxer!!!!!! poi che fai? mattanza di piragna? o vai a rifarti il trucco? pazza!!!!!
    Comunque scherzi a parte, torna subito nella località dove hai trascorso le ferie…..corri a recuperare il tuo piccolo cervello che devi aver lasciato vicino all’ ombrellone!!!!

  17. Lasciamo perdere Davide….tanto èuna battaglia persa….anche se avesse capito di aver sbagliato non lo ammetterebbe mai.
    Visto i commenti mi sembra che sia molto chiaro che non è colpa degli squali se sono in mare e devono mangiare….

  18. Dispiace proprio constatare da questo blog come la natura umana sia PERFIDA CATTIVA IGNORANTE. Basta che uno qualsiasi dica la propria opinione e venga poi attaccato. Proprio come fanno gli squali. E poi ci lamentiamo……..Loro lo fanno d’istinto, mentre noi per cattiveria. Povera, misera razza umana

  19. ma delle reti metalliche a protezione,come in tanti altri luoghi,dove c’è ancora più squali no?E così il business del turismo può continuare,perchè è di questo che si tratta.MAX

  20. L’ uomo ammazza squali in modo criminale da decenni solo x stupide credenze e per mangiarsi le sue pinne. In mare facciamo ogni sorta di porcheria , se poi uno squalo aggredisce dei bagnanti diventa un assassino? E’ solo un animale e da animale si comporta e segue l’istinto.
    Mi dispiace per le persone aggredite e quella uccisa. Ma da qui a far diventare gli squali dei mostri è assurdo e chi lo dice lo fa solo per ignoranza.
    E a giudicare da come maltrattano anche l’italiano di ignoranza mi sembra ce ne sia davvero parecchia!

  21. il problema non e’nostro ma degli squali. Stupido dire catturiamo tutti gli squali pericolosi per l’uomo,perche’non dobbiamo dimenticare che molte persone vanno a sharm proprio in cerca di incontri sempre piu’ adlto rischio. Anche questo potrebbe essere uno spunto di riflessione sulla questione.Non credete che l’interazione tra l’uomo e questi pesci vecchi milioni di anni, stia cambiando le loro abitudini, rendendoli in parte meno adatti a procacciarsi il cibo da soli e sempre piu’ bisognosi di trovarsi nei pressi dell’uomo per poter mangiare? Così come i delfini, questi esseri assolutamente primitivi avrebbero capito che dove c’e’ l’uomo c’e’ cibo, ma al contrario dei piccoli cetacei ,la loro indole,molto piu’ selvaggia li rende in rarissimi casi pericolosi per l’uomo.

  22. LA PRIMA VOLTA CHE SONO STATO IN EGITTO A MALAPENA CERANO DEI RESORT E LE IMMERSIONI ERANO GIA LA PRINCIPALE ATTRATTIVA. IN MOLTI ALTRI POSTI AL MONDO COMPRESE LE ISOLE MALDIVIANE VI SONO STATI DEGLI INCIDENTI CON ANIMALI MARINI. CON QUESTO VOGLIO DIRE CHE E STATA UNA TREMENDA FATALITA’ , MA IL RIMEDIO NON E LO STERMINIO O LA SPIETATA CACCIA A QUESTI ANIMALI . BISOGNEREBBE AUMENTARE LA SORVEGLIANZA , SEGUENDO SEMPLICI REGOLE SI POTRA CONTINUARE A GODERE DI QUESTI POSTI SPLENDIDI RICORDIAMOLO , PATRIMONIO DI TUTTI NOI MA ANCHE DEGLI ANIMALI MARINI…..

  23. molti turisti quando vanno in quei posti non guardano i cartelli che i bagnini mettono per dire che ci potrebbero essere dei pericoli.

    per me il vero pericolo non sono gli squali ma L’uomo perchè si è impossessato del loro abitat e quando per caso o volutamente si ribellano all’uomo che fine fanno? di sicuro non bella.

  24. Buongiorno a tutti, Io insegno subacquea da tanti anni e rispetto il luogo in cui vado e cerco di insegnarlo ai miei allievi ( anche perché non è casa mia …!). Qualsiasi mare contiene al suo interno una miriade di razze animali tra cui predatori e “prede”.
    Se si vuole andare a fare immersioni in certi luoghi bisogna mettere in preventivo che la “preda” potremmo essere noi, soprattutto quando con la nostra eccessiva presenza, alteriamo l’Habitat e le abitudinio degli animali.
    Non sto giustificando una morte ma semplicemente capisco e vorrei far comprendere il fatto che in luoghi “tropicali” dove si continuano a sottrarre risorse dal mare per sfamare un turismo cresciuto esponenzialmente nel decennio, animali di grossa taglia come gli squali iniziano a faticare a trovare il mangiare.
    Forse sarebbe il caso di trovare un compromesso con la natura.
    Non sono particolarmente un “animalista” ma vien da se che non si fanno mattanze perchè sono morti due turisti. Mi spiace enormemente per le famiglie e per i malcapitati ma rimane oggettivamente un fatto del tutto isolato che non fa neanche percentuale, soprattutto nel Mar Rosso.
    La mia è solo una riflessione.
    In conclusione non vorrei che la soluzione fosse che per far dispetto alla moglie ci si taglia le parti basse. Non è un rimedio uccidere animali, probabilmente sarebbe opportuno non portare a fare il bagno persone in mare aperto ed in zone risaputamente frequentate da certi animali ed ancor di più in periodo di riproduzione …
    tuto può essere

  25. @Davide: ho fatto immersioni in (quasi ) tutti i mari del mondo, e mai, ripeto, mai uno squalo ha mai manifestato alcun interesse per noi umani.
    siamo noi a visitare il loro mondo, assumendoci la responsabilità delle nostre azioni. Il fatto di Sharm, unico nel suo genere, sembra tra l’altro causato da errore umano: l’aver gettato a mare carcasse di ovini, che hanno attirato a riva i predatori.
    Detto questo, ti ricordo che in natura, numerosi insetti uccidono, i serpenti uccidono, i ragni uccidono, e tantissimi animali sono potenzialmente fatali. Forse dobbiamo continuare lo sterminio???? Per non parlare dell’uomo, che uccide piu’ di ogni altra creatura…e spesso lo fa solo per pura cattiveria….

  26. Dal momento che se per uno squalo che ha attaccato, occorre ammazzare tutti quelli nel Mar Rosso, come soluzione, cosa bisogna fare di quei popoli che attaccano altri popoli con bombe a grappolo, al fosforo o che per uccidere un terrorista tirano un missile in un albergo dove si festeggia un matrimonio?
    Penso che gli uomini siano molto più cattivi ed ignoranti degli animali, perchè ignorano tutto il male che facciamo ad altre persone, animali ed alla natura stessa.

  27. anche io sono tornato ieri da sharm e mi è molto spiaciuto non peter fare snork ma era pericoloso purtroppo qualche imbecille ha buttato come diceva un altra persona qelle pecore morte in acqua e questi non li avevano uccisi gli squali forse come al solito l’uomo ci mette mano poi non ci si deve lamentare!!!

  28. Caro Davide ,allora dovrebbero anche vietare la F1 ,il moto GP ,il calcio ecc ecc perche anche li’ ci sono dei morti,molto più di quelli che ci sono divorati dagli squali. Io sono un sub ( ho il brevetto e faccio immersioni) A Sharm sono andato due volte ( in un periodo che non c’è molta affluenza ,Aprile ) e ti posso garantire che sott’acqua , anche a 15-20 metri sembra di essere in un centro commerciale alla vigilia di Natale .Fossi stato io uno squalo sarei abbastanza incazzato……..,,.pensaci un pò quanto lo sono loro dopo anni e anni che sopportano senza guadagnarci nulla,anzi. Io a sciare mi sono rotto i legamenti delle gambe più la cuffia della spalla per colpa di un defi…. che mi è venuto addosso, non l’ho ammazzato…….e scio ancora. Pensaci

  29. DEVONO METTERE LE RETI ANTI SQUALI SU TUTTA LA COSTA, IL RISCHIO DI DANNEGGIARE LA BARRIERA E’ MINIMO SE USANO RETI A MAGLIE LARGHE CHE PERMETTONO L’ENTRATA DI PICCOLI PESCI E LA NUTRIZIONE DELLA FLORA E FAUNA MARINA DELLA COSTA, SE NON SI METTONO O SI PROTEGGONO LE SPIAGGIE, LA PAURA DI ENTRARE IN ACQUA UCCIDERA’ SHARM EL SHIEK ED IL SUO TURISMO.

I commenti sono chiusi.