Egitto: 6 nuove tombe a Saqqara

L’Egitto sta rilanciando la stagione turistica con molte novità. L’ultima è stata l’apertura avvenuta il 23 maggio di sei nuove tombe nella necropoli di Saqqara, vicino a Giza, a una trentina di chilometri a sud del Cairo. Le sei tombe, che da oggi possono essere visitate dai turisti, fanno parte di quell’area già famosa per la piramide a gradoni. Tra le tombe, che risalgono alla XVIII dinastia, ci sono anche quelle del tesoriere e del generale del faraone Tutankhamon.

(GUARDA LE FOTO DELLA NECROPOLI DI SAQQARA)

Due delle tombe risalgono addirittura a 3000 anni fa e sono conservate benissimo. All’interno si possono vedere i geroglifici (protetti da vetri) che narrano la vita degli egizi. Alcune di queste tombe vennero scoperte nel lontano 1843, ma gli scavi veri e propri cominciarono solamente nel 1975 e, solo oggi, si possono vedere. Uno dei viaggi più belli che ho fatto è stato proprio tra le piramidi e lo consiglio a tutti. Non vedo l’ora di tornare!

2 pensieri su “Egitto: 6 nuove tombe a Saqqara

  1. Le civiltà del passato aiutano ad arricchire e a migliorare la nostra civiltà contemporanea.

  2. L’Egitto e le Sue Piramidi ha la Sua forza turistica e base economica perchè allora non si ridanno una buona volta i Suoi reperti archeologici sistemati in altre Nazioni in musei? Cosa che vale anche per la Grecia dove tanto è altrove!
    Per le nuove piramidi appena scoperte speriamo che non arrivino i soliti arraffa araffa tutto…o i soliti vecchi nuovi tombaroli..
    Sergio.

I commenti sono chiusi.