Bernina Express: sconti d’inverno

treno,rosso,bernina,sconti

Amanti delle Alpi e della neve armatevi di tuta da sci e scarponcini, dal 24 ottobre al 4 dicembre il famoso Trenino rosso della Ferrovia Retica propone un’offerta imperdibile, con il solo biglietto di andata è possibile effettuare anche il ritorno. L’offerta è valida per la tratta Tirano-St.Moritz e per i viaggi effettuati sul Bernina Express, il treno con le carrozze panoramiche, per il quale però è necessario pagare un piccolo supplemento. Proprio lo scorso anno la linea del Bernina ha celebrato “i suoi primi” 100 anni.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEL TRENINO ROSSO DEL BERNINA)

Il trenino effettua un percorso che va da Tirano, in Valtellina, fino a Sankt-Moritz, nell’Alta Engadina, per un viaggio che dura circa 4 ore. Nel 2008 il percorso è stato inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Il costo del biglietto è pari a 24 euro, mentre il supplemento per il Bernina è di 7,50 euro. I bambini fino a 6 anni viaggiano gratis, mentre per i ragazzi dai 6 ai 16 anni c’è uno sconto del 50%. Un viaggio che vale sicuramente il costo del biglietto, e a maggior ragione questa è un’occasione da prendere al volo. Uno spettacolo della natura da ammirare in viaggio, lungo un itinerario che è una meravigliosa esperienza, soprattutto in inverno con le montagne innevate.

Sudtirolo: paesaggi mozziafiato

alto adige,sudtirolo,paesaggio,panorama

Può capitare di ritornare dalle ferie più stressati di prima. Riprendere i ritmi frenetici della vita di città spesso non è semplice. Forse il ritorno alla natura può essere un utile strumento per riappacificarsi con la città. Questo video vi aiuterà a riconciliarvi con il mondo. Secondo un sondaggio promosso da Coldiretti, infatti per il 55% dei vacanzieri sono i paesaggi a rendere piacevole il ricordo di una vacanza. Il Sudtirolo con le sue Dolomiti, proclamate patrimonio naturale dell’umanità dall’UNESCO, è in grado di ridonarci quel senso di pace e armonia che i primi giorni di lavoro ci hanno fatto perdere. E se non dovesse bastare eccovi una carrellata di immagini che ritraggono alcuni dei luoghi più incantevoli e suggestivi della regione.

(GUARDA LE FOTO DELL’ALTO ADIGE DALL’ALTO)

E allora non resta che pensare a organizzare le prossime vacanze, settembre è il periodo migliore per godere della natura incontaminata che l’Alto Adige è in grado di offrire. Niente neve, le foglie che imbruniscono e la giusta temperatura mite. L’ideale per un’escursione seguita da un buon pranzo tipico della cultura contadina del posto, per concludere la giornata con un po’ di sano relax termale. Ah e ricordatevi di assaggiare le famose mele del Südtirol, si sa che una mela al giorno toglie il medico di torno.

alto adige,sudtirolo,paesaggio,panorama

Bellezze naturali del mondo

Porto-Katsiki-Greece-470.jpg

The Cool Hunter ha selezionato alcuni tra i luoghi più belli del mondo. Tra questi le cascate della Jiuzhaigou Valley in Cina, il Tian Tan Buddha sull’isola Lantau a Hong Kong e l’arcipelago Fernando De Noronha in Brasile. Tra le bellezze naturali in grado di regalare paesaggi mozzafiato ci sono anche l’isola di Spirit sul lago di Magligne in Canada, i campi di riso in Cina e la città di Berna in Svizzera.

(GUARDA I LUOGHI PIÙ BELLI DEL MONDO)

Tra i vari capolavori della Terra, anche Porto Katsiki sull’isola di Lefkada in Grecia, il lago Pangong Tso sull’Himalaya e Etretat in Normandia. Delle meraviglie geologiche più belle del mondo fanno parte anche il sentiero Awapuhi Trail Kauai alle Hawaii. E voi avete altre bellezze naturali da suggerire?

Una terrazza sulla Marmolada

Garantisce una vista mozzafiato sulle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. E’ la nuova terrazza panoramica inaugurata a Punta Rocca, sulla Marmolada, tra Veneto e Trentino, a 3.265 metri di quota, con vista a 360° sui ‘monti pallidi’: Sassolungo, Sella, Civetta, Pelmo. Le montagne più spettacolari del mondo, insomma! Sul tetto dell’edificio da cui sporge il balcone c’è la stazione della funivia, ma ci si può arrivare anche con l’ascensore.

(GUARDA LE FOTO DELLA TERRAZZA PANORAMICA SULLA MARMOLADA)

La terrazza sulla Marmolada, la Regina delle Dolomiti, può ospitare fino a 70 persone contemporaneamente. La struttura su cui si trova è un parallelepipedo verticale di cemento inchiodato alla roccia e non è stato per niente facile costruirlo. Per salire, si parte da Malga Ciapela passando per le stazioni intermedie di Antermoja (a 2.350m) e Serauta (a 2.950m), dove si trova anche il ristorante con vetrate panoramiche e la toilette (se soffrite di vertigini può servire…).

Rifugio high tech sulle Alpi

Quelli che una volta era semplici bivacchi in quota per chi scalava le montagne e si trovava a doversi riparare dal freddo e dal sopraggiungere della notte, oggi diventano rifugi high tech. Come il Rifigio Gervasutti, sul Ghiacciaio del Fréboudze, sul massiccio del Monte Bianco, a 2835 metri sul livello del mare, vicino a Courmayeur. Panoramico, ultratecnologico ed ecosostenibile, misura 30 mq e può ospitare fino a 12 persone.

(GUARDA LE FOTO DEL RIFUGIO GERVASUTTI)

All’interno è diviso in quattro aree distinte: ingresso, sala da pranzo-soggiorno e due zone letto. E’ già divenuto modello pilota per altri rifugi high tech. E pensare che una volta era fatto di legno e lamiere. Sì perché quando fu costruito per la prima volta nel 1948 si chiamava Capanna Gervasutti e si trovava un po’ più in basso (a 2360 metri). Il suo nome è un omaggio all’alpinista friulano Giusto Gervasutti che, nel 1942, fu il primo a raggiungere l’allora inviolato sesto grado di difficoltà scalando la parete est delle Grandes Jorasses che sovrasta la Val Ferret.

Le 10 mete più tranquille

Se siete arrivati all’inizio dell’estate stanchi morti e siete alla ricerca di una meta rilassante dove trascorrere le vacanze, potete seguire i consigli di Tripadvisor che ha appena pubblicato la classifica dei dieci luoghi più tranquilli del pianeta. Al primo posto c’è una regione della Svizzera, lo Jungfrau, Patrimonio dell’Unesco. Tra le località più famose di questa zona c’è la modaiola Wengen. Al secondo posto c’è la Lapponia, in Finlandia, che d’estate è un vero paradiso. Al terzo, la Papua Nuova Guinea, nel Pacifico.

(GUARDA LE FOTO DELLE 10 METE PIÙ TRANQUILLE PER L’ESTATE)

Chi non si rilasserebbe su una spiaggia di Bora Bora, nella Polinesia francese? Questo paradiso si colloca al IV posto. Al V si trova la Valle della Loira francese, nella zona dei castelli, mentre al VI tornano alcune spiagge da sogno: le Seychelles. Seguono il Jasper National Park in Canada, il Parco Nazionale del Vulcano Arenal nel Costa Rica e l’Isola del Sud in Nuova Zelanda. La top 10 si conclude con lo Stato del Bhutan, al centro della catena dell’Himalaya. Vi ispirano questi posti o ne scegliereste altri?

Bergamo, sci indoor più grande del mondo

Sotto il solleone di Dubai, negli Emirati Arabi, esiste già un impianto sciistico coperto. E fin lì. La novità è che ne apriranno uno anche in Italia. Sulle montagne di Selvino, località sciistica della bergamasca, nascerà l’impianto coperto più grande del mondo. Lo Skidome sarà pronto per il 2014. Comprenderà due pista lunghe 600 metri e avranno un dislivello di 130 m.

(GUARDA LE FOTO)

Per minimizzare l’impatto ambientale, lo Skidome sarà interrato. In questo modo, ci sarà un grosso risparmio energetico per mantenere la refrigerazione interna. Includerà anche un hotel e un ristorante. L’idea è nata da una società trentina con lo scopo di permettere a chiunque di sciare anche quando non c’è neve, specialmente d’estate quando anche i grandi campioni potranno usufruirne per allenarsi, senza andare alla ricerca dei ghiacciai che stanno scomparendo a vista d’occhio. Vi piace l’idea?

Sciare sulle dune di sabbia

La nuova moda dei patiti dello sci? E’ quella di sciare sulle dune di sabbia nel deserto. E questa tendenza si va espandendo sempre di più in tutto il mondo. Il sandboard, come suo cugino snowboard, è già entrato nella vita di molti, anche se sembra che addirittura già gli antichi Egizi e altre culture scivolassero sulle dune di sabbia su sci fatti di legno.

(GUARDA LE FOTO DEL SANDBOARD)

Dalla California alla Germania sul Monte Kaolino, dalla Namibia al Nicaragua, per non parlare del Sudafrica, dove ormai il sandboard è quasi un must, la nuova tendenza impazza sempre più. E per gli Stati che, come l’Australia, sono privi di sabbia e dune del deserto? Non ci si perde d’animo. Gli australiani, infatti, hanno ripiegato sul watermelon ski, una divertente sciata sulle angurie. E voi cosa ne pensate di questo nuovo sport?

I giardini fioriti più belli

Con l’arrivo della primavera si risveglia la natura. Questo è il momento migliore, quindi, per godere di spazi aperti, parchi, giardini e delle meraviglie che la natura ci regala. L’huffingtonpost ha segnalato alcuni dei luoghi più belli del mondo da vedere proprio in questa stagione. Nella classifica non poteva di certo mancare il Belpaese. Come perdersi le distese di papaveri sulle colline fiorite dell’Umbria? Il celebre blog lo consiglia a tutti, quindi non perdiamoci lo spettacolo! Distese di papaveri rossi colorano anche il meraviglioso deserto del Mojave, in California. Il rosa dei ciliegi in fiore colorano, invece, i parchi di Washington D.C., capitale degli Stati Uniti, e di Tokyo, dove, secondo il mio amico Ippei, è già tornato tutto alla normalità.

(GUARDA LE FOTO DEI GIARDINI FIORITI PIÙ BELLI DEL MONDO)

Tulipani di mille colori abbelliscono l’Olanda, in particolare i giardini Keukenhof, nel sud del Paese, mentre la Gran Bretagna, già famosa per i suoi garden, regala distese infinite di narcisi nella contea del Cotswolds, una zona a pochi chilometri da Londra molto di moda ultimamente e frequentatissima dalle celebrity. Manchiamo solo noi!

Chalet di montagna hi-tech

Se pensate che gli chalet siano tutti uguali, con il tetto spiovente, le finestre a battente e i fiorellini sul balcone, ora dovrete ricredervi. Nel terzo millennio, infatti, non ci sono più gli chalet di una volta. Oggi sono sempre più eco-compatibili e tecnologici. Come lo chalet Tournesol (girasole), sulle Alpi francesi, tra Gap e Grenoble. Una sorta di igloo di legno, come i tipici chalet di montagna, ma rotondo e che gira su se stesso seguendo i raggi del sole.

(GUARDA LE FOTO DELLO CHALET)

Anche l’interno è fatto interamente di legno e ha le pareti curve, come fosse una navicella spaziale. Lo chalet può ospitare fino a 12 persone ed è aperto tutto l’anno. Inutile dire che lo spettacolo circostante è meraviglioso in qualunque periodo dell’anno, con la neve o con il sole, la vera esperienza di viaggio consiste proprio nel soggiornare in questo futuristico chalet.