Ventimila sculture sotto i mari

underwater-sculptures.jpg

Insomma, non proprio così tante, ma il richiamo al libro di Jules Verne mi sembrava doveroso, dato che oggi vi racconto di queste meraviglie adagiate sui fondali del Mar dei Caraibi, in particolare a Grenada e in Messico. Le sculture sono opere dell’artista Jason de Caires Taylor, un tentativo di portare una nuova prospettiva sott’acqua, creando dei reef artificiali che permettono di osservare l’interazione tra le specie marine e l’arte moderna. (GUARDA LE FOTO)

L’intento di Jason Taylor è anche quello di far conoscere al mondo la necessità di capire e proteggere il mondo sommerso. La particolarità di queste opere consiste nell’essere studiate, progettate e realizzate per essere posizionate in acqua tenendo conto delle dimensioni (in mare tutto appare più grande del 25%), dei colori, dei giochi di luce e delle prospettive. Anche i fondali vengono scelti con cura: poco profondi, con sabbia bianca e acque cristalline in modo che le opere possano essere apprezzate anche da barche con fondo trasparente o sub amatoriali.

Ventimila sculture sotto i mariultima modifica: 2010-02-01T15:03:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Ventimila sculture sotto i mari

  1. I fondali marini sono una tale meraviglia che non hanno bisogno, secondo me, dell’intervento umano, se non per essere protetti dall’opera distruttrice dell’uomo… Non credo che necessitassero di altra spazzatura…

I commenti sono chiusi.