Presentato il nuovo logo dell’Italia

italia.jpg

Ve lo dico subito, non mi piace molto. Mi sembra banale e poco accattivante. Altre nazioni hanno realizzato qualcosa di più simpatico, basti pensare all’Australia, alla Turchia, alla Tunisia, al Messico, alla Malesia o a piccole nazioni caraibiche come Turks & Caicos o ad arcipelaghi del Pacifico come Hawaii e Tahiti, giusto per citare i primi che mi vengono in mente. Il nuovo logo dell’Italia è stato presentato dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, assieme al Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla. Per fortuna la prima ipotesi è stata scartata, ma il marchio “Magic Italy” vivrà per tutte le iniziative all’estero. Berlusconi ha detto che “per riportare in Italia i turisti che scelgono altre mete per le loro vacanze, bisogna cambiare musica” e poi ha aggiunto “a causa di anni di trascuratezza, l’Italia è stata scavalcata da Francia, Spagna, Stati Uniti e anche dalla Cina. Gran parte di questa discesa è dovuta al fatto che non c’è più stata promozione all’estero. Il nostro obiettivo, è quello di portare il turismo al 20% del nostro PIL”. Beh, speriamo davvero che questo avvenga; il nuovo logo è sicuramente un punto di partenza, quanto efficace si vedrà. E voi che ne pensate? Vi piace o preferite quello di altre nazioni?

loghi.jpg
Presentato il nuovo logo dell’Italiaultima modifica: 2009-06-25T17:07:48+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Presentato il nuovo logo dell’Italia

  1. Io sinceramente penso che se mi ci fossi messo un pomeriggio col mio computerino avrei fatto di sicuro meglio..voglio dire è assolutamente privo di idee come logo. Quello dell’Australia sì che è bello..in realtà sono tutti belli a parte il nostro.e di solito non sono catastrofista così eheh.
    Sempre un bel post comunque..complimenti

  2. ma credo sia anche peggio del It di rutelli. incredibile ma vero! nei casi su esposti aggiungerei peru ed ecuador ma anche brasile…vedi anche la spagna!

    eppure pensavo ke marzotto apportasse qualche ventata innovativa ed invece n classico che nemmeno un nostalgico del classico avrebbe mai proposto!!!

    w l’italia

I commenti sono chiusi.