L’hotel più strano di Berlino

Se avete in programma un viaggio a Berlino, non perdetevi l’hotel più originale della città. L’Huetten Palast Hotel ha stanze a tema davvero divertenti, anche se microscopiche. Si può dormire in una mini roulotte che contiene una camera doppia dotata di ogni comfort. Si può alloggiare in una capanna di legno in stile nordico, con tanto di fiorellini alle finestre. Oppure in una cabina con terrazza sul tetto.

(GUARDA LE MINI CAMERE DELL’HOTEL DI BERLINO)

Certo, non bisogna soffrire di claustrofobia per poter dormire in una micro camera, ma per 60 euro a notte ne vale la pena. Altrimenti, se volete spendere poco a Berlino, potete anche provare l’ostello berlinese dove rivivere l’atmosfera della DDR che costa solo 17 euro a notte.

I tropici a Berlino

spiaggia-berlino470.jpg

Se volete godere del caldo dei tropici non c’è più bisogno di andare lontano. Basta volare a Berlino. Nella cittadina di Krausnick, a circa 60 km dalla Capitale, è nato Tropical Islands, un luogo meraviglioso dove la temperatura media è di 26°C (mentre fuori adesso è ben al di sotto dello zero!) tutto l’anno. Vi sembrerà di stare davvero su un’isola dei Caraibi. Si può trovare una foresta tropicale e una giungla africana, ma anche una laguna balinese, capanne polinesiane e pagode thailandesi, templi orientali e un vero tempio di Angkor Wat. E, naturalmente, spiagge di sabbia bianca e fine e acque cristalline. Si può anche alloggiare all’interno del parco dormendo in un campo tendato come in Africa oppure in una capanna di bamboo come a Bali o ancora in un lodge affacciato sulle cascate come in Sud America. E, se proprio cercate il lusso, c’è anche un bellissimo resort.

(GUARDA LE FOTO DEL PARCO TROPICALE A BERLINO)

Non mancano le rilassantissime Spa orientali, con trattamenti da favola, localini tipici e ristoranti con cucina etnica. Il parco è stato ricreato all’intero di un ex hangar sovietico ora dismesso che misura ben 66mila mq, l’equivalente di otto campi da calcio, dando origine al villaggio tropicale più grande d’Europa (forse anche l’unico, direi). E’ aperto tutto l’anno 24 ore su 24 e l’ingresso costa 28,50 euro (alcune attrazioni sono a pagamento). Vi è venuta voglia di partire subito? Io quasi quasi cerco un volo e vado.

Berlino: il festival delle luci

Dal 13 al 24 ottobre la città di Berlino sarà completamente illuminata da mille colori per il Festival delle luci. Tutti i monumenti e i luoghi più turistici della città avranno un fascino incredibile. Dalla Porta di Brandeburgo alla torre della Tv di Alexanderplatz, dalla Cattedrale di Gendarmenmarkt al Berliner Dom saranno una sessantina le location che cambieranno completamente look dal tramonto all’alba. Per i 12 giorni del festival si svogeranno concerti jazz, spettacoli, fuochi d’artificio e chi più ne ha più ne metta.

(GUARDA LA GALLERY DEI MONUMENTI ILLUMINATI)

Se decidete di prenotare un last minute, sappiate che ci saranno visite guidate della Berlino notturna (lightseeing) da fare in autobus d’epoca, in battello sul fiume Sprea, in bicicletta o addirittura a bordo di una scenografica limousine. Chi vorrà potrà anche sposarsi a mezzanotte. Il 23 ottobre si svolgerà la City Light Run, una corsa notturna di oltre 10 km che parte dal parco Tiergarten e passa sotto la Porta di Brandeburgo. Da non perdere, poi, la salita sull’ascensore più veloce d’Europa alla Kollhoff Tower di Potsdamer Platz per vedere le luci della città dall’alto. Quasi quasi io parto! Venite con me?

A Berlino il Festival delle luci

berlino-festival-luci.jpg

Se avete in programma di andare a Berlino tra il 14 e il 25 ottobre, assisterete a uno spettacolo davvero suggestivo: al calar della sera la maggior parte dei monumenti cittadini sono illuminati per il Festival delle luci (GUARDA LE FOTO). Dalla Porta di Brandeburgo alla Colonna della Vittoria ai teatri alla cattedrale fino ai parchi e alle piazze, con sfumature che variano dal rosa al giallo al rosso al blu (GUARDA IL VIDEO).

Berlino: 1000 omini di ghiaccio

figurine-ghiaccio-berlino.jpg

Chi era a Berlino in vacanza e si è trovato a passeggiare nella zona del teatro dell’opera ha assistito a un’installazione all’aperto decisamente originale. Mille omini di ghiaccio (GUARDA LE FOTO) delle dimensioni di una Barbie seduti sui gradini del teatro. Li ha messì lì il WWF (World Wildlife Fund) per sollevare la questione del surriscaldamento globale. Difatti, nell’arco della giornata, gli omini si sono inevitabilmente sciolti! Un modo decisamente originale nonché artistico per ricordare a tutti quanti che la temperatura del nostro pianeta si sta innalzando in maniera sempre più preoccupante. Sapevate, per esempio, che i nostri computer causano gli stessi danni di un aereo? Cerchiamo di fare qualcosa anche noi. Avete qualche proposta da fare? Il mio primo consiglio è di andare a vedere ‘L’era glaciale 3’. Guardate il trailer e meditate…

Berlino: murales d’autore

murales-berlino.jpg

Se avete voglia di fare un viaggetto, vi consiglio di trascorrere un weekend a Berlino. Quest’anno, infatti, ricorre il 20° anniversario della caduta del muro (9 novembre 1989) e per il prossimo 9 novembre è previsto un mega evento in città. Ma durante tutto l’arco del 2009 a Berlino si svolgono tantissimi altri eventi, quindi ogni giorno va bene per partire. La città è tutta in fermento. Pensate che le autorità cittadine hanno chiesto ad alcuni artisti provenienti da tutto il mondo di realizzare dei murales su quelle porzioni di muro rimaste (volutamente) ancora in piedi. I turisti ne vanno pazzi! GUARDATE LE FOTO PER CREDERE. Io ho già prenotato il mio volo. Voi cosa aspettate? Intanto, se nel 1989 non eravate ancora nati, ecco un video che ricorda gli eventi di allora.