L’Armani hotel a Milano

armani-470.jpg

Un’inaugurazione in pompa magna quella dell’Armani Hotel di Milano, con tanto di vip e personaggi dello spettacolo, tra cui Barbara Berlusconi con il suo compagno Pato. Questo nuovo, elegante e sofisticato albergo, situato nel cuore della città, in via Manzoni 31, si trova proprio sopra il megastore dello stilista Giorgio Armani, che ha già aperto un altro hotel a Dubai.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DELL’HOTEL DI ARMANI)

L’hotel ha 95 camere che sono le più grandi della città e ciascuna ha un ingressino che protegge la vista dell’interno. Al settimo piano, per chi desidera socializzare, ci sono ristorante, lounge e bar, circondati da pareti vetrate con vista sulla città e da soffitti alti sette metri. I clienti possono anche usufruire di un ristorante di altissimo livello e di una spa, aperta solo alla clientela. Caratteristica delle suite è il bagno a debita distanza dalla camera da letto. E un altro particolare di rilievo è l’abolizione della reception, sostituita da un lifestyle manager, che si fa carico di ogni esigenza del cliente.
Re Giorgio ha in programma di aprire altri due hotel in Egitto e in Marocco

Il salone nautico di Cannes

Riva-27-Iseo-470.jpg

Al via il Festival International de la Plaisance di Cannes, primo salone in acqua d’Europa che, dal 6 all’11 settembre, festeggia la sua 34esima edizione. L’evento, che ha sede nella città più glam della Costa Azzurra, propone al pubblico di scoprire in anteprima i più bei gioielli del mare. Cannes si trasforma in un luogo privilegiato, glamour e di lusso, dove si danno appuntamento proprietari e acquirenti internazionali.

(GUARDA LE FOTO DEGLI YACHT DEL SALONE NAUTICO DI CANNES)

Dal Riva 27 Iseo al Pirelli PZero 1100, dall’Azimut Atlantis al Wally Wallypower, gli yacht più belli hanno gettato l’ancora a Cannes in occasione di questo festival che celebra l’eccellenza della grande nautica. Il Vieux Port possiede l’arte e il modo di presentare in anteprima le più belle imbarcazioni dei grandi cantieri internazionali in un contesto magnifico. E voi cosa ne pensate di quest’evento?

La Tomatina di Buñol

tomatina-470.jpg

A Buñol, in Spagna, è arrivata la festa più attesa di fine estate. Questa cittadina, poco distante da Valencia, ha dato il via alla tradizionale Tomatina, festa durante la quale gli abitanti e i turisti si incontrano nelle strade per una vera e propria battaglia all’ultimo pomodoro. L’evento che celebra San Luigi, il Santo patrono di Buñol, in realtà nacque nel 1940 per caso, grazie a dei ragazzi che, per ammazzare il tempo, si fecero “la guerra” a colpi di pomodori.

(GUARDA LE FOTO DELLA TOMATINA)

La sfida, ripetuta anche negli anni seguenti, ha conquistato, tutti gli abitanti del borgo, diventando una vera e propria tradizione popolare. Da allora, ogni anno, l’ultimo mercoledì di agosto, a Buñol si danno appuntamento persone che arrivano da tutto il mondo. Per le vie del paese i camion scaricano i pomodori e i partecipanti della Tomatina iniziano a tirarsi gli ortaggi. In questa  battaglia vengono consumate più di 120mila tonnellate di pomodori e il totale dei partecipanti supera le 40mila persone. Alla fine della giornata, l’intero paese è ricoperto da oltre 15 cm di salsa rossa.

Gli aeroporti più trafficati

aeroporto-atlanta-470.jpg

L’Aci, associazione internazionale degli aeroporti, ha stilato una classifica sugli scali più trafficati del mondo. Al primo posto sul podio c’è l’aeroporto di Atlanta, con un totale di 80,1 milioni di passeggeri. Segue subito dopo lo scalo di Pechino, con 73,9 milioni di viaggiatori e quello di Chicago con 66,7 milioni.

(GUARDA LE FOTO DEGLI AEROPORTI PIÙ TRAFFICATI)

La top five si completa con l’aeroporto di Londra, in quarta posizione, che totalizza 65,9 milioni di utenti e, in ultima posizione, quello di Tokyo con 64,2. A livello europeo, il primo scalo è quello di Londra, con lui sul podio anche l’aeroporto di Parigi e quello di Francoforte, rispettivamente secondo e terzo in classifica. In quarta posizione lo scalo di Madrid, seguito da Amsterdam, Roma e Monaco di Baviera

Top 10 delle mete più amate

Imerovigli-470.jpg

Trivago ha stilato una classifica sulle dieci mete al mare più amate d’Europa. Sul podio in prima posizione c’è Imerovigli in Grecia, seguita da Belek in TurchiaSorrento, in Italia. Nella top ten delle mete europee al mare con la migliore reputazione troviamo, al quarto posto, Playa de Muro a Mallorca, in Spagna, seguita da Funchal in Portogallo.

(GUARDA LE FOTO DELLA TOP TEN DELLE METE MARE PIÙ AMATE)

Sesta classificata Mykonos, splendida isola greca, in settima posizione la suggestiva Taormina, in Sicilia, e in ottava sempre la Grecia con Kamari. Ultime due classificate Dubrovnik in Croazia e Malia in Grecia. La classifica prosegue fino alla 50esima posizione, assegnata a Lloret de Mar, in Spagna. Rimini è 39esima in classifica e il Lido di Jesolo 38esimo. Al 27esimo posto troviamo Riccione, superata da Viareggio, in 17esima posizione, da Ischia al 15esimo posto, e da Catania al 12esimo. E voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con la classifica?

Rifugi tra design e hi-tech

 rifugi hi-tech,montagna,alpi

Design e tecnologia puntano in alto. Tra progetti in corso d’opera e strutture già realizzate, sull’arco alpino si sta materializzando una serie rifugi d’alta quota a dir poco avveniristici. Le spartane casupole in legno, lamiera e tanto freddo cedono il posto a nuovi edifici che concentrano, in pochi metri quadrati, le più sofisticate tecnologie rivolte al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale.

(SCOPRI I RIFUGI HI-TECH)

Sistema di depurazione delle acque reflue e pannelli fotovoltaici dotati di accumulatori di ultima generazione (bivacco Gervasutti); serramenti esterni con vetrocamera termoacustica e lavabi con comando a fotocellula (rifugio Gonella); fosse di compostaggio e riutilizzo degli imballi (rifugio Bonatti), impiego dei prodotti del territorio (rifugio Gouter)… per fare solo alcuni esempi. I costi per la realizzazione di questi gioielli d’alta quota sono elevatissimi, anche perché, nella maggior parte dei casi, i materiali da costruzione vengono trasportati in elicottero. Ma il restyling in atto si coniuga con la crescente attenzione rivolta alla valorizzazione del territorio e a scelte che comportino il minor impatto possibile sull’ambiente. Un approccio che in montagna trova terreno più fertile che altrove.

Toscana: borgo chiede copyright

La Toscana, con le sue morbide colline, i suoi cipressi, le strade tortuose, le cascine di pietra, la chiesetta: è un’immagine stereotipata riconosciuta, ormai, a livello internazionale. E’ il classico paesaggio bucolico, agreste, che fa venire voglia di precipitarsi subito lì. Quelle foto che vediamo sui depliant, nelle pubblicità di vini, olii ecc sono tutte – o quasi – ambientate in un unico posto: a San Quirico d’Orcia, un borgo del senese che rappresenta al meglio l’immagine di questa regione italiana. Ecco allora che il Consiglio comunale ha deciso di dire stop e di imporre un copyright alle immagini che ritraggono questa zona. Bisognerà chiedere un’autorizzazione con 15 giorni d’anticipo. Nel caso venisse concessa, bisognerà citare la fonte.

(GUARDA LE FOTO AUTORIZZATE DI SAN QUIRIDO D’ORCIA)

La vallata di cui fa parte San Quirico d’Orcia (che si trova sulla Via Francigena), insieme a Pienza, Montalcino e il Monte Amiata, è patrimonio dell’Unesco dal 2004 e l’amministrazione locale giustifica questo provvedimento con lo sfruttamento “ingannevole” delle bellezze naturali e architettoniche di San Quirico. Sul sito di Repubblica viene precisato che “in caso di riprese o di foto non autorizzate, o di uso improprio, sono previste sanzioni amministrative oltre al risarcimento dei danni”. Ma allora, se vogliamo scattare delle fotografie, non possiamo più farlo? A questo punto qualunque altro luogo della Terra potrebbe vantare dei diritti. Siete d’accordo con la richiesta di copyright?

Cena con vista Tour Eiffel

art-home-470.jpg

A Parigi è sorta una costruzione temporanea sul tetto del Palais de Tokyo, al Trocadero, con vista sulla Tour Eiffel. Si tratta di un ristorante, l’Art Home (GUARDA LE FOTO). Fino al mese di luglio, pochi eletti (c’è un solo tavolo) potranno pranzare (60 euro) o cenare (80 euro), con un menu diverso ogni giorno, in una ‘scatola’ fatta di vetro e acciaio di fronte a un panorama mozzafiato. Durante la giornata, si tengono corsi di cucina, ma è possibile anche solo fare un tour guidato completamente gratuito. Se andate a Parigi, vale la pena fare un salto sul tetto, basta prenotarsi sul sito.

La ville lumière non è nuova a questo tipo di iniziative. Prima del ristorante, sempre sullo stesso tetto, si trovava un hotel, Everland. Costituito da una sola stanza, era l’hotel più piccolo del mondo ed era sempre sold out. Come questo ristorante, del resto. Ma ne vale la pena: guardate il video!

Nata tigre bianca, unica al mondo

Un tenerissimo cucciolo di tigre di colore bianco è nato l’1 novembre nel Tiger Canyons in Sudafrica nel distretto di Philippolis. Mamma Julie ha partorito 5 cuccioli tra i quali c’è anche un maschio di colore bianco, l’unico esemplare presente in natura (GUARDA LA FOTOGALLERY). Lui e i suoi fratelli e sorelle vengono sorvegliati da John Varty, 58 anni, che gestisce il Tiger Canyons.

Volo cancellato per guasto? Rimborso assicurato

Un buon inizio d’anno per i pendolari dei cieli e i viaggiatori!
La Corte di Giustizia europea ha stabilito che, se il volo viene cancellato per problemi tecnici, la compagnia aerea non può rifiutarsi di risarcire i passeggeri. Praticamente i guasti al velivolo non possono essere considerati “circostanze eccezionali”, rientrando nella normale attività di manutenzione del vettore aereo.
Per saperne di più, clicca qui.