I 10 migliori aeroporti

Changi_470.jpg

Come ogni anno, è uscita la classifica dei dieci migliori aeroporti del mondo stilata da Skytrax. Sul podio ci sono tre aeroporti dell’Asia (GUARDA LE FOTO). Al primo posto c’è l’aeroporto di Singapore, Changi (nella foto in alto). Oltre a offrire servizi eccellenti per i viaggiatori, si distingue per alcune chicche davvero uniche: pirma di tutto al suo interno c’è un’enorme piscina. Per chi deve attendere alcune ore per la connection con un altro volo, organizzano addirittura tour della città gratuiti. Incredibile!

Al secondo posto c’è Seoul, in Corea. All’Incheon International Airport ci sono talmente tante cose da fare che sul sito ufficiale c’è persino una guida da scaricare. Al terzo posto si trova l’aeroporto internazionale di Hong Kong. Oltre ad avere un playground per i bambini, ha persino una galleria d’arte. Il resto della top 10 prosegue con altri aeroporti orientali: Kuala Lumpur (5°), Pechino (8°) e Bangkok (10°). Gli unici in Europa sono l’aeroporto di Monaco di Baviera (4°), che ha persino una fabbrica della birra, Zurigo (6°) e Amsterdam Schiphol (7°). Al nono posto si è piazzato l’aeroporto di Auckland, in Nuova Zelanda. Nessuno scalo americano. Chissà come mai?

Shanghai: pronta per l’Expo 2010

padiglione-italia-470.jpg

Tra un mese Shanghai ospiterà l’Expo 2010, che durerà 6 mesi, dall’1 maggio al 31 ottobre, ma è già quasi tutto pronto! Del resto, abbiamo visto con le Olimpiadi del 2008 che i cinesi gli eventi li sanno davvero organizzare. Il tema dell’esposizione universale di quest’anno è tutto incentrato sull’ecologia: “Better City, Better Life” (‘città migliori, vita migliore’). Ciascun Paese che partecipa all’Expo (sono circa 200) con un proprio padiglione ha lo scopo di proporre la propria idea di stile di vita futuro. Pratagonisti di questa esposizione universale Made in China sono proprio i padiglioni. Futuristici, tecnologici, simbolici, di design, griffati, giganteschi: sono un più bello dell’altro (GUARDA LE FOTO).

Il padiglione della Cina è un enorme tempio rosso; quello della Spagna è in stile Gaudì; quello della Gran Bretagna sembra un enorme porscospino bianco; quello del Lussemburgo è una grande fattoria stilizzata; quello dell’Africa raffigura i volti dei popoli del continente; quello dell’Australia è una moderna Ayers Rock. E quello dell’Italia? Ricorda il gioco ‘Shanghai’, quello degli stecchini (ci avete giocato tutti, immagino), ma in una versione gigantesca. Il nostro padiglione, però, non sembra essere ancora pronto. Speriamo che nell’organizzare l’Expo del 2015 che si terrà a Milano saremo più veloci. Che ne dite?

27 marzo: Earth Hour 2010

golden-gate-470.jpg

Sabato 27 marzo spegniamo tutte le luci, almeno per un’ora, e aderiamo tutti alla Earth Hour, l’ora della Terra, che si celebra in tutto il mondo. L’happening, organizzato dal WWF, riscuote un enorme successo già da qualche anno, dall’Australia alla Cina, dalla Francia agli Stati Uniti fino all’Italia, per un totale di oltre 4000 città in 120 Paesi. Per un’ora, dalle 20.30 al 21.30, i principali monumenti simbolo delle capitali mondiali resteranno spenti (GUARDA LE FOTO PRIMA E DOPO) per contribuire in modo significativo a ridurre i gas serra e i loro effetti sul clima. Dal Golden Gate Bridge a San Francisco alla CN Tower di Toronto. Anche il Castello Sforzesco a Milano, la fontana di Trevi a Roma e tanti altri edifici si spegneranno.

Ogni Paese ha anche il proprio testimonial d’eccezione. Per l’Italia è sceso in campo per il secondo anno consecutivo Francesco Totti. Nel video promozionale qui sotto non sono riusciti a fargli pronunciare ‘Earth Hour’, ma tant’è. L’importante è che ci creda! Io spegnerò sicuramente le luci di casa almeno per un’ora, e voi?

Parigi, la nuova Défense

tour-generali470.jpg

Tra qualche anno, il moderno quartiere degli uffici della Défense a Parigi cambierà completamente aspetto. Al famoso Arco e ai grattacieli già presenti, se ne aggiungerà un’altra decina e saranno realizzati da famosi architetti del calibro di Jean Nouvel, Norman Forster ecc (GUARDA LE FOTO). La zona a ovest della ville lumière è tutta un cantiere. I primi grattacieli saranno pronti nel 2012, gli ultimi nel 2015. Tra questi, le due torri Hermitage alte 323 metri ciascuna che saranno gli edifici più alti dell’Europa occidentale.

Adibiti a uffici, abitazioni, hotel e ristoranti, daranno alla capitale francese un aspetto assolutamente futuristico e cambieranno lo skyline della città. Se non siete mai stati in questo quartiere, vi consiglio di fare un salto e di salire in cima all’Arco, da dove si gode di un panorama mozzafiato sull’altro Arco, quello di Trionfo e sugli Champs Elysées.

I luoghi di Alice in Wonderland

AntonyHouseCornwal470.jpg

Visto il grande successo riscosso dal film in 3D Alice in Wonderland di Tim Burton (con il bellissimo Johnny Depp), sul luogo in cui sono state girate molte delle scene, la Antony House, hanno deciso di aprire un parco a tema, Wonderland Experience (GUARDA LE FOTO). La casa, che risale al 1700, si trova nella cittadina di Torpoint, in Cornovaglia, Gran Bretagna, a pochi chilometri da Plymouth. Il parco resterà aperto fino a ottobre 2010. Fateci quindi un pensierino se non sapete ancora dove trascorrere le prossime vacanze.

Si può visitare l’interno dell’edificio, come la stanza di Alice, la porta che rimpicciolisce con la famosa chiave ecc e l’intera proprietà, con l’immenso parco dove si svolge la festa di fidanzamento, il sentiero delle farfalle, il giardino dove Alice vede per la prima volta il coniglio Bianconiglio e la sua tana. Si può giocare con la regina di cuori, festeggiare il ‘non compleanno’, ‘parlare con Brucaliffo. Inoltre, ogni giorno si svolgono eventi e spettacoli con maschere e balli. Se non avete ancora visto il film, non perdete tempo. E’ stupendo! Vi anticipo il trailer.

Mar Rosso: cena vista pesci

bar-sotto-mare-mar-rosso470.jpg

Vi ricordate del famoso ristorante sotto il mare alle Maldive? Ebbene ne esiste uno altrettanto spettacolare, il Red Sea Star, molto più vicino: sul Mar Rosso. Si trova a Eilat, in Israele, ed è meraviglioso (GUARDA LE FOTO)! Non c’è solo il ristorante, ma anche il bar, quindi si può consumare solo un drink sullo sfondo corallino. Ha ampie finestre tutte intorno e persino sul soffitto, per guardare i pesciolini colorati che passano davanti. Si trova 6 metri sotto il livello del mare, quindi possono accedervi tutti senza problemi.

Per arrivarci, si cammina su una passerella che dalla riva porta in mezzo al mare e poi si scende giù, negli abissi. Anche l’interno del locale è arredato a tema (marino). E’ praticamente un osservatorio sotto il mare unico al mondo e aperto a tutti. Se vi capita di andare da quelle parti, non perdetevi questo spettacolo!

Dove si trova il Sacro Graal?

Secondo il professor Robert Langdon, protagonista del Codice Da Vinci, il Sacro Graal (o Santo Graal) si trova all’interno della Rosslyn Chapel, in Scozia. Ma questa è solo fiction o, comunque, una delle tante teorie/leggende esistenti relative al contenitore del sangue di Cristo (per la maggior parte si tratta di una coppa, ma potrebbe essere anche un piatto o altro ancora). Secondo i teorici, nel mondo esistono almeno dieci luoghi in cui si potrebbe nascondere (GUARDA LE FOTO). Alcuni, decisamente inaspettati. Per esempio, c’è chi sostiene che sia al sicuro all’interno di Fort Knox! Ma tra Gran Bretagna, Scozia e Israele i possibili nascondigli sono tanti.

Tra i più accreditati ci sono: la Cupola della Roccia oppure le catacombe, a Gerusalemme e la Cattedrale di Santa Maria a Valencia. Qualcuno pensa addirittura che si trovi all’interno della Cattedrale di San Lorenzo, nella nostra Genova. Il dubbio mi attanaglia. Allora, ragazzi, siete pronti per andare alla ricerca del Santo Graal? Io parto subito…

Pazzi per gli aerei riciclati

Dopo l’aereo trasformato in ostello di cui vi ho già parlato, mi sono messa a cercare altre idee originali in giro per il mondo e ho scoperto che molte persone vanno pazze per i vecchi aerei. Li comprano e li trasformano in location insolite (GUARDA LE FOTO). Sono molti altri gli aerei-hotel, alcuni spartani, ma altri veri e propri resort di lusso oppure alberghi di design. Poi c’è stato qualcuno che ne ha fatto bar, ristoranti e persino discoteche.

Ma c’è stato anche chi ne ha ricavato la propria dimora, come ha fatto una famiglia che voleva assolutamente un casa in riva al lago nello Stato del Mississippi, USA, e ha parcheggiato un Boeing 727 in mezzo a un magnifico bosco con una vista mozzafiato. Geniale, no?

Las Fallas a Valencia

las-fallas-470.jpg

A Valencia, in Spagna, torna il tradizionale appuntamento con Las Fallas (GUARDA LE FOTO). Tutti i giorni fino al 19 marzo alle 2 in punto del pomeriggio i valenciani, e migliaia di turisti che ormai si danno appuntamento nella cittadina andalusa, si riuniscono nella Plaza de Ayuntamiento per assistere a uno spettacolo pirotecnico, detto mascletà, che scuote le vie del centro con fragorose esplosioni, incendiando oltre 100 kg di polvere pirica.

La festa è l’occasione per dare il via ad altri eventi tipici valenciani, dalle danze delle ‘falleras’ (le donne che danzano la valenciana) alla corrida nella Plaza de Toros, dalle ‘cabalgatas’, le sfilate con i cavalli, all’incendio dei ‘ninot’, pupazzi dalle sembianze umane che l’ultimo giorno vengono bruciati nella pubblica piazza. Se non siete mai stati a Valencia, la città più moderna della Spagna, avete tempo ancora qualche giorno per partire e assistere a uno degli eventi più caratteristici del Paese.

Giornata mondiale della lentezza

giornata-lentezza-2010-milano470.jpg

Il 15 marzo si celebra la Giornata mondiale della lentezza. L’idea (stupenda!) è venuta quattro anni fa all’associazione onlus l’Arte di vivere con lentezza e ha lo scopo di ricordarci che dobbiamo riappropriarci del nostro tempo. Sono previste diverse iniziative, tra cui giochi, spettacoli e maratone della lentezza, nelle principali piazze. A Milano e a Genova, per esempio, funzionerà il “passovelox” (GUARDA LE FOTO) e verrà data una multa a chi trasgredisce alle regole della lentezza.

La giornata è ‘sentita’ anche all’estero. Tra le città più coinvolte ci sono New York, Amsterdam, Tokyo e Shanghai (in Cina dura addirittura fino al 19 marzo!). Allora, ragazzi, almeno oggi, stiamo calmi. Ok?