La casa a remi

paddling-home.jpg

E’ proprio vero, tutte le stranezze arrivano dall’oriente, come questa casetta a remi che ho scovato in Rete, realizzata da Kacey Wong, un artista di Hong Kong che ha voluto testarla in occasione dell’Esposizione Biennale di Urbanismo e Architettura di Hong Kong e Shenzen. Mr. Wong ha voluto riprodurre un tipico appartamento della metropoli cinese ed è riuscito a costruire interamente a mano questa curiosa imbarcazione sostenuta da quattro barili di plastica. (GUARDA LE FOTO)

La casa a remi è un piccolo monolocale di 1,2 metri per lato, con tanto di veranda, condizionatore e minuscolo campo da golf sul tetto. L’immagine dell’appartamento galleggiante nel bel mezzo del Victoria Harbour, sovrastato dai grattacieli è davvero simpatica, chissà che qualche costruttore non apprezzi l’idea e colga l’occasione per produrre dei monolocali a motore

Il parco di Harry Potter

Harry_Potter470.jpg

I fan del maghetto più famoso del mondo non staranno più nella pelle. E’ quasi tutto pronto per l’apertura del parco dei divertimenti di Harry Potter. A Orlando, in Florida, la prossima primavera sarà infatti inaugurato The wizarding world of Harry Potter (GUARDA LE FOTO). In pratica, sarà come diventare protagonisti dei romanzi di J.K. Rowling o, per chi non avesse letto uno dei sette libri, dei 6 film usciti in sala. Si potrà entrare nel castello di Hogwarts, passeggiare per il villaggio di Hogsmeade, comprare una bacchetta magica da Ollivanders o fare una partita a Quidditch e divertirsi in una delle dieci attrazioni che saranno aperte.

Il parco dei divertimenti di Harry Potter va ad aggiungersi ai parchi a tema già esistenti all’interno di Universal Orlando. Vale la pena trascorrere le vacanze da queste parti, non pensate? Non si sa ancora la data esatta dell’apertura del parco, ma restate connessi che vi aggiorno appena lo so. Intanto, potete farvi un giro sui luoghi di Harry Potter che già esistono e guardarvi il video del parco.

Nuova vita per il Boeing 747

boeing-747-8-470.jpg

Decolla questa sera dalla base di Everett, vicino a Seattle, Stati Uniti, il nuovo Boeing 747-8, il jumbo più grande del mondo, conosciuto anche con il nome di Jumbo Jet (GUARDA LE FOTO). Nuova vita e nuovo look per il gigante dei cieli che si pensava fosse sparito, in occasione dei sui primi 40 anni. Più grande di prima (476 passeggeri), più ecologico e più veloce (988km/h) grazie a quattro motori General Electric e alle ali ridisegnate, sarà un concorrente agguerrito dell’Airbus 380.

Il Boeing 747-8 è lungo 76m, ha un’apertura alare di 69mpesa 200 tonnellate. Tuttavia, potrà volare per 15mila chilometri (prima ‘solo’ 10mila) senza mai fermarsi. Per i fan dei jumbo, niente paura: la linea sinuosa della fusoliera e i quattro reattori sulle ali, che da sempre hanno caratterizzato questo tipo di velivolo, sono rimasti identici. Una chicca: il nuovo jumbo è piaciuto così tanto a Obama che vorrebbe averlo come prossimo Air Force One. Guardate com’è fatto in questo video.

Corsa sui tacchi a Sydney

stiletto-sprint-470.jpg

Ogni anno a Sydney, in Australia, si corre la Stiletto sprint, una gara a cui partecipano centinaia di donne indossando tacchi a spillo vertiginosi (GUARDA LE FOTO). Le australiane (e qualche uomo intrufolato…) ne vanno matte! Il percorso di 80 metri nel centro cittadino batte ogni anno un record di partecipanti. Sandali, décolletè, spuntate… ogni tipo di scarpa è ammessa, purché il tacco sia altissimo. Queste poverette partono con tanta buona volontà, ma arrivano al traguardo con i piedi scarnificati. Perché lo fanno? Vi chiederete.

Ebbene, il premio finale è piuttosto consistente: 5.000 dollari australiani (oltre 3.000 euro). Questa idea è talmente piaciuta che la organizzano ogni anno anche a Milano, Berlino (VIDEO), Amsterdam (VIDEO) e Mosca (VIDEO).

A Dubai arriva l’hamburger di cammello

hamburger-cammello.jpg

A Dubai fanno veramente di tuttto. Non contenti del grattacielo più alto del mondo e di tante altre stranezze, adesso hanno ben pensato di lanciare una nuova prelibatezza (?!?) culinaria. La catena di ristoranti Local House ha infatti inserito nei propri menu l’hamburger di cammello.

120 grammi di carne senza grassi e senza colesterolo vengono serviti in un panino di “kamir“, accompagnati da insalata e patatine fritte. Il costo del Big Camel (perdonatemi la battuta…) è di 20 dirham, circa 5 euro. C’è da scommettere che le polemiche di numerose schiere di animalisti non tarderanno ad arrivare, ma si dovranno confrontare con la cultura dei popoli medio-orientali. La carne di cammello, ottima e costosa, veniva già usata in occasione di eventi importanti e banchetti e il latte viene usato per i milk-shake e per i trattamenti di bellezza. E voi? Avreste voglia di assaggiarlo?

A Stoccolma apre lo SkyView

Sarà inaugurato domani 5 febbraio a Stoccolma, in Svezia, lo SkyView dell’Ericsson Globe, un ascensore panoramico dalla forma sferica che offrirà una vista mozzafiato sulla città (GUARDA LE FOTO). A 130 metri d’altezza i 16 visitatori potranno godersi lo skyline. Si potrà anche entrare nel Globe, l’edificio sferico più grande del mondo, che solitamente ospita concerti ed eventi, e ammirare il panorama dalle sue ampie vetrate.

Per realizzare lo SkyView sono stati assoldati esperti scalatori svedesi ed è stata rinforzata la struttura dell’edificio, il tutto con un occhio all’ecologia. Sì, perché quest’anno Stoccolma si è aggiudicata il premio come prima Capitale verde d’Europa e deve mantenere la sua fama a tutti i costi! Guarda il video del nuovo SkyView.

Una nave tra le nuvole

dirigibile-470.jpg

Si sta per inaugurare una nuova era dei trasporti di lusso grazie al progetto Aircruise della società Seymourpowell, un’idea visionaria che vuole rivoluzionare il mondo dei viaggi e dei trasporti. E’ un vero e proprio albergo fluttuante, una nave tra le nuvole (GUARDA LE FOTO). Un dirigibile gigante verticale, alimentato a idrogeno, che potrà ospitare fino a 100 persone. Disporrà di appartamenti, bar e pavimenti trasparenti che permetteranno una visione vertiginosa di tutto ciò che si sta sorvolando.

I dirigibili hanno avuto il loro periodo d’oro nel 1930 con il famoso Zeppelin tedesco. Tuttavia, le nuove tecnologie li hanno resi sempre più attraenti da un punto di vista ambientale. Tanto che i primi disegni di Aircruise hanno attirato l’attenzione del gigante coreano Samsung Construction and Trading, l’appaltatore principale della struttura più alta mai costruita dall’uomo, il Burj Khalifa, la Torre del Califfo, a Dubai, il grattacielo più alto del mondo (828 metri di altezza). Samsung Construction and Trading ha chiesto a Seymourpowell di produrre una computer animation dettagliata di questa favolosa esperienza.

In un mondo dove la velocità è un’ossessione universale, l’idea di fare una ‘tranquilla’ crociera a bordo di un dirigibile nel comfort e nel lusso è sicuramente un’innovazione” come ha spiegato Nick Talbot, direttore del design a Seymourpowell, che ha voluto ripensare il concetto di trasporto sul presupposto ‘la lentezza è la nuova velocità’.

 

Seymourpowell Aircruise Concept

Nakation, tutti nudi in vacanza

pallanuoto-nudi470.jpg

Negli Stati Uniti hanno avuto un’idea originale per viaggiare leggeri e contribuire al rispetto dell’ambiente. Fare le vacanze nudi (GUARDA LE FOTO). Vacation per gli americani diventa così nakation (naked=nudo). Se vedete un’offerta di questo tipo, quindi, sappiate a cosa andate incontro. Il bagaglio per la nakation deve contenere nient’alto che un paio di occhiali da sole, una crema protettiva, una paio di infradito e un beauty da viaggio. Non serve nient’altro! Gli hotel e i resort che aderiscono a questo tipo di vacanza sono sparsi un po’ ovunque negli States, dalla Florida alla California.

Offrono ogni tipo di intrattenimento, dal golf al tennis, dalle piscine alle bocce. E, naturalmente, tanto mare. Sono migliaia gli americani già iscritti al club. Se siete amanti del naturismo, sappiate però che esistono spiagge per voi anche in Europa. Guardate dove si trovano.

Ventimila sculture sotto i mari

underwater-sculptures.jpg

Insomma, non proprio così tante, ma il richiamo al libro di Jules Verne mi sembrava doveroso, dato che oggi vi racconto di queste meraviglie adagiate sui fondali del Mar dei Caraibi, in particolare a Grenada e in Messico. Le sculture sono opere dell’artista Jason de Caires Taylor, un tentativo di portare una nuova prospettiva sott’acqua, creando dei reef artificiali che permettono di osservare l’interazione tra le specie marine e l’arte moderna. (GUARDA LE FOTO)

L’intento di Jason Taylor è anche quello di far conoscere al mondo la necessità di capire e proteggere il mondo sommerso. La particolarità di queste opere consiste nell’essere studiate, progettate e realizzate per essere posizionate in acqua tenendo conto delle dimensioni (in mare tutto appare più grande del 25%), dei colori, dei giochi di luce e delle prospettive. Anche i fondali vengono scelti con cura: poco profondi, con sabbia bianca e acque cristalline in modo che le opere possano essere apprezzate anche da barche con fondo trasparente o sub amatoriali.