Barbie modella di Alitalia

barbie-470.jpg

Barbie come “modella” d’eccezione per le divise da hostess Alitalia. In occasione del Festival Internazionale del Film di Roma, è stato organizzato un party per celebrare la collaborazione tra la compagnia aerea e la bambola più famosa del mondo. E per questa occasione Barbie, nei suoi nuovi quattordici modelli, ha vestito i panni di comandante e assistenti di volo Alitalia, indossando le divise storiche disegnate dai grandi nomi della moda dagli Anni ’50 a oggi.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DELLE BARBIE IN MOSTRA)

I tailleur seguono lo stile bon ton degli Anni ’60 reso celebre da Jacqueline Kennedy: colori pastello, manica a tre quarti, camicia aperta sul collo. La collezione di Barbie comandante e Barbie assistenti di volo Alitalia sarà esposta dal 7 novembre in una mostra esclusiva nello Spazio Alitalia in Piazza di Spagna a Roma.

L’Italia in figurine

venezia470.jpg

Il meglio delle bellezze italiane raccolte in un album di figurine, in uscita il 20 ottobre. Dal Golfo di Napoli a Piazza Navona, a Roma, passando per la Basilica di San Francesco d’Assisi, senza dimenticare le tre imponenti Cime di Lavaredo. Sono solo alcune tra le attrazioni più affascinanti del Belpaese riprodotte in figurine, per un totale di 192 splendide immagini da raccogliere e conservare.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DELLE BELLEZZE ITALIANE)

Il Patrimonio Unesco in Italia”, questo è il nome dell’album dedicato, appunto a tutti i siti italiani proclamati patrimonio dell’Umanità dall’organizzazione delle Nazioni Unite. In Italia c’è la maggiore concentrazione di bellezze storiche, paesaggistiche e artistiche, ben 47 siti sui 936 selezionati nel mondo dall’Unesco. Lo scopo della raccolta è quello di portare i più piccoli a scoprire le bellezze del nostro Paese, il tutto sotto forma di gioco. A differenza delle famose raccolte di figurine dei calciatori, queste hanno un formato più grande, quasi il doppio. Una bella iniziativa per grandi e piccini.

Grattacieli più alti d’Italia

Con la posa della guglia al nuovo grattacielo di César Pelli a Milano, avvenuta lo scorso 15 ottobre (GUARDA IL VIDEO), nel capoluogo lombardo è scoppiata la battaglia dei grattacieli. Finora, infatti, il grattacielo più alto d’Italia era il nuovo Palazzo Lombardia, detto anche Pirellone bis, sede della Regione Lombardia, alto 161,3 metri, che ha soppiantato il caro e vecchio Grattacielo Pirelli che per decenni è stato il grattacielo più alto d’Italia e che ora si piazza solo 6° con i suoi 127,1 m. Con la punta detta Spire, quindi, il Pelli è alto 230 m ed è il grattacielo più alto d’Italia.

(GUARDA LA GALLERY DEI GRATTACIELI PIÙ ALTI D’ITALIA)

Il terzo grattacielo più alto d’Italia sarà la Torre Diamante (140 m) che sorgerà a breve a Milano sempre nella stessa zona del Pelli del Pirellone bis, Porta Nuova. Al 4° posto troviamo la Torre Telecom Italia di Napoli, al 5° la Torre Pontina di Latina. Dopo il Pirelli, il 7° posto è occupato dalla Torre Unipol di Bologna, l’8° e il 9° dalle due Torri Enel di Napoli, le nostre ‘Torri gemelle’, e all’ultimo posto della top 10 si trova la Torre Europarco di Roma.

Hotel vip: Roma caput mundi

Locanda_san_vigilio470.jpg

Molti personaggi celebri amano l’Italia e vengono a trascorrere le loro vacanze proprio nel Belpaese. Ma dove alloggiano? Che siano calciatori, re o attori poco importa. Eccovi la lista degli alberghi italiani dove dimorano i personaggi famosi. Il romantico Albergo Locanda San Vigilio sorge sulla sponda veneta del Lago di Garda, un hotel da re, dove si recano spesso Carlo d’Inghilterra e Juan Carlos di Spagna. Forte dei Marmi conserva sempre il suoi fascino, presso l’Hotel Byron hanno alloggiato personaggi del calibro di Daniel Craig e Naomi Campbell. Sicuramente nella Capitale è facile vedere molti vip.

(GUARDA LA FOTOGALLERY DEGLI HOTEL DEI VIP)

Al Visconti Palace Hotel di Roma si sono fermati Alena Seredova, Elisabetta Canalis e Piero Chiambretti. L’Hotel Royal Splendide garantisce una vista spettacolare su Villa Borghese, lo sanno bene Woody Allen, Reese Witherspoon e Jake Gyllenhaal, che hanno visto nascere qui la loro storia d’amore. Lo scelsero i mitici Beatles nel loro storico (ed unico) passaggio a Roma, stiamo parlando del Parco dei Principi Grand Hotel & Spa. Sfilata di stelle ad Amalfi, al lussuoso Hotel Santa Caterina è possibile incontrare Eva Mendes, Cristina Ricci, Angelina Jolie e Brad Pitt. Amate Taormina? Tom Cruise, per soggiornare qui ha scelto il Grand Hotel San Pietro. Se non volete essere paparazzati sarà opportuno non recarvi in alcuno di questi hotel.

Borghi liguri in offerta

pigna-470.jpg

Un weekend in Liguria alla scoperta di borghi da gustare. E’ l’iniziativa dell’ufficio del turismo ligure, che, fino al 30 ottobre, offre dei mini-soggiorni a prezzi scontati per visitare la Riviera sotto un nuovo punto di vista: il suo entroterra. Non è più tempo di mare e per questi tiepidi fine settimana autunnali non c’è niente di meglio che una vacanza in Liguria alla scoperta dei suoi storici e pittoreschi borghi, dei sapori della sua cucina.

(GUARDA LE FOTO DEI BORGHI IN LIGURIA)

Da Dolceacqua a Zuccarello, da Pigna a Campo Ligure, da Apricale a Noli, questi borghi, tra i più belli d’Italia, arroccati sulle colline, offrono 53 strutture, tra hotel e agriturismi, a prezzi veramente interessanti. Il pernottamento per una notte, con prima colazione e cena, costa 50 euro a persona (bevande escluse) e l’offerta per due pernottamenti, con due prime colazioni e due cene, è di 80 euro a persona (bevande escluse). Un modo low cost per ricaricare il corpo e la mente prima dei lunghi mesi invernali. Cosa aspettate a prenotare?

Le mete italiane più care

capri-470.jpg

Secondo l’analisi dell’andamento dei prezzi degli alberghi Capri è la meta turistica più costosa d’Italia. Un risultato che non ci sorprende, quello che invece meraviglia è che l’isola partenopea abbia subito un calo del 18% rispetto allo scorso anno. Nonostante la diminuzione, quindi, resta una meta lontana da raggiungere ancora per molti. Questo è quanto risulta da un’indagine svolta dall’Hotel Price Index che ha stilato la classifica delle mete più costose d’Italia. Dietro Capri, al secondo posto della classifica troviamo Taormina. Viareggio, dove i prezzi sono rimasti sostanzialmente invariati, si piazza terza. Nella top 5 delle città più costose si trovano poi, in ordine, Stresa e Bolzano. Invece per le due isole più grandi d’Italia, Sardegna e Sicilia, sono stati registrati cali in termini di percentuale dei prezzi, pur rimanendo delle mete costose. Al sesto posto della classifica troviamo Alghero, seguita da Olbia.

(GUARDA LA FOTOGALLERY CON LE METE PIÙ CARE D’ITALIA)

Agrigento, Giardini Naxos, Palermo e Cefalù occupano la classifica dall’ottavo all’undicesimo posto. In coda a questa non molto lusighiera lista c’è il Lago di Garda, tornato a essere meta di turisti italiani e stranieri. La zona ha registrato aumenti rilevanti nei prezzi degli hotel. Secondo lo studio Limone sul Garda è stata la località che ha segnato il più forte incremento dei prezzi in Italia, più 21 in termini di percentuale. Aumenti anche a Sirmione e a Riva del Garda. Un’analisi non proprio positiva, soprattutto per le isole, e per quelle mete che, come Taormina e il Lago di Garda, per combattere la crisi invece di diminuire i prezzi hanno pensato bene di aumentarli.

Italia preferita per vacanze all’aperto

Cresce la scelta del nostro Paese per trascorrere vacanze all’aperto. Secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio sul turismo in camper e all’aria aperta, i turisti amano venire in Italia per il suo mare, i suoi laghi e le sue montagne. La regione preferita dai vacanzieri italiani e stranieri è il Veneto, seguito da Toscana (stranamente non è la prima!), Lombardia e Trentino Alto Adige.

(SFOGLIA LA GALLERY DELLE LOCALITÀ ALL’APERTO PIÙ BELLE D’ITALIA)

L’estate rimane la stagione preferita per le vacanze open air, ma in realtà piacciono tutto l’anno. Le località di mare sono privilegiate (il 36% dei turisti fa vacanze balneari), quelle di lago sono amate dal 25% di chi viaggia in camper o in tenda e le città d’arte sono scelte dal 16% degli intervistati. I turisti dell’aria aperta amano soprattutto Venezia, Verona, Brescia, Trento e il Lago di Garda. Siete d’accordo con loro?

I viaggi dei sogni

Gli italiani viaggiano molto, ma nel cassetto hanno ancora molti desideri. Il sito di Lastminute.com ha condotto un sondaggio a livello internazionale per sapere quali sono i viaggi più belli che vorrebbero fare nella vita stilando, così, una lista dei desideri. Al primo posto gli italiani mettono la visita delle 7 meraviglie del mondo. E’ un viaggio che vorrebbe fare il 58% degli intervistati. Segue l’avventuroso safari per vedere da vicino i Big Five (39%). Al terzo posto (29%) c’è un soggiorno in un hotel di lusso.

(SFOGLIA LA GALLERY DEI VIAGGI DEI SOGNI DEGLI ITALIANI)

Al quarto posto tra i desideri di viaggi c’è un tuffo insieme ai delfini. Particolare la scelta di imparare balli, cucina e lingue straniere mentre si viaggia, mentre i più temerari vorrebbero accedere a luoghi off limits o praticare sport estremi come il bungee jumping o lo sky diving. E poiché agli italiani piace divertirsi, tra le aspirazioni non manca quella di partecipare a un festival tipico in un Paese straniero. E infine, tra i viaggi aspirazionali c’è l’incontro con un personaggio famoso, magari passeggiando per Beverly Hills. Del resto, sognare non costa nulla… no?

Gli inglesi amano Venezia

I turisti britannici che vengono nel nostro Paese adorano Venezia. Secondo un sondaggio condotto da Skyscanner.it, è la Serenissima la città più bella d’Italia. E’ stata votata dal 28% degli inglesi, scalzando inaspettatamente Roma, che si posiziona solo terza con il 18% dei voti. Al secondo posto, invece, c’è Firenze, che si trova poco dopo Venezia con il 27% delle preferenze.

(GUARDA LE FOTO DELLE CITTÀ ITALIANE PIÙ AMATE DAGLI INGLESI)

La classifica prosegue con Verona, la città di Giulietta e Romeo, al quarto posto (7%), seguita da Milano e Siena (6% dei voti per entrambe), per concludersi con Napoli (5%) e Taormina (2%). Il restante 1% se lo spartiscono le altre città d’arte del Belpaese. Lo stesso sondaggio è stato fatto sulle località turistiche degli altri Paesi europei e ne è sortito che il 42% degli inglesi ama Parigi per la Francia, Barcellona per la Spagna (43%) e Monaco di Baviera (26%) per la Germania. Siete d’accordo con le opinioni degli inglesi?

Arriva la tassa di soggiorno

Da oggi a Venezia entra in vigore la tassa di soggiorno per i turisti. Per una notte si può sborsare fino a 5 euro. Le tariffe cambiano in base alla zona della città lagunare, ai servizi e all’età. Se si soggiorna per più di 5 giorni, però, non si paga nulla. Nessuna tassa per chi alloggia negli ostelli. I Comuni italiani stanno attraversando una crisi economica e l’introduzione della tassa di soggiorno, che dovrebbe entrare in vigore in tutte le località turistiche del Paese dal 2012, poterà alle casse ingenti somme di denaro. La tassa di soggiorno è già stata introdotta a Roma, Milano e Firenze.

(GUARDA LE CITTÀ D’ITALIA IN CUI SI PAGA LA TASSA DI SOGGIORNO)

Anche alle isole Eolie c’è la possibilità che venga istituita una tassa di soggiorno per combattere il turismo mordi-e-fuggi, ma le associazioni degli albergatori non sono d’accordo e preferiscono chiedere un ticket ai turisti che sbarcano sulle isole della Sicilia. Ci sta pensando anche il comune di Matera, la città più turistica della Basilicata nonché Patrimonio dell’Unesco così come la costiera sorrentina. Siete d’accordo con l’introduzione della tassa di soggiorno in Italia?