Tutti al palio di Asti!

palio-asti.jpg

Se pensate che il palio sia solo a Siena vi sbagliate di grosso. Conoscete il palio di Asti? No? Allora non perdetevolo (GUARDATE LE FOTO) perché si tiene proprio il prossimo fine settimana (20 e 21 settembre). Consiste anche lui in una antichissima corsa con i cavalli (i primi documenti che ne parlano sono del 1200) nell’arena di piazza Alfieri, dove 21 contendenti dei diversi rioni si lanciano alla conquista del drappo con le insegne della città e la raffigurazione di San Secondo, patrono della cittadina piemontese. Il giorno prima della gara c’è anche lo spettacolare palio degli sbandieratori e il corteo in costumi medievali. E si finisce con delle indimenticabili cene propiziatrici! Io ci andrò. Ci vediamo là?

Salviamo Canterbury!

Canterbury_Cathedral.jpg

Ho letto questa mattina che la meravigliosa cattedrale di Canterbury, in Inghilterra, simbolo della chiesa anglicana, sta cadendo a pezzi! Pare che una colonna su 5 sia tenuta insieme dallo scotch… Vi rendete conto? Già a luglio alcune pietre intorno alla grande finestra sul lato sud della chiesa sono cadute e l’area è stata chiusa al pubblico. Ora si teme che l’intera finestra, alta quasi dieci metri e risalente al XIV secolo, possa crollare del tutto. Ripararla costerebbe 560.000 euro. Ma sono molti di più i soldi che servono al restauro dell’intera cattedrale. Ecco, allora, che è stata lanciata una colletta mondiale, ‘Save Canterbury Cathedral’ a cui siamo tutti invitati. Io ho visitato la cattedrale di Canterbury anni fa è l’ho trovata stupenda. Quindi il mio contributo lo darò di sicuro perché è un peccato che venga rovinata. Se non l’avete mai visitata, vi consiglio di farlo al più presto. Fatevi un’idea guardando questo video.

A Imperia, motoryacht d’epoca

yacht.jpg

Volete un’idea per il weekend? Andate a Imperia. Dall’11 al 13 settembre si tiene il 5° raduno dei motoryacht d’epoca (GUARDA LE FOTO). Nella splendida cornice ligure fanno bella mostra di sé i gioielli del mare. Decine di motoscafi e rimorchiatori da sogno con almeno 25 anni di “anzianità”, star indiscusse, meravigliosi gioielli, testimonianze di un opulento passato, maestosi messaggeri di uno stile e un design che va oltre le mode e le epoche. Per un salto nel passato dal sapore decisamente principesco! L’ultima edizione ha visto partecipi circa una trentina di imbarcazioni, tra cui alcuni dei più famosi yacht d’epoca, come il prestigioso S.S.Delphine di 78 metri, nato a Detroit (USA) nel 1921, sul quale salirono Churchill e Roosevelt per preparare il famoso Trattato di Yalta e ora  frequentato da Bono degli U2, Schumacher e Kylie Minogue; l’Over the Rainbow del 1930 del grande artista belga Jean Michel Folon; il Meltemi del 1931 di 38 metri che tanto ha ispirato Elton John e l’ex rompighiaccio Prometej presente con l’armatrice, una  famosa stilista italiana. Ci saranno anche mostre, sfide culinarie, spettacoli musicali, appuntamenti serali e molto altro ancora. Buon divertimento!

Maldive: una tassa per salvarle

Rihiveli.jpg

Ogni turista pagherà una tassa di 3 euro al giorno per salvaguardare quel paradiso terrestre che sono le Maldive (GUARDA LE FOTO). Lo ha annunciato il presidente Mohamed Nasheed, preoccupato per l’innalzamento del livello del mare e il surriscaldamento della Terra. Insomma, gli atolli delle Maldive (guardateli dal satellitepotrebbero anche sparire! Vi immaginate che tragedia? I giornali dicono che la somma che si raccoglierà in un solo anno grazie alla tassa di soggiorno ammonterà a circa 6 milioni di euro. Non male… Con questo denaro si faranno piani ecologici per salvare l’arcipelago. Per esempio, i tetti dei villagggi turistici saranno rivestiti da pannelli solari (e lì il sole non manca di certo!); ci sarà una nuova centrale elettrica alimentata con i gusci delle noci di cocco; saranno trapiantati i coralli per essere sicuri che non vengano distrutti, così potremo continuare a fare snorkeling e guardare tutti quei pesciolini colorati. Hai qualche altra idea da suggerire? Le raccolgo e le mando al presidente delle Maldive così diamo una mano a preservare il paradiso che c’è in questo video.

A Dubai arriva la metro

dubai-metro.jpg

A Dubai, negli Emirati Arabi, è stata appena inaugurata la metropolitana. Una linea sopraelevata con 29 fermate che gira per la città tra gli altissimi grattacieli e che offre un panorama mozzafiato (GUARDA LE FOTO) ai viaggiatori. E’ un segnale di ripresa per l’emirato che, da quando è iniziata la crisi, ha interrotto alcuni importanti lavori, tra cui la costruzione del Burj Dubai, quello che sarà il grattacielo più alto del mondo (circa 800m) e che dovrebbe essere ultimato nel dicembre 2009, per mancanza di fondi. Infatti, se prima ricchi e star di tutto il mondo non potevano non possedere un appartamento o una villa su The palm o The world, da qualche tempo la corsa si è arrestata. Se andate a Dubai o vi capita di fare scalo durante uno dei vostri prossimi viaggi, non perdetevi una visita della città e uno sguardo sul panorama dal ristorante dell’Harbour Hotel. Di cose strabilianti da vedere ce ne sono tante: c’è persino la pista da sci. Pazzesco, se si pensa che siamo in mezzo al deserto! Se non ci credete, guardate come sarà Dubai tra poco…

Nuovo treno giapponese

narita_express.jpg

I treni mi sono sempre piaciuti e in particolare quelli superveloci come lo Shinkansen giapponese, il TGV francese e il nostro Frecciarossa. Come non segnalarvi, quindi, il nuovo gioiello orientale, ovvero il Narita Express E259? Pensate che questo treno futuristico è semplicemente una navetta che collega Tokyo all’aeroporto internazionale Narita. Il treno sarà in servizio dal primo ottobre e coprirà 26 volte al giorno il tragitto andata e ritorno. Uguale al nostro Malpensa Express

Londra: la gara delle paperelle

duck-race.jpg

Ieri il Tamigi, a Londra, si è riempito con oltre 200.000 paperelle azzurre per l’annuale appuntamento con la Great British Duck Race (GUARDA LE FOTO). Nella zona del ponte di Hampton Court, migliaia di persone si sono radunate lungo le rive del fiume per assistere alla divertentissima gara. Ogni anno si cerca di battere il Guinness dei primati aggiungendo sempre più papere. Ognuno può ‘adottare’ una paperella per la modica cifra di 2 sterline (poco più di 2 euro) e farla nuotare lungo il percorso. La prima a tagliare il traguardo si aggiudica un premio da 10.000 sterline (circa 11.500 euro)! Lo scopo di questa gara è di raccogliere fondi per aiutare i bambini maltrattati. Nel frattempo, moltissimi altri bambini si divertono a tifare per le papere! L’anno prossimo voglio andarci anch’io. Venite?

La Regata Storica della Serenissima

serenissima.jpg

Questo fine settimana, a Venezia non c’è soltanto il Festival del Cinema. Anzi, domenica 6 settembre ci sarà un evento ben più spettacolare e interessante (non me ne vogliano i cinefili!): la Regata Storica della Serenissima. Un evento importante che si è svolto per la prima volta il 10 gennaio del 1315, per volere del Doge Giovanni Soranzo che intendeva dimostrare lo splendore della Serenissima ai politici e ai diplomatici stranieri. Un tempo era la celebrazione delle vittorie militari di Venezia, ora invece la Regata Storica è la dimostrazione della forza e dell’abilità dei veneziani. Imperdibile la sfilata lungo il Canal Grande delle imbarcazioni storiche del XVI secolo condotte in abiti tradizionali, seguita dalle gare di voga alla veneta; un vero e proprio spettacolo di barche e colori.

Berlino: 1000 omini di ghiaccio

figurine-ghiaccio-berlino.jpg

Chi era a Berlino in vacanza e si è trovato a passeggiare nella zona del teatro dell’opera ha assistito a un’installazione all’aperto decisamente originale. Mille omini di ghiaccio (GUARDA LE FOTO) delle dimensioni di una Barbie seduti sui gradini del teatro. Li ha messì lì il WWF (World Wildlife Fund) per sollevare la questione del surriscaldamento globale. Difatti, nell’arco della giornata, gli omini si sono inevitabilmente sciolti! Un modo decisamente originale nonché artistico per ricordare a tutti quanti che la temperatura del nostro pianeta si sta innalzando in maniera sempre più preoccupante. Sapevate, per esempio, che i nostri computer causano gli stessi danni di un aereo? Cerchiamo di fare qualcosa anche noi. Avete qualche proposta da fare? Il mio primo consiglio è di andare a vedere ‘L’era glaciale 3’. Guardate il trailer e meditate…

Gara con le canoe di cartone

soaprace1.jpg

Volete assistere alla gara più divertente dell’anno? Il 6 settembre sul fiume Adda si svolge la Soap Kayak Extreme, una competizione su canoe fatte di cartone. I team sfidanti dovranno percorrere 4km, da Brivio fino a Imbersago, ricchi di imprevisti e di difficoltà. Se volete partecipare, c’è ancora tempo.

soaprace2.jpg

Se non siete capaci di costruire una canoa di cartone, sul sito ufficiale si trovano pure le istruzioni. Ah, dimenticavo! Dovete dare un nome alla vostra squadra. Tra i nomi più bizzarri ci sono I Van a Nega’, I Cugini di Jack Sparrow (il mitico pirata) e I clandestini. La regata non è pericolosa, è solo un modo per divertirsi e per drammatizzare le serissime gare di canoa che si svolgono in Gran Bretagna tra team universitari, Oxford vs Cambridge. In bocca al lupo, ragazzi!