La nave più grande del mondo

E’ arrivata a Port Everglades, il porto di Fort Lauderdale, in Florida, la Allure of the Seas, la nuova nave più grande del mondo, con 225.282 tonnellate di stazza. Solo poco più di una settimana fa aveva lasciato la Finlandia e il cantiere di Turku dov’è stata costruita per iniziare la traversata atlantica. Spettacolare è stato il passaggio sotto il ponte Storaebelt in Danimarca, alto quanto la nave, che vanta ben 16 ponti! E proprio dalla Florida inizierà la sua stagione nel Mar dei Caraibi, alternando crociere di sette notti nei Caraibi occidentali e orientali con a bordo 5400 passeggeri.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA NAVE PIÙ GRANDE DEL MONDO)

La Allure of the Seas è anche la nave più innovativa del mondo. Al suo interno è divisa in quartieri di bordo con temi diversi nelle sette aree della nave, tra cui il Central Park, la BoardWalk, la Royal Promenade. Ospita anche un teatro per film in 3D e ben 26 ristoranti, tra cui il mitico Starbucks. Il prossimo 13 novembre la Allure farà il suo primo incontro con la gemella, la Oasis of the Seas, nel porto di Fort Lauderdale. Ci staranno? Pensate che la Allure ha soffiato il primato alla Oasis per soli 5 cm di lunghezza.

A Londra il ristorante per cani e gatti

ristorante-animali.jpg

I nostri amici animali, oltre a essere diventati un elemento importante della famiglia e molte volte accuditi con un occhio di riguardo in più rispetto agli umani, spesso vengono viziati oltre dovuto, magari con qualcosa che a loro non piace neanche (penso, per esempio, a degli inguardabili indumenti e accessori). L’ultima novità che arriva da Londra, però, non potrà che fargli piacere. In Pimlico Road, ha infatti aperto il Lily’s Kitchen Diner, un ristorante gourmet dedicato a cani e gatti, con un menu studiato appositamente per loro. (GUARDA LE FOTO)

L’idea è di Henrietta Morrison, proprietaria del locale e chef specializzata. Il ristorante può ospitare un massimo di sei animali per volta, con tavoli e piatti studiati appositamente per essere confortevoli per i cuccioli a quattro zampe. Cibo di alta qualità preparato con ingredienti accuratamente selezionati, in grado di migliorare la salute degli animali. La notizia più bella, però, è che si tratta di un’iniziativa per raccogliere denaro a favore di un’associazione che si occupa dell’assistenza di cani bisognosi d’aiuto. Il ristorante rimarrà aperto fino al 23 dicembre, quindi se vi capita di andare a Londra in compagnia del vostro cane o gatto, fateci un salto!

Le 10 mete del 2011

Se avete in programma un viaggio e siete indecisi sulla destinazione, fidatevi delle mete consigliate da Lonely Planet, che ha appena stilato la top 10 dei Paesi da vedere il prossimo anno. Naturalmente non può mancare l’Italia, che si trova al 7° posto della classifica, consigliata per le città storiche e i borghi nascosti, ma anche per il buon cibo e la gente ospitale. Evviva! Non stupitevi, invece, se al primo posto trovate l’Albania. Questo Paese si sta liberando dalla fama di luogo inospitale e pericoloso e si sta aprendo al turismo. Se siete alla ricerca di un posto selvaggio, incontaminato e soprattutto low cost, ecco la meta che fa per voi. Il secondo Paese da visitare è il Brasile, dalle città come Rio de Janeiro, San Paolo e Brasilia (che quest’anno festeggia i cinquant’anni), fino alle coste con le loro spiagge immense. L’ultimo del podio è l’arcipelago di Capo Verde, con le sue dieci isole di Sopravento e Sottovento.

(SFOGLIA LA FOTO-CLASSIFICA DELLE DESTINAZIONI CONSIGLIATE PER IL 2011)

Seguono Panama (oltre al famoso canale ci sono isole spettacolari), la Bulgaria e l’arcipelago di Vanuatu, nel bel mezzo del Pacifico. All’8° posto della classifica c’è la Tanzania, imperdibile per la natura, gli animali (qui si possono vedere i ‘big five’) e la spiagge di Zanzibar. Per il 9° posto è stata scelta la Siria e, in ultimo, il Giappone, con i suoi contrasti fatti di grattacieli, luci al neon e giardini di ciliegi in fiore. Avete preparato la valigia per una di queste mete? Io sì.

Oxford Street, corsia di sorpasso?

oxford-street-folla-470.jpg

La celebre Oxford Street di Londra, la via più affollata e trafficata della capitale britannica nonché la più grande del mondo (è lunga 4 km), potrebbe diventare a due corsie: una per i turisti, e per chi si sofferma a guardare le vetrine dei negozi, e l’altra per chi ha fretta, una sorta di corsia di sorpasso, insomma (GUARDA LE FOTO). L’idea è venuta alla New West End Company, l’associazione che riunisce gli oltre 600 negozi, i grandi magazzini (tra i più famosi, Selfridges, Marks & Spencer, Debenhams), e gli esercizi pubblici tipo bar e ristoranti di Oxford Street. E’ stato calcolato che su questa via passano all’incirca 200 milioni di persone l’anno. Inoltre, è percorsa da 300 double deck bus (quelli a due piani tipici londinesi) ogni ora e incrocia tre importantissime fermate della metropolitana (Marble Arch, Oxford Circus e Tottenham Court), oltre ad altre vie centralissime e affollatissime, come Regent Street, Charing Cross Road, New Bond Street e Park Lane.

Una cosa simile l’avevano fatta a New York, dove era stata tracciata una linea sul marciapiede della Fifth Avenue per dividere i turisti dai newyorchesi. Ma non ha avuto successo. Voi cosa ne pensate?

Il resort di ghiaccio e neve

snow-village.jpg

A più di 200 km a nord del Circolo Polare Artico, in Finlandia, ogni anno viene costruito un resort di ghiaccio e neve, un vero e proprio villaggio turistico con tanto di hotel, ristorante, discoteca e ice bar. Lo Snow Village copre un’area di 20.000 metri quadrati, non lontano dalle stazioni sciistiche di Yilas e Levi, nella parte occidentale della Lapponia finlandese, a circa 150 chilometri da Rovaniemi. Per costruirlo servono circa 1,5 milioni di chilogrammi di neve e 300.000 di ghiaccio naturale per realizzare circa 3.000 metri quadri di spazi coperti, all’interno dei quali vengono ricavate 20 camere e 7 suites, oltre alle aree di intrattenimento. (GUARDA LE FOTO)

La temperatura interna, indipendentemente da quella esterna, si mantiene sempre tra i -2 e i -5 gradi centigradi. Una notte in suite costa 320€, in una camera normale 120€ con tanto di sacchi a pelo termici e abbigliamento adatto per non soffrire di freddo. Da dieci anni ormai, la costruzione inizia verso fine ottobre, quando le temperature oltrepassano i dieci gradi sotto lo zero. Per la stagione 2010-2011, lo Snow Village rimarrà aperto dal 10 dicembre 2010 al 15 aprile 2011.

La ‘tomatina’ di Londra

Ieri a Londra sembrava di essere in Spagna. Nel pieno centro della metropoli britannica, a Golden Square, a due passi da Piccadilly Circus, è stata improvvisata una battaglia di pomodori proprio come la Tomatina de Buñol che si tiene ogni anno a fine estate nella cittadina spagnola vicina a Valencia. Un vero e proprio flash mob a cui hanno partecipato 200 persone che si sono lanciate 25.000 pomodori belli maturi e lattine di conserva (GUARDA LE FOTO). Tra i partecipanti c’erano anche le sosia di due celebrity: Katy Perry e Lady Gaga. Il divertimento era assicurato.

La vera ‘tomatina’ si svolge ogni anno fin dal lontano 1940 e partecipano ben 40mila persone provenienti da tutto il mondo che consumano 100mila tonnellate di pomodori. Ma a Buñol non ci sono le due pop star che vedete in questo video.

Le coste più belle del mondo

coste.jpg

Quali sono le coste più belle del mondo? Se lo sono chiesti al National Geographic e, per giungere a un risultato oggettivo, hanno indetto un sondaggio tra 340 esperti di viaggi e di turismo sostenibile. Alla fine hanno stilato una classifica dei 99 tratti di costa più belli al mondo e nella Top 10 rientrano anche le italianissime Cinque Terre. Al primo posto si è classificata la Penisola di Avalon in Canada, mentre il podio viene completato dal Galles con il Pembrokeshire e dalla Nuova Zelanda con la Costa Tutukaka. (GUARDA LA CLASSIFICA)

La classifica delle prime dieci viene completata dai fiordi cileni, dall’isola di Kauai (Hawaii), da Batinah in Oman, da Broome in Australia e da altri due litorali canadesi: le coste delle Gulf Island in British Columbia e la Costa Sud della Nuova Scozia. E voi che ne pensate? Quali sono secondo voi i litorali più belli al mondo?