Il Festival delle Sculture di Sabbia

fiesa.jpg

Dal 2003, a Pêra, in Algarve (regione del Portogallo meridionale), si tiene il Festival delle Sculture di Sabbia. Ogni anno l’esibizione è dedicata a un tema differente e quest’anno ci si ispira al Mondo Vivente, la flora e la fauna dei cinque continenti, dalla preistoria ai giorni nostri. Ogni anno un gruppo di scultori di talento si riunisce in un’are di 15.000 metri quadri per modellare sculture utilizzando 35.000 tonnellate di sabbia. (GUARDA LE FOTO)

L’esibizione ha anche un’area destinata a qualunque visitatore voglia cimentarsi con i castelli di sabbia e mostrare le proprie abilità artistiche. E la sera, spettacoli dal vivo e giochi di luce contribuiscono a creare un’atmosfera speciale. Se vi trovaste a passare dalle parti di Albufeira entro il 22 ottobre, potreste farci un salto…

Chi sarà il Primo Cavaliere?

Cavalcata-Oswald-470.jpg

Se avete sempre sognato di vivere nel Medioevo, tra principi, principesse, re, donzelle e baldi cavalieri, non perdetevi la Cavalcata di Oswald von Wolkenstein che si tiene sabato 29 e domenica 30 maggio a Castelrotto, nel ‘Regno di Siusi’, in provincia di Bolzano. Per due giorni si assisterà a prove di forza e coraggio a cavallo di meravigliosi destrieri, tutti pronti a diventare Primo Cavaliere (GUARDA LE FOTO). La manifestazione, giunta alla 28esima edizione, è divenuta ormai un appuntamento cult. I cavalieri devono superare quattro prove di abilità durante quattro tornei: il passaggio degli anelli, il labirinto, il galoppo e il passaggio fra le porte. La cavalcata parte da Castel Trostburg presso Ponte Gardena, passando per Tagusa e giunge a Castelrotto, dove si apre il primo torneo. Continua a Siusi e poi al Laghetto di Fiè, dove si svolgono altri due tornei, per giungere all’ultima spettacolare gara a Castel Presule.

Oltre allo spirito battagliero, l’evento porta alla luce un modello di vita stile Camelot, la città ideale dove viveva Re Artù, tra costumi medievali, usanze e tradizioni, banchetti, cibi tipici (non mancheranno di sicuro i canederli!) e vini locali. La festa è in onore del poeta e diplomatico Oswald von Wolkenstein, che visse nel XIV secolo per gran parte della sua vita a Siusi allo Sciliar ed è un’occasione diversa dal solito per visitare luoghi stupendi intrisi di magia, rivivendo le gesta di eroi che tra queste montagne – le Dolomiti, Patrimonio dell’umanità Unesco – hanno scritto pagine di storia.

New York, un bar come Wall Street

bar-stock-exchange-ny470.jpg

Se siete in partenza per New York City, non perdetevi questo indirizzo: The Exchange Bar & Grill, nella zona di Grammercy Park, vicino a Wall Street. Vi sentirete come Gordon Gekko quando dovrete controllare sul tabellone dietro il bancone le quotazioni del vostro drink. A seconda della richiesta del momento, infatti, il prezzo delle ordinazioni oscilla, proprio come accade in una qualsiasi Borsa (GUARDA LE FOTO). Una birra può costare 3 dollari un minuto prima e 4 subito dopo, se è la birra più richiesta del momento.

I clienti si danno un gran daffare proprio come se fossero dentro il New York Stock Exchange, specialmente dopo l’orario di lavoro. Non sono solo le bevande a subire le fluttuazioni del mercato: anche i piatti del menu, dalle ali di pollo alla Caesar’s Salad, variano di 25 centesimi ogni volta che vengono ordinati. E’ davvero divertente assistere alle contrattazioni. Non potendo entrare a Wall Street, ci si può accontentare di questo locale che rende l’idea di ciò che accade all’interno del tempio dell’economia americana.

La statua più grande del mondo

african-renaissance.jpg

La statua più grande del mondo si trova su una collina che sovrasta Dakar, la capitale del Senegal. Alta 49 metri (4 in più della Statua della Libertà), completamente in bronzo, è costata circa 20 milioni di euro ed è stata inaugurata lo scorso aprile. Si trova sulla punta più occidentale dell’Africa continentale e simboleggia la rinascita dell’Africa con uomo africano che abbraccia una donna e tiene in braccio un bambino ed è rivolta verso l’Oceano Atlantico.

La statua è stata voluta dal presidente del Senegal Abdoulaye Wade per commemorare i 50 anni di indipendenza della nazione dalla Francia. Progettata dall’architetto senegalese Pierre Goudiaby e costruita da un’azienda nord-coreana, è destinata a diventare un’attrazione turistica della capitale. La costruzione ha provocato molte proteste e reazioni indignate degli abitanti, uno sfregio alla povertà del Paese. Da notare anche che il 35% dei proventi turistici della statua finiranno dritti dritti nelle tasche di Wade, una sorta di diritto d’autore per l’idea. Io non voglio commentare…

Il Festival dei Laghi Italiani

iseo.jpg

Finalmente, grazie a sole e temperature gradevoli, sembra proprio che il weekend in arrivo potremo godercelo all’aria aperta. Un piccolo anticipo d’estate da trascorrere, magari, nelle vicinanze di uno specchio d’acqua. L’occasione potrebe essere quella del primo Festival dei Laghi Italiani, in programma a Iseo, in riva all’omonimo lago, dal 24 maggio al 2 giugno. Le peculiarità di oltre 40 laghi italiani finiscono in vetrina con mostre, spettacoli, degustazioni ed eventi proposti con l’intento di valorizzare le caratteristiche dei laghi e dei paesi sulle loro coste.

L’appuntamento più atteso della manifestazione è senza dubbio “Bontàlago“: oltre 100 bancarelle colme di prodotti tipici delle regioni dei laghi di tutta Italia. Nei dieci giorni di durata della manifestazione si susseguiranno eventi culturali, geografici e storici, in modo che tutti i visitatori possano apprezzare le bellezze sull’acqua che in Italia non appartengono soltanto al mare. Tutte le informazioni sul sito ufficiale.

I 5 luoghi mistici della Terra

isola-di-pasqua-470.jpg

Se avete girato il mondo vi sarete imbattuti certamente in alcuni luoghi che hanno lasciato qualche dubbio in voi. Mi riferisco alla piramidi d’Egitto o ai monoliti di Stonehenge, in Gran Bretagna, per esempio. Ebbene, secondo wachyowl.com sulla Terra esistono almeno cinque siti definiti ‘mistici’ (GUARDA LE FOTO), di cui non si sa nulla di certo e che ancora oggi fanno arrovelare il cervello degli scienziati di tutto il mondo. Il luogo più mistico del mondo sarebbe l’Isola di Pasqua, in Cile, con le sue statue ‘moai’. Costruite dalla popolazione Rapa Nui, di questa non si sa nulla, né da dove venisse e neppure dove sia finita.

Un altro mistero è quello dei cerchi di pietra a Castlerigg, in Inghilterra. Non si sa chi li abbia posizionati, ma la loro composizione riprende il profilo delle colline circostanti. Infine, molti di coloro che sono stati in Messico si saranno domandati come si sono formati i ‘cenote’, quei buchi pieni d’acqua profondi anche centinaia di metri. Nessuno ha saputo dare una risposta, ma, se l’avete, tutto il mondo ve ne sarà grato!

Ma che bel castello…

Sono stati eletti i dieci castelli o palazzi più belli del mondo. Tutti penseranno ai castelli della Loira. Invece vi sbagliate. Nella top 10 di oddee.com non ce n’è neppure uno (GUARDA LE FOTO)! Il più bel castello del mondo, stranamente, si trova in Tibet, ed è il Potala Palace, a Marpo Ri, che sovrasta la valle di Lhasa. Al secondo posto si trova un castello francese sì, ma è il Mont Saint-Michel, in Normandia. Il terzo più bel castello del mondo è il Castello di Predjamski, in Slovenia. Solo quarto si posiziona il Castello di Neuschwanstein, quello della Disney per intenderci, che si trova in Baviera, una regione della Germania.

La classifica prosegue con il Castello di Matsumoto in Giappone, il Castello di Hunyad in Romania, il Castello di Malbork in Polonia, il Palacio da Pena in Portogallo, il Castello di Löwenburg in Germania e si conclude con il meraviglioso Castello di Praga nella Repubblica Ceca. Purtroppo non è stato considerato nessun castello italiano. Eppure, tra Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige e ducato di Parma e Piacenza ce ne sono tanti e anche molto belli. Se volete fare una gita, andate a vedere Castel Thun che hanno appena riaperto vicino a Trento, o il bellissimo Castel Tirolo, vicino a Bolzano.

In vacanza sulle case galleggianti

last-resort.jpg

Vivere sull’acqua è un po’ il sogno di molti. Un desiderio che presto potrebbe realizzarsi grazie al progetto dello studio RAFAA, quelli delle cascate di Rio. The Last Resort è uno studio volto a realizzare delle case galleggianti e mobili, alimentate a energia solare e dotate di ogni comodità. (GUARDA LE FOTO)

Il progetto ha recentemente vinto un importante premio di design e grazie ai fondi stanziati, il team spera di iniziare la produzione delle case entro fine anno. Disposte su due livelli, con una lunghezza di 15 metri e una larghezza di 5, prevedono due camere da letto, un salotto, una cucina e un bagno. Le vetrate possono scurirsi per la notte e per la privacy, mentre il tetto (con pannelli solari integrati) è accessibile tramite una scala e funge da terrazzo panoramico. L’idea è simpatica, non trovate? Io però penso che siano più adatte a una vacanza, non so se riuscirei a viverci sempre…

Per corti e cascine

cascina-470.jpg

Se non sapete cosa fare domenica 16 maggio, andate ‘Per corti e cascine‘. In tutta la Lombardia si svolge la 13esima edizione di una rassegna molto amata. Da Mantova a Como, da Milano a Brescia, da Lecco a Sondrio e nelle campagne circostanti le fattorie e gli agriturismi, almeno un centinaio in tutta al regione, aprono le porte ai turisti. Ci sono degustazioni di ogni sorta, ma si può anche provare a vivere da contadini: mungere le mucche, nutrire i vitellini, raccogliere le uova e strigliare i cavalli. Non è divertente?

Chi lo desidera può anche acquistare i prodotti freschi e ‘bio’ e portarseli a casa. L’iniziativa è promossa dalla Confederazione italiana agricoltori e da Turismo verde della Lombardia. Già che ci siete, guardate se c’è anche qualche bella sagra!

Le cascate giganti di Rio

rio-waterfall.jpg

Devono ancora arrivare le Olimpiadi di Londra del 2012 e già qualcuno sta pensando a come stupire in occasione di quelle di Rio De Janeiro del 2016. E’ il caso, per esempio, dello studio di design svizzero RAFAA che ha proposto di realizzare la Solar City Tower, una costruzione alta 105 metri, completamente autoalimentata e capace di generare delle gigantesche cascate d’acqua. (GUARDA LE FOTO)

I pannelli solari, durante il giorno, dovrebbero fornire l’energia necessaria a far funzionare le pompe necessarie a portare l’acqua del mare in cima alla torre, mentre la forza dell’acqua nella discesa dovrebbe innescare delle turbine capaci di produrre energia durante la notte. La Solar City Tower dovrebbe anche diventare un centro sportivo e di intrattenimento, con un anfiteatro, dei caffè, dei negozi, una piattaforma per il bungee jumping e un punto d’osservazione trasparente nel punto più alto. Moderna ed ecosostenibile, potrebbe diventare un nuovo elemento di riconoscimento per una città che non ha eguali nel mondo.