Le 10 cascate più spettacolari

Se vi è capitato di ammirare alcune delle cascate più spettacolari del mondo, come le Cascate del Niagara, al confine tra Stati Uniti e Canada (il versante migliore da cui osservarle è quello canadese!), saprete quanto sia emozionante assistere a uno spettacolo della natura di questo genere. Il sito Metador Trips ha stilato la classifica delle 10 cascate più belle da non perdere per nessuna ragione al mondo. Pensate che le Cascate del Niagara sono solo all’8° posto della classifica! Il podio è riservato al Salto Del Ángel, in Venezuela, le cascate più alte del mondo: ben 979 metri. Al secondo posto ci sono le cascate Seljalandsfoss in Islanda. Al terzo posto, invece, si trovano le famose Cascate Victoria, al confine tra Zambia e Zimbabwe, che formano il bacino d’acqua più grande del mondo.

(GUARDA LE FOTO DELLE CASCATE PIÙ SPETTACOLARI DEL MONDO)

Tra le cascate più spettacolari del mondo ci sono anche quelle all’interno dello Yosemite National Park, negli States, le Bridalveil Fall. In Canada, nello Stato del British Columbia, ci sono anche le Takakkaw Falls. Le altre cascate mozzafiato si trovano nella Guyana, le Kaieteur Falls, che pare siano le più potenti del mondo; in Cile ci sono le cascate del ghiacciaio Queulat; nel Queensland, in Australia, le Barron Falls, che si riducono a un rigagnolo nella stagione secca, ma che sono un’esplosione d’acqua nella stagione delle piogge. Infine, nel Laos, ci sono le cascate Tad Fane. Pensate che hanno persino costruito un resort affacciato sul bordo! Vi domanderete dove sono finite le Cascate di Iguazu, tra Argentina e Brasile: ebbene, le 275 cascate che si riversato nel fiume Iguazu sono fuori classifica, essendo in assoluto lo spettacolo più meraviglioso della Terra. Guardatele e ditemi se non ho ragione.

Nevicate record negli Stati Uniti

sciare-central-park-nyc470.jpg

Non è un bel momento per chi è in partenza per gli States. Negli utilimi giorni (come un mese fa), la costa nord-est degli Stati Uniti è stata colpita da nevicate record, che hanno messo in ginoccho città come New York, Boston, Washington e Chicago. Solo nella Grande Mela nel mese di gennaio, il più nevoso della storia, sono caduti ben 92 cm di neve, battendo il record del 1925. A farne le spese, il traffico autostradale, ma anche quello aereo. Negli scali newyorkesi di JFK e Newark sono stati annullati centinaia di voli. Ma per noi che siamo rimasti a casa, al calduccio, lo spettacolo è mozzafiato.

(GUARDA LE FOTO DELLE NEVICATE RECORD NEGLI STATI UNITI)

A New York c’è gente che scia tranquillamente a Central Park. A Boston c’è chi fa sci di fondo per le strade del centro città. Tutto è ricoperto di bianco, tutto è pulito e c’è molta tranquillità, per via dell’assenza di auto lungo le strade. Immaginiamo queste città, solitamente trafficatissime, avvolte dal silenzio. C’è qualcosa di bello anche nel disagio, no? Guardate il video girato da un newyorchese.

Hotel: i lavori più strani

In tempo di crisi e di mancanza di un posto di lavoro, il sito di Hotels.com ha fatto una ricerca a livello mondiale e ha scoperto che, nell’ambito dell’hotellerie, esistono mestieri davvero strani (ma veri). Per esempio, avreste mai immaginato che qualcuno potesse fare lo scaldaletto umano? Ebbene, in un hotel di Londra esistono addetti che, una volta indossata una tuta termica, vengono chiamati dagli ospiti per aiutarli a prendere sonno nelle notti più fredde. In un hotel di lusso di Memphis, negli Stati Uniti, esiste la figura del ‘duckmaster’, il maestro delle anatre. Questo albergo, infatti, è famoso in tutto il mondo per lo show che si tiene ogni giorno quando il duckmaster stende un tappeto rosso e accompagna le anatre a bere alla fontana per poi ricondurle al riparo. Tra i suoi compiti c’è anche quello meno nobile di pulire ogni sera la fontana sporca! Ma non avete ancora letto niente.

(GUARDA LE FOTO DEI MESTIERI PIÙ STRANI NEGLI HOTEL)

A San Francisco, il direttore di un hotel negli Anni ’30, stanco di vedere i guanti bianchi delle proprie clienti neri per via delle monete troppo sporche, ha assunto un pulitore di monete. Tuttoggi, ogni giorno, il pulitore ha il compito di lucidare i centesimi e di renderli splendenti. In una ex residenza dei maharaja trasformata in hotel di lusso a Jaipur, in India, il cortile è sempre pieno di piccioni, che da queste parti sono considerati dei portafortuna. Per gli ospiti, però, sono una vera noia. Ecco perché sono stati presi due scacciatori di piccioni che tengono i volatili lontani dalle persone. Un altro hotel di Londra, invece, si è attrezzato per intrattenere gli ospiti leggendo loro favole, libri o giornali fino all’alba. Il servizio non è riservato solo ai bambini, ma anche agli adulti, che pare lo richiedano molto volentieri. Per gli ospiti più imbranati, infine, un hotel nella cittadina di Adairsville, nello Stato della Georgia, Stati Uniti, ha ingaggiato un fata madrina che da’ una mano agli ospiti che desiderano organizzare un incontro galante ma non sanno da che parte incominciare. Lei pensa ai petali sul letto, allo Champagne e a esaudire qualunque altro desiderio! Non è fantastico?

Monaco: il museo della birra

museo-birra-470.jpg

Per molti Monaco di Baviera è sinonimo di Oktoberfest e, quindi, di birra. Ecco perché ad Abensberg, una cittdina di 12mila abitanti a circa 90 km da Monaco, hanno aperto il museo della birra, il Bierwelt (letteralmente, il mondo della birra). In realtà si tratta di un parco a tema, sorto in un villaggio da sempre legato alla birra. Il parco ha un’architettura davvero divertente: ci sono torri rotonde, finestre danzanti, pavimenti ondeggianti, che ricordano un po’ lo stile di Gaudì a Barcellona. All’interno il tour comprende la visita della distilleria, del museo e del negozio, dove si possono acquistare boccali di ogni forma e misura. Naturalmente, non manca il momento della degustazione. Il percorso è facile: basta seguire il sentiero fatto di tappi di birra sul pavimento.

(GUARDA LE FOTO DEL MUSEO DELLA BIRRA)

La zona in cui si trova Abensberg è la più estesa per la coltivazione del malto. Inoltre, è negli oltre 600 birrifici della città che vengono prodotte alcune delle birre tedesche più famose. Il museo della birra comprende un tour della storia, della letteratura, della filosofia e dell’arte legate a questa bevanda. Il tour culmina con l’ascesa alla Torre Hunterwasser, ma prima di arrivare in cima, bisogna assaggiare sei diversi tipi di birra, da quella analcolica alla birra bianca. Che sacrificio!

I luoghi del cuore FAI

fai-luoghi-del-cuore.jpg

In Italia esistono molti luoghi storici in disuso o da restaurare. Ogni anno il FAI, Fondo ambiente italiano, raccoglie le segnalazioni degli utenti, soprattutto di Internet, e stila una classifica dei ‘Luoghi del cuore’. Quest’anno sono arrivate ben 464.649 segnalazioni di 100 luoghi da salvare, tra chiese, monumenti, edifici, castelli, aree naturali ecc. Ecco i primi dieci:
1. Eremi dell’abbazia di Santa Maria di Pulciano a Monte Sant’Angelo (FG) – Puglia; 2. Casa Desanti Bossi a Novara – Piemonte; 3. Chiesa di Santa Caterina a Lucca – Toscana; 4. Fortezza Svevo-Angioina a Lucera (FG) – Puglia; 5. Chiesa di San Filippo a Fermo – Marche; 6. Stazione radiotelegrafica Marconi a Coltano (PI) – Toscana; 7. Vecchio Ospedale Civile in via Quarti a Andria (BA) – Puglia; 8. Stadio Filadelfia a Torino – Piemonte; 9. Parco Papadopoli a Vittorio Veneto (TV) – Veneto; 10. Chiesa di San Bartolomeo a Stromboli (ME) – Sicilia

(GUARDA LE FOTO DEI 10 LUOGHI DEL CUORE)

La maggior parte dei beni da salvare, secondo la classifica, si trovano in Puglia. Seguono Piemonte, Lombardia e Toscana. La regione più intatta è l’Emilia Romagna. Dato che, a oggi, in Italia manca un censimento aggiornato dei luoghi e dei paesaggi a rischio, lo scorso mese di maggio il FAI, appellandosi a Garibaldi che 150 anni fa unì l’Italia, aveva chiesto agli italiani di salvarla, invitandoli a segnalare un bene ambientale che vive nel loro cuore nonostante l’oblio, il degrado e l’abbandono in cui si trova. Vi piace l’iniziativa? Io la trovo bellissima.

Resort ai piedi di Ayers Rock

Se siete alla ricerca di un’esperienza di viaggio indimenticabile, vi consiglio un resort davvero unico al mondo: Longitude 131°, un eco-resort di lusso ai piedi di Uluru, meglio conosciuta come Ayers Rock, in Australia. Il campo tendato all’interno dell’Uluru-Kata Tjuta National Park minimizza l’impatto sull’ambiente circostante che è stato iscritto tra i Patrimoni dell’umanità fin dal 1987 ed è stato approvato anche dalle comunità di aborigeni che vivono da questa parti e per le quali questo è un luogo sacro. Il panorama che si gode dal villaggio è a dir poco spettacolare. Da ognuno dei 15 bungalow è garantita la vista su Ayers Rock. Emozionanti sono soprattutto l’ora del tramonto e l’alba. Anche le attività ludiche organizzate sono tutte legate ad Ayers Rock: gite a bordo di jeep tra le dune dell’outback australiano, escursioni in elicottero, trekking all’alba sul monolite, cene sotto le stelle ecc.

(GUARDA LE FOTO DELL’ECO-RESORT AD AYERS ROCK)

I primi turisti a visitare questa regione dell’Australia giunsero negli Anni ’50. Negli Anni ’60 ne arrivavano circa 5000 l’anno, oggi se ne contano almeno 400mila. Uluru, una delle icone dell’Australia, è visibile da decine di chilometri di distanza ed è famosa per la sua intensa colorazione rossa, che varia dall’ocra, all’oro, al bronzo, al viola a seconda dell’ora del giorno e della stagione. Non vi è venuta voglia di partire subito?

Caverne di ghiaccio a Chamonix

chaminix-mer-de-glace-470.jpg

Avete mai provato l’esperienza di entrare nelle viscere di una montagna? A Chamonix, in Francia, è uno dei tour più gettonati dai visitatori. Chi ha voglia di trascorrere una settimana bianca nella nota località sciistica dell’Alta Savoia, non dovrà perdersi una gita alla Mer de glace, il mare di ghiaccio. Decine di gallerie e tunnel scavati all’interno del ghiacciaio più grande di Francia (7 km di lunghezza e 200 m di spessore) sul versante francese del Monte Bianco.

(GUARDA LE FOTO DELLA MER DE GLACE)

Ogni inverno migliaia di sciatori visitano il ghiacciaio, dopo aver disceso la celebre Vallée Blanche sci ai piedi fino alla stazione di Montenvers. Da qui parte la telecabina che conduce al ghiacciaio con le grotte scavate dall’uomo. Passeggiando all’interno delle gallerie illuminate in modo molto suggestivo, si possono ammirare i giochi di luce creati dal ghiaccio e dalla roccia viva e le sculture di ghiaccio naturali. Un vero spettacolo della natura, non c’è che dire!

Londra, camera con vista

hotel-londra-470.jpg

Manca ancora un anno, ma a Londra fervono i preparativi per le Olimpiadi del 2012. Tra i nuovi progetti in fase di realizzazione c’è un hotel in una stanza. Una sola camera, ma con vista! La camera ‘a room for London’ sarà realizzata sul tetto del Queen Elizabeth Hall & Purcell Room, una sala da concerto che fa parte del Southbank Centre, uno dei più importanti centri culturali di Londra, e potrà ospitare due persone. La struttura sarà temporanea e permetterà a chiunque sia alla ricerca di un albergo in città di prenotare per una o più notti una stanza tutta per sé. La facciata sarà fatta di alluminio e rifletterà le luci della City. All’interno ospiterà una suite dotata di ogni comfort. Sul tetto sarà realizzata anche una piscina pivata.

(GUARDA LE FOTO DELL’HOTEL IN UNA STANZA A LONDRA)

Un hotel temporaneo di questo tipo era stato già pensato due anni fa a Parigi. Sul tetto del Palais de Tokyo, nel quartiere del Trocadero, proprio davanti alla Tour Eiffel, era sorto l’Everland Hotel. Allora, una notte in hotel costava 333 euro. Del nuovo albergo londinese non si hanno ancora dettagli, ma qualunque sia il costo, ne varrà sicuramente la pena.

Gli hotel più glam del 2011

hotel-glam-470.jpg

Se state organizzando un viaggio di piacere o di lavoro e non avete ancora prenotato l’hotel, tenete conto della classifica del New York Times che è appena uscita, sugli otto hotel più glamour del mondo che apriranno nel 2011. A Londra, per esempio, ad aprile sarà inaugurato il Corinthia Hotel, ricavato all’interno di un ex palazzo del Governo. A Hong Kong il prossimo marzo aprirà l’hotel più alto del mondo: il Ritz Carlton (489,8136 m), con vista su una delle baie più spettacolari belle del mondo. Lo stesso mese, in un’oasi a pochi chilometri da Marrakesh, aprirà The Great Gateway, un campo tendato extralusso da sogno! A South Beach, Miami, sarà invece inaugurato a breve il Dream South Beach, un fantastico hotel di design nel tipico stile Art Déco.

(GUARDA LE FOTO DEGLI 8 HOTEL PIÙ GLAM DELL’ANNO)

Nella città di Jaipur, nel Rajasthan, l’India dei maharaja, sta per nascere un eco-lodge modernissimo e che nulla ha a che fare con lo stile indiano. Il Rasa comprenderà una quarantina di tende high tech, con ampie vetrate e pareti di stoffa. Nella città di San Miguel de Allende, nel centro del Messico (patrimonio nazionale), tra pochi giorni si potrà alloggiare nel nuovissimo Rosewood, un resort nel tipico stile mexicano. Se, invece, vi capita di andare a Kuwait City (pare sia una delle destinazioni emergenti), sappiate che da marzo sarà aperto il coloratissimo Hotel Missoni, dove tutto, dagli ascensori agli accappatoi, sono griffatissimi.

Camerieri-robot al ristorante

bangkok-robot-restaurant-470.jpg

Niente più attese al ristorante né insetti nei piatti e neppure risposte scontrose se il cuoco e i camerieri sono robot. A Bangkok hanno appena aperto un ristorante giapponese dove non esiste personale umano, ma solo macchine, dalle sembianze umane però. Vestiti come gli antichi samurai, i camerieri-robot muovono volecemente le loro lunghe braccia meccaniche e raggiungono tutti i tavoli per soddisfare qualunque richiesta, anche quelle dei clienti più esigenti. Il menu è elencato su un display digitale, si scelgono i piatti e si ordinano con un click. I robot sono programmati anche per intrattenere gli ospiti con balletti e animazioni. E, naturalmente, alla fine del pasto passano a raccogliere i piatti sporchi.

(GUARDA LE FOTO DEL RISTORANTE CON I CAMERIERI ROBOT)

L’idea è nata in Giappone dove esistono già ristoranti con camerieri-robot. Talvolta si tratta di braccia robotiche, come si vedono nelle catene di montaggio, altre volte si viene serviti da veri e propri manichini umanoidi con tanto di capelli, rossetto e vestiti veri, tanto che si fatica a distinguerli dalle persone in carne e ossa. Se avete in programma un viaggio in Oriente, non perdetevi questa esperienza. Eccovi il video!