Arriva il primo 787 Dreamliner

Come vi avevo anticipato qualche mese fa, sta per arrivare l’aereo più ecologico del mondo, il Boeing 787 Dreamliner. Costruito per il 50% con fibre di carbonio, permette di inquinare il 30% in meno dell’acerrimo concorrente Airbus A380, che resta, comunque, l’aereo più grande del mondo. Il primo esemplare del B-787 è appena stato consegnato alla compagnia giapponese All Nippon Airways e, finalmente, possiamo vedere in anteprima le prime immagini di questo nuovo colosso dei cieli.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEL 787 DREAMLINER)

Il 787 Dreamliner è un aereo meno costoso, più ecologico e consente di aumentare del 40% il raggio d’azione. Rispetto a un aereo della stessa classe, infatti, la Boeing ha tagliato del 20% il consumo di cherosene, del 20% le emissioni dei gas serra, del 30% i costi di manutenzione della fusoliera e del 60% il livello di inquinamento acustico. Guarda il video del 787 Dreamliner.

boaeing 787 dreamliner,b-787,aereo,boeing,colosso dei cieli,ecologico

Montecarlo: yacht superlusso

Se siete appassionati di barche, non potete perdervi il Monaco Yacht Show che si sta svolgendo in questi giorni a Montecarlo. Fino al 25 settembre, Port Hercule ospita le più belle e lussuose imbarcazioni del mondo. Yacht da sogno, superlusso, dove ogni desiderio diventa realtà. Ma anche vele d’epoca che hanno solcato i mari più profondi. Ben 500 tra i migliori costruttori mondiali espongono barche che vanno dai 25 fino ai 90 metri.

(SFOGLIA LA GALLERY DEGLI YACHT)

Montecarlo è la meta ideale per uno show di questo genere. Qui il lusso sfrenato è la normalità. Molti degli yacht di lusso in mostra sono attraccati normalmente al porto e si possono vedere (da fuori) tutto l’anno, dal Nabila di Khashoggi, che ha persino una sala operatoria a bordo, al Lady Moura di Nasser Al-Rashid, che conta ben 36 suite con bagni dalla rubinetteria d’oro. Cose mai viste, ma, come dire, sognare non costa nulla, no?

Ecco l’aereo del futuro

airbus-concept-aereo-470.jpg

C’è chi propone di volare in piedi come sull’autobus e chi pensa a vere e proprie stanze da letto, uffici e palestre all’interno degli aerei. Nel 2050 si volerà così. Gli ingegneri della Airbus stanno costruendo un aereo del futuro che offrirà il massimo comfort e sarà super ecologico. Alcune immagini del prototipo stanno girando sul web (GUARDA LA GALLERY) e mostrano un velivolo con ali lunghissime e molto sottili, la coda a forma di ‘U’ e i motori semi-integrati. La fusoliera sarà fatta con un materiale ultra leggero. All’interno, le poltrone avranno materiali ecologici auto modellanti e addirittura autopulenti e le pareti dell’aereo saranno translucide: basterà premere un pulsante per vedere cosa accade intorno a noi e sotto i nostri piedi senza doversi affacciare dal finestrino.

In più, si potranno attivare proiezioni oleografiche che riprodurranno gli ambienti interni più disparati, dalla stanza da letto all’ufficio al giardino zen. Tutto l’aereo funzionerà con energia ‘green’, prodotta da pannelli solari ma anche dal calore dei passeggeri e servirà ad alimentare tutti gli apparecchi di bordo. Se pensavate che l’A380 (l’aereo più grande del mondo) fosse già una meraviglia, non avete visto ancora nulla!

Gli yacht più strani del mondo

the-oculus-yacht-470.jpg

Quest’estate al mare mi sono divertita a guardare i mega yacht che navigavano davanti al mio ombrellone. Pensavo di avervi mostrato il più bello del mondo qualche tempo fa, invece ne ho scoperti alcuni davvero incredibili. Come lo yacht a forma di zip che ho scovato anche in rete (GUARDA IL VIDEO). C’era quello disegnato da Norman Foster che sembra più una villa galleggiante, con tanto di balconi, vetrate, piscine e chi più ne ha più ne metta.

(GUARDA LE FOTO DEGLI YACHT PIÙ STRANI DEL MONDO)

Lo yacht disegnato da Philippe Starck per un magnate russo con una prua che sembra il becco di un gabbiano. Poi c’era quello che ha la forma di un pesce, Oculus, alquanto inquietante. Ma il mio preferito deve ancora arrivare. Si chiama Origami e può cambiare forma proprio come un cartoncino giapponese.

Decolla il Boeing 787 Dreamliner

Un altro grattacielo dell’aria è arrivato. Ha fatto il suo volo inaugurale il nuovo Boeing 787 Dreamliner, l’aereo più grande del mondo dopo l’A380. La Airbus e la Boeing, che da sempre sono acerrime concorrenti, si sfidano così a suon di numeri: il 787 può trasportare fino a 300 passeggeri, mentre l’A380 fino a 800 (dato che ha due piani!!); il 787 ha un’apertura alare di 60 metri, mentre l’A380 di 79,8 m; il 787 è lungo 56,7 m, mentre l’A380 73 m; il 787 pesa 110.000 kg, mentre l’A380 361.000 kg (vuoti, naturalmente). Entrambi, però, hanno un’autonomia di 15mila chilometri. La vera differenza la fa il consumo: il pregio del Dreamliner 787, infatti, sta nel fatto di essere ecofriendly. Fatto al 50% di fibre di carbonio, permette di inquinare il 30% in meno dell’Airbus A380. Eh bravi gli americani (e anche gli italiani, visto che c’è un po’ della nostra tecnologia dentro)!

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEL BOEING 787 DREAMLINER)

La Boeing ha già ricevuto 860 ordini da 56 diverse compagnie aeree (nessuna italiana!). Il primo apparecchio sarà consegnato alla giapponese All Nippon Airways entro la fine dell’anno, ma sarà effettivo dal 2011. L’occasione del suo primo volo è stato l’Air Show di Farnborough, in Inghilterra, il più importante evento dedicato all’aviazione dopo quello francese di Le Bourget, dove si è vista anche un’auto che viaggia a mille miglia all’ora. Intanto, la settimana scorsa a Milano Malpensa è atterrato per la prima volta sul suolo italiano l’A380. Anche quella è stata un’emozione però…

Il raduno della Vespa

vespa.jpg

Anche quest’anno ci saranno i Vespa World Days, raduno mondiale del mitico scooter italiano, giunti alla terza edizione. Dopo San Marino e Cefalù, è ora la volta dell’Austria con Zell am See, poco a sud di Salisburgo, sulle rive del lago Zeller. Quattro giorni (dall’11 al 14 giugno) che raggrupperanno migliaia di appassionati, pronti a raccontarsi storie di Vespa e dintorni. Il calendario dell’evento prevede anche escursioni in alta quota lungo le strade del Grossglockner (2370m) passando per la diga di Kaprun e attraversando i caratteristici prati delle valli austriache. Il centro nevralgico sarà il Vespa Village che proporrà eventi, esibizioni musicali, bancarelle, mercatini e zone relax, naturalmente a base di birra.