A Parigi il Salon du chocolat

salon,chocolat,parigi,2011,eventi

Dal 20 al 24 ottobre Parigi si ricopre di cioccolato, per la gioia di grandi e piccini. Al via la diciassettesima edizione del Salon du chocolat, la manifestazione dedicata agli amanti del cibo degli dei, ma soprattutto ai professionisti del settore. Qui è possibile ammirare i maestri cioccolatai a lavoro mentre modellano forme di cioccolato dando vita a vere e proprie opere d’arte.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEL SALON DU CHOCOLAT DI PARIGI)

Dall’Arco di Trionfo a delle statue raffiguranti essere umani, opere straordinarie che fanno parte di un vero e proprio concorso artistico. Il Salon du chocolat 2011 affronta, oltre a quelli qualitativi, anche gli aspetti etici inerenti alla produzione e al commercio del cioccolato. Come gli scorsi anni il salone sarà ricchissimo di eventi tra cui, oltre alle classiche degustazioni, mostre, concerti e défilé con abiti realizzati esclusivamente con il cioccolato.

Gli hotel più lussuosi

Alcuni hotel offrono puro lusso. Per la maggior parte di noi sono un sogno inaccessibile ma, come dire, sognare non costa nulla. Voglio condividere con voi la classifica dei dieci hotel più lussuosi del mondo secondo hotel.info. Al primo posto c’è il Tulip House Boutique Hotel, un cinque stelle in stile Art Nouveau nato nel 1903 che si trova a Bratislava, in Slovacchia, e che offre solo appartamenti di lusso e penthouse. Il secondo hotel più lussuoso è lo Swissotel nel centro storico di Tallin, in Estonia, mentre il terzo del podio è il JW Mariott Hotel di Chongqing, nel sud ovest della Cina. Nella classifica degli hotel più lussuosi del mondo non ce n’è neppure uno italiano.

(GUARDA LE FOTO DEGLI HOTEL PIÙ LUSSUOSI DEL MONDO)

La top 10 prosegue con il lussuosissimo Ritz di Parigi, seguito dall’Hotel Jagdhof Glashütte in Germania. Al sesto posto si posiziona il Marriott di Nagoya, in Giappone, mentre al settimo l’Alameda Palace di Salamanca, Spagna. Chiudono la classifica l’Hotel General di Praga (9°), l’Hotel Sacher di Vienna e l’hotel D’Angleterre di Ginevra. Vi piacerebbe trascorrere una notte in uno di questi hotel superlusso?

Le città più visitate dai turisti

L’organizzazione Euromonitor International ha rilasciato una classifica delle dieci città più visitate del mondo. Sul podio si posizionano le tre città immortali: Londra, al primo posto, seguita da Bangkok, capitale e più grande città della Thailandia, e Singapore. In quarta posizione Kuala Lumpur, la più grande città della Malesia, seguita da Antalya, città sulla costa mediterranea della Turchia.

(GUARDA LE FOTO DELLE CITTA’ PIU’ VISITATE DEL MONDO)

Nella top ten non potevano certo mancare New York, che occupa il sesto posto, e Dubai, uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti, al settimo. La romantica Parigi, tra le tre metropoli più importanti e influenti al mondo, occupa l’ottavo posto e Istanbul, principale centro industriale e culturale della Turchia, il nono. Infine troviamo Hong Kong, che fa parte della Repubblica Popolare Cinese. Roma si classifica in dodicesima posizione e Milano in 63esima. Siete d’accordo con la classifica?

Parigi 2016: ecco come cambierà

parigi-2016-470.jpg

Dopo Londra, anche Parigi diventerà una città futuristica. Nel 2016, infatti, lo storico quartiere Les Halles avrà un aspetto completamente diverso. Un grandioso progetto sta ridisegnando il ‘ventre de Paris’. Si arriverà dall’aeroporto o dalla banlieue parigina sbucando dal profondo del suo ombelico, alla nuova Porte de Paris. Un’avveniristica ed enorme tettoia trasparente lascerà entrare la luce, ma proteggerà da pioggia e sole. Sarà una sorta di tetto ondeggiante che va dalla chiesa di Saint-Eustache alla fontana degli Innocenti, coprendo tutta l’attuale zona del centro commerciale che si sviluppa per quattro piani nel sottosuolo.

(GUARDA LE FOTO DI PARIGI NEL 2016)

Ci saranno anche un nuovo conservatorio e una nuova biblioteca. Inoltre, l’intera zona sarà chiusa al traffico. Il quartiere delle Halles era stato rifatto già negli Anni ’70. Ogni giorno sono almeno 750mila le persone che vi transitano, a piedi o in metropolitana (qui si incrociano ben 5 linee). I suoi negozi sono famossissimi per lo shopping (ci sono stata anch’io più volte!) e tutt’intorno il quartiere è tra i più animati di Parigi, grazie al vicino Centre Pompidou, disegnato da Renzo Piano, al Quartiere Latino e alla lunghissima Rue de Rivoli, dove si trova anche il Louvre. Se vi capita di andare a Parigi entro il 6 marzo, visitate la mostra al Pavillon de l’Arsenal, nel IV arrondissement, per vedere i disegni e i plastici del progetto.

Trompe l’oeil nel mondo

trompe-loeil-470.jpg

Durante i vostri viaggi in giro per il mondo, vi è mai capitato di imbattervi in un edificio meraviglioso che, in realtà, è semplicemente un dipinto? Le città del mondo sono piene di trompe l’oeil, facciate dipinte in modo da ricreare ambienti che sembrano veri. Alcuni di questi sono famosissimi. Se andate a Parigi, per esempio, non potete perdervi la casa d’epoca ‘ubriaca’: i balconi volteggiano e le finestre si allungano. Anche a Lione l’intera facciata di un palazzo detto La casa dei lionesi è stato riempito con le sagome di tutti i personaggi che hanno reso celebre la città.

(GUARDA LE FOTO DEI MIGLIORI TROMPE L’OEIL DEL MONDO)

Patiti dei trompe l’oeil sono gli americani. L’università della California, non potenedo essere un edificio classico, si è fatta dipingere un colonnato sulle pareti. A Boston, un normalissimo (e anche tristissimo) edificio di mattoni degli Anni ’20 ha aggiunto qualche persona alla finestra per dare un po’ di colore. Non li trovate divertenti?

Capodanno: top 10 dei party

Se non sapete ancora dove trascorrere la notte di Capodanno, potete seguire i consigli della Guida al piacere e al divertimento di Roberto Piccinelli, detto da molti ‘sociologo del piacere’, che ha pubblicato la classifica dei dieci migliori party di fine anno nel mondo. Al numero uno c’è la festa più trasgressiva in assoluto che si svolge al Gibus Club di Parigi. Al secondo posto, naturalmente, c’è New York con il party esclusivo New Years Eve Ball al Webster Hall. Se non volete trascorrere il Capodanno al freddo di Times Square, potete rinchiudervi qui. La terza festa più hot (nel vero senso della parola, dato che qui ci sono almeno 30°C) si svolge a Miami Beach, al Fontainebleau Poolside, con party in piscina dato il clima. Festa indimenticabile anche a Londra all’Hammersmith Apollo.

(GUARDA LE FOTO DEI 10 PARTY DI CAPODANNO MIGLIORI DEL MONDO)

Nella classifica dei migliori party c’è anche quello che si tiene a Dubai al World Trade Center. A farla da padrona, però, è Sydney (chissà se qualcuno di voi sarà da quelle parti?). Piccinelli consiglia ben tre feste: l’Harbour Party 2010 al Luna Park Big Top proprio davanti al porto, la festa all’Ivy e quella sulla mitica spiaggia di Bondi Beach! Se, invece, preferite restare più vicini, in Olanda, ci sono ben due feste consigliate: quella all’Hotel Krasnapolsky di Amsterdam e quella al Crystal Venue di Culemborg, a pochi chilometri da Utrecht. Vi ho dato qualche idea? Prenotate subito un volo low cost. Se, al contrario, decidete di restare a casa, organizzate almeno un fantastico cenone con gli amici!

A Parigi come Cenerentola

Tutte le ragazze sognano un matrimonio alla Cenerentola. E quale meta migliore per sposarsi se non Parigi, la città più romantica del mondo? A Monsieur Philippe Delon, proprietario di una compagnia di calessi che portano i turisti in giro per la ville lumière, è venuta la brillante idea di far costruire una carrozza a forma di zucca (GUARDA LE FOTO) trainata da uno splendido cavallo bianco, per tutte le coppie che vorranno festeggiare la loro unione in modo indimenticabile.

La carrozza porta le coppiette in giro per Parigi, lungo i principali boulevard, tra i vicoli più suggestivi della città, fino ai piedi della Torre Eiffel. E’ tutto così romantico! L’unico neo è il costo: tra i 900 e i 1800 euro a seconda dell’ora, la tariffa massima è al tramonto, ovviamente. Il tour dura 4 ore, ma ne deve valere la pena: guardate l’entusiasmo di questa coppia nel video ce ho trovato per voi.

Cena con vista Tour Eiffel

art-home-470.jpg

A Parigi è sorta una costruzione temporanea sul tetto del Palais de Tokyo, al Trocadero, con vista sulla Tour Eiffel. Si tratta di un ristorante, l’Art Home (GUARDA LE FOTO). Fino al mese di luglio, pochi eletti (c’è un solo tavolo) potranno pranzare (60 euro) o cenare (80 euro), con un menu diverso ogni giorno, in una ‘scatola’ fatta di vetro e acciaio di fronte a un panorama mozzafiato. Durante la giornata, si tengono corsi di cucina, ma è possibile anche solo fare un tour guidato completamente gratuito. Se andate a Parigi, vale la pena fare un salto sul tetto, basta prenotarsi sul sito.

La ville lumière non è nuova a questo tipo di iniziative. Prima del ristorante, sempre sullo stesso tetto, si trovava un hotel, Everland. Costituito da una sola stanza, era l’hotel più piccolo del mondo ed era sempre sold out. Come questo ristorante, del resto. Ma ne vale la pena: guardate il video!

Parigi, la nuova Défense

tour-generali470.jpg

Tra qualche anno, il moderno quartiere degli uffici della Défense a Parigi cambierà completamente aspetto. Al famoso Arco e ai grattacieli già presenti, se ne aggiungerà un’altra decina e saranno realizzati da famosi architetti del calibro di Jean Nouvel, Norman Forster ecc (GUARDA LE FOTO). La zona a ovest della ville lumière è tutta un cantiere. I primi grattacieli saranno pronti nel 2012, gli ultimi nel 2015. Tra questi, le due torri Hermitage alte 323 metri ciascuna che saranno gli edifici più alti dell’Europa occidentale.

Adibiti a uffici, abitazioni, hotel e ristoranti, daranno alla capitale francese un aspetto assolutamente futuristico e cambieranno lo skyline della città. Se non siete mai stati in questo quartiere, vi consiglio di fare un salto e di salire in cima all’Arco, da dove si gode di un panorama mozzafiato sull’altro Arco, quello di Trionfo e sugli Champs Elysées.

Tutte le Statue della Libertà

statua-liberta.jpg

Ho letto che tra le statue del Duomo di Milano c’è anche una Statua della Libertà. Non l’avevo mai notata, ma la prossima volta che passerò davanti alzerò lo sguardo per guardarla. La statua, molto più piccola di quella di New York, risale al 1810 ed è opera dello scultore Camil­lo Pacetti. Potrebbe essere stata usata come modello da Frédéric Auguste Bartholdi per costruire ‘Miss Liberty’. Sapevate che nel mondo esistono tantissime repliche (GUARDA LE FOTO) della Statua della Libertà?